Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Gli Ambassador di Expo Milano 2015, portavoce del messaggio dell'evento

Lifestyle / -

 
1 di 1
 
Demetrio Albertini
Andrea Mariani © Expo 2015
Enrico Bertolino
Andrea Mariani © Expo 2015
Max Blardone
Andrea Mariani © Expo 2015
Cristina Bowerman
Andrea Mariani © Expo 2015
Antonio Cabrini
Michele De Lucchi
Andrea Mariani © Expo 2015
Massimiliano Fuksas
Andrea Mariani © Expo 2015
Andrea Illy
Andrea Mariani © Expo 2015
Pietro Leemann
Andrea Mariani © Expo 2015
Gualtiero Marchesi
Andrea Mariani © Expo 2015
Saturnino
Andrea Mariani © Expo 2015
Bebe Vio
Andrea Mariani © Expo 2015
Javier Zanetti
Andrea Mariani © Expo 2015

Il progetto Ambassador è stata un’idea originale e vincente. Si è creata una rete di opinion leader che hanno voluto in prima persona, con la forza della propria personalità, della bravura, della carriera, della fama, veicolare i principi legati al Tema cardine dell'Esposizione Universale: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Il gruppo si è arricchito di nuovi volti giorno dopo giorno. Gli Ambassador di Expo Milano 2015 sono i portavoce del messaggio dell’evento: ognuno - scrittori, sportivi, filosofi, personaggi dello spettacolo, attori, creativi, architetti, designer, chef, musicisti, cantanti, registi - ha parlato di Expo Milano 2015 con il suo pubblico. Tutti hanno regalato al mondo opinioni, spunti, parole su cui riflettere. Nel giorno conclusivo, dalla Terrazza Coldiretti all'Open Air Theater, il 31 ottobre, ecco il loro messaggio.

Romano Prodi. La geopolitica del cibo si sta ridisegnando

Sostenibilità / -

Romani Prodi, il premier che candidò Milano all’Esposizione Universale spiega: “La geopolitica del cibo sta cambiando in modo totale: la Cina ha il 7 per cento delle terre coltivabili e il 20 per cento della popolazione. Sta crescendo di reddito, la dieta cambia e ha bisogno di cibo e di terra: dove la va a trovare? In Africa e in America Latina dove è disponibile".

"L’Africa deve essere il cambiamento: la produttività del continente per terreno equivalente oggi è 1/3 di quella asiatica - sottolinea Prodi -. È importante che a Expo Milano 2015 questi temi siano emersi e che i Paesi africani si siano confrontati. Da questo dipende il futuro dell’umanità”.
 
Romano Prodi ha partecipato all’incontro svoltosi a Expo Milano 2015 "Expo chiama Africa: riflessioni sul continente del futuro", un’occasione che segna l’importanza del coinvolgimento internazionale e la voglia di Expo Milano 2015 e dei suoi Partner di andare oltre il 31 ottobre con progetti capaci di un ampio respiro.
 
 

Paola Antonelli. L'arte può aiutarci nelle sfide globali

Cultura / -

Senior Curator della sezione architettura e design e Direttore della Ricerca e Sviluppo del Museum of Modern Art di New York, Paola Antonelli parla ai microfoni di Expo Milano 2015 della relazione tra arte, idee e memoria. Interessante in funzione della necessità vitale dell'Esposizione Universale di trasmettere messaggi di alto valore e significato.

Secondo la designer, i concetti importanti possono sortire un effetto maggiore sulle persone se sono veicolati attraverso l’arte. "L'alimentazione, che è il tema di Expo Milano 2015, fortunatamente è universale e questo è già un vantaggio per la sua divulgazione - ha affermato la Direttrice del Dipartimento di Ricerca e Sviluppo del MoMA di New York - e vedere i messaggi dell'Esposizione Universale attraverso video, installazioni e parole, rimane senz’altro di più nella mente di chi le legge, rispetto all'assistere a una semplice conferenza".

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa