Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Emma Bonino. Le donne sono le protagoniste della sicurezza alimentare

Editoriale / -

Riduzione dello spreco alimentare e conquista di maggiori diritti per le donne, come accesso al credito, proprietà delle terre e piena uguaglianza di fronte alla legge. Questi i principali obiettivi di WE - Women for Expo Alliance.

Le donne sono al centro del tema di Expo Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, non solo per il loro ruolo naturale di nutrici, ma in quanto protagoniste della sicurezza alimentare nel nord e nel sud del mondo: sono donne il 70% dei piccoli produttori in Africa e sono gestite da donne gran parte delle startup agricole italiane, così come è femminile gran parte del personale dell’industria alimentare. Con questo quadro Emma Bonino, Presidente Onorario di We-Women for Expo, ha aperto il suo intervento a" Italia 2015: il paese nell’anno dell’Expo”, seconda tappa del percorso verso la Carta di Milano.
 
Women for Expo, alleanza delle donne
Ricordando il suo impegno a favore di Expo Milano 2015, Emma Bonino ha sottolineato come questa sia la prima Esposizione Universale a dare piena rilevanza al ruolo femminile. Da quest’obiettivo è nato il progetto WE - Women for Expo Alliance, sostenuto anche da FAO e WFP. Caratterizzato da un forte valore internazionale, imprenditoriale e intellettuale, WE ha fra i suoi obiettivi principali la riduzione dello spreco alimentare e la conquista di maggiori diritti per le donne attive nell’ambito alimentare, come accesso al credito, proprietà delle terre e piena uguaglianza di fronte alla legge.
 
Soluzioni: politiche e tecnologiche
Se le sfide da affrontare sono epocali, le soluzioni devono essere sia politiche che tecnologiche. WE – Women for Expo sarà offrire un luogo di confronto internazionale: “Le due settimane di Women for Expo vogliono garantire un dibattito aperto e innovativo sulle grandi sfide dell’alimentazione, senza sposare posizioni pregiudiziali – ha dichiarato Emma Bonino - “Quello che ci unisce è la convinzione che i diritti delle donne siano prima di tutto diritti umani”. Partendo dalla ricchezza di questa esperienza, We - Women for Expo ambisce a contribuire anche alle Esposizioni future, nella consapevolezza che ovunque nel mondo il lavoro femminile sia una straordinaria leva di cambiamento sociale e politico.
 

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa