Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Autore:

Slow Food

Slow Food è un’associazione internazionale che lavora in tutto il mondo per tutelare la biodiversità, costruire relazioni tra produttori e consumatori, migliorare la consapevolezza sul sistema che regola la produzione alimentare. Nel mondo, Slow Food conta sul supporto di milioni di sostenitori – produttori, cuochi, consumatori, attivisti, giovani – e di 100.000 soci attivi. L’associazione internazionale è presente in oltre 150 Paesi, dove è organizzata in 1.500 gruppi locali – le Condotte Slow Food. Da sempre, sostiene il lavoro dei piccoli agricoltori che hanno dato vita alla rete di Terra Madre, composta attualmente da circa 2000 comunità del cibo. Grazie al progetto dell’Arca del Gusto sono stati individuati oltre 2.000 prodotti a rischio di scomparsa, e sono stati realizzati quasi 1.500 orti nelle scuole e nei villaggi africani, lavorando per garantire alle comunità cibo fresco e sano, ma anche per formare una rete di leader consapevoli del valore della propria terra e della propria cultura.
 

John Kariuki Mwangi. Concentriamoci sulla sovranità alimentare e sulla salvaguardia della biodiversità

Sostenibilità / Slow Food
John Kariuki Mwangi imm rif

Insieme a molti altri giovani, sta costruendo la rete Slow Food in Africa. Vive in Kenya dove coordina tutti i progetti avviati dall’associazione internazionale fondata da Carlin Petrini. Ci ha spiegato il perché del progetto 10.000 orti in Africa che serve ad aiutare gli abitanti a produrre il loro cibo, a tutelare gli interessi economici locali e a difendere il paesaggio attraverso produzioni eco-sostenibili.

Joris Lohman. L'evento "We feed the Planet" lancia un messaggio politico molto forte. Diamo voce ai contadini

Sostenibilità / Slow Food
joris Lohmnan imm rif

Il membro del comitato esecutivo di Slow Food e coordinatore dello Slow Food Youth Network sta organizzando, insieme agli altri giovani della rete, un evento che porterà a Milano, dal 3 al 6 ottobre 2015, le voci degli small scale farmers.

Gouda stravecchio, Bitto Dop e Pecorino d'Osilo. Slow Food celebra la festa del latte con l'eccellenza

Lifestyle / Slow Food Silvia Ceriani
stracchino slow food

Caglio, sale e latte. Sono solo tre gli ingredienti che danno origine a oltre duemila formaggi tradizionali. In occasione dell'evento organizzato nel Sito Espositivo, l'associazione internazionale fondata da Carlo Petrini nel 1986 dà vita ad una degustazione speciale, con prodotti di pregio italiani e stranieri.

Burkina Faso. Gli orti in Africa, simbolo di sostenibilità e di speranza

Sostenibilità / Serena Milano Slow Food
SLFO burkina faso imm

Grazie a Slow Food, i bambini della scuola di Gorom, nel nord del Burkina Faso, hanno a disposizione un orto dove coltivano gombi, bissap, cipolle, fagioli, zucchine, carote, insalata e imparano a prendersi cura della terra. Il progetto coinvolge anche cinquanta donne che, grazie all’associazione La Saisonniere, imparano a leggere e a scrivere.

Uganda. Sì a un caffè buono, pulito e giusto per salvare i piccoli produttori

Sostenibilità / Edie Mukiibi Slow Food
SLFO uganda immagine

Quasi tutto il caffè prodotto oggi nel Paese è esportato e solo una quantità trascurabile è trattenuta per il consumo locale. Nel tentativo di salvare la cultura del caffè ugandese e di migliorare le condizioni dei piccoli produttori, nel 2012 un gruppo di contadini proprietari di aziende a conduzione familiare ha costituito un Presidio Slow Food.

Colombia. Il granchio nero della montagna, una risorsa da tutelare

Sostenibilità / Silvia Ceriani Andrea Amato Slow Food
SLFO Colombia immagine

Ogni anno, ondate di granchi neri intraprendono un lungo viaggio sul territorio di Providencia, una piccola isola caraibica posta a circa 750 chilometri a nord delle coste colombiane e a poco più di 200 chilometri da quelle nicaraguensi.

Cuba. Il miracolo dell’organoponico che cresce in mezzo ai palazzi

Sostenibilità / Slow Food Silvia Ceriani
SLFO Cuba organotopico

Il miracolo agricolo degli orti urbani che prosperano nell’isola di Cuba forniscono una buona prospettiva lavorativa ai giovani e un’alimentazione sana a tutto il quartiere, a chilometro zero e senza l’uso del petrolio.

Argentina. Dove i frutti selvatici preservano la biodiversità

Sostenibilità / Valentina Bianco Slow Food Silvia Ceriani
SLFO argentina immagine

Fin dall’epoca precolombiana, la popolazione del Gran Chaco argentino si dedica alla raccolta di frutti selvatici che sono parte integrante della cultura alimentare del territorio grazie alla loro trasformazione in farina, pane e bevande.

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa