Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua
Le idee di Expo

Expo dopo Expo: le eredità di Expo 2015. Il lavoro inizia ora

Editoriale / Redazione Expo 2015

Gli interventi, le testimonianze e i bilanci di coloro che hanno reso possibile l’Esposizione Universale. Dai rappresentanti delle istituzioni ai partner, dagli esponenti del mondo accademico e della ricerca alle Ong. Sul palco dell’Auditorium di Expo Milano 2015 il 10 ottobre si sono succeduti i protagonisti principali di quello che ormai tutti definiscono un successo. Che non deve chiudersi il 31 ottobre. Dopo aver seminato per sei mesi, infatti, è giunto il momento di custodire il modello e raccogliere i frutti, dando concretezza ai princìpi enunciati dalla Carta di Milano. Per questo, oltre 200 esperti si sono ritrovati in 26 tavoli tematici per rilanciare il grande lavoro iniziato lo scorso 7 febbraio all’Hangar Bicocca.

Luca Mercalli. Le scelte alimentari dei singoli contano tantissimo per il clima

Sostenibilità / Tommaso Perrone

Il meteorologo e volto noto della televisione Luca Mercalli ha partecipato attivamente alla giornata del 10 ottobre “Expo dopo Expo: le eredità di Milano 2015” con una piccola lezione sui cambiamenti climatici. E ci ha svelato quando comincerà la nuova stagione di Scala Mercalli.

Salvatore Veca. Dilapidare il patrimonio di Expo Milano 2015 sarebbe da irresponsabili

Cultura / Emanuela Taverna

Il filosofo racconta la sua visione dell’Esposizione Universale, che lascia in eredità non solo conoscenze, ma anche esperienze e relazioni. A partire dalla grandezza del Tema, che ha svelato tutte le sue implicazioni solo poco a poco.

Le 26 buone ragioni per continuare a parlare di cibo e sostenibilità anche dopo Expo

Editoriale / Emanuela Taverna - Tommaso Perrone - Michele Sechi Gatta

Quali messaggi sono stati lanciati dai 26 tavoli tematici che hanno lavorato a “Expo dopo Expo. Le eredità di Expo 2015”? Ecco il contributo che ogni moderatore ha voluto portare alla Carta di Milano per proseguire nel percorso tracciato dal Tema “Nutrire il Pianeta Energia per la Vita” anche dopo il 31 ottobre.

Sviluppo sostenibile: tutti i tavoli di lavoro verso la Carta di Milano

Editoriale / Redazione Expo 2015

Una panoramica della prima area tematica, dove vengono ribaditi i principi per uno futuro sicuro ed equo per i cittadini del mondo. Gli 11 tavoli presenti esplorano argomenti che vanno dal diritto al cibo fino agli obiettivi ambiziosi per turismo e imprese. In questo filone si affrontano anche temi come la lotta contro le agromafie e la contraffazione alimentare.

Antropologia: tutti i tavoli di lavoro verso la Carta di Milano

Editoriale / Redazione Expo 2015

Una panoramica della seconda area tematica, che propone idee per la cultura del cibo come energia per vivere insieme. I tavoli affrontano argomenti che spaziano dal rapporto del cibo con la religione o la cultura, fino all’importanza dell’educazione alimentare e lo sport. Inoltre vengono affrontati temi come il ruolo delle donne e della lotta contro lo spreco alimentare.

Agricoltura e alimentazione: tutti i tavoli di lavoro verso la Carta di Milano

Editoriale / Redazione Expo 2015

Una panoramica della terza area tematica, dove i contributi degli esperti aprono nuove strade per l’agricoltura e il cibo nel mondo. I partecipanti internazionali affrontano i temi legati alla cooperazione allo sviluppo e ai Cluster presenti in Expo Milano 2015. La ricerca scientifica viene posta al centro della discussione, spaziando dall’innovazione in ambito agricolo fino alle evidenze sulla sicurezza alimentare e la lotta all’obesità.

Sociologia urbana: tutti i tavoli di lavoro verso la Carta di Milano

Editoriale / Redazione Expo 2015

Una panoramica della quarta area tematica, che ha lo scopo di avviare la discussione su come verranno concepite le aree urbane nel futuro. I percorsi e gli ambiti approfonditi si concentrano sul futuro delle città, tra smart e slow city. Si affrontano discussioni su lotta contro la povertà e legalità, dove Milano diventa protagonista. Infatti, insieme alla Regione Lombardia, si sviluppano obiettivi per i territori di Expo Milano 2015, anche dopo la fine l’Esposizione Universale.

Matteo Renzi. Il 2015 sarà il nostro ‘anno felix’

Editoriale / Emanuela Taverna

Se ognuno farà la propria parte, Expo Milano 2015 sarà una grande opportunità e darà l’immagine di quello che può essere l’Italia. Un grande Paese, portatore di speranza ed entusiasmo. Parola del Presidente del Consiglio.

Salvatore Veca. La Carta di Milano sarà semplice, accessibile ed eloquente

Editoriale / Emanuela Taverna

Il filosofo, Ambassador di Expo Milano 2015 e curatore scientifico di Laboratorio Expo, ha presentato i lavori del 7 febbraio all’Hangar Bicocca come l’avvio di un lungo percorso di approfondimento e arricchimento.

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa