Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Autore:

Edgar H. Meyer

Giornalista, storiografo dell'ambiente, autore de "I pionieri dell'ambiente" (Carabà edizioni) e di "Storia ambientale" (Teti editore), direttore della collana "Ecoalfabeto-I libri di Gaia" per Stampa Alternativa.
Edgar H. Meyer su Expo Milano 2015

2 ottobre 1869. Gandhi: nonviolenza e dieta vegetariana

Cultura / Edgar H. Meyer

Uomo di una tempra morale d’acciaio. Pioniere della disobbedienza civile pacifica, ha portato l'India all'indipendenza. Teorico della forza della nonviolenza, l’ha esercitata anche nel piatto.

20 settembre 1851. Henry Salt: i diritti animali e l’etica dell’essere vegetariani

Cultura / Edgar H. Meyer

Attivista politico e critico letterario britannico, ha dedicato la vita a favore del passaggio degli uomini a una dieta vegetariana. Per motivi morali: il dovere etico di non uccidere altre forme di vita animale.

6 settembre 1634. Thomas Tryon: alimentazione vegetariana via per la salute, lunga vita e felicità

Cultura / Edgar H. Meyer

Teosofo e scrittore inglese di fine Seicento, vegetariano (nel ‘600!), denunciò l'oppressione degli schiavi sfruttati dai bianchi cristiani e l’alimentazione carnea.

24 agosto 1934. Norman Myers, l’eroe della biodiversità… e delle foreste

Cultura / Edgar H. Meyer
Norman Myers

Hamburger connection e deforestazione. Norman Myers, tra i massimi esperti mondiali di biodiversità, spiega come l’incremento rapidissimo delle esportazioni di carne dal Centro America verso le catene di fast food degli USA sia strettamente collegato alla scomparsa delle foreste tropicali.

Pellegrino Artusi, il papà della cucina italiana

Cultura / Edgar H. Meyer
Pellegrino Artusi

Gastronomo e scrittore, è autore del più celebre libro di cucina italiana. Scritto con sapienza e ironia, ha unificato l’Italia dei fornelli

28 luglio 1804. Ludwig Feuerbach: siamo ciò che mangiamo

Cultura / Edgar H. Meyer
Feuerbach

Filosofo tedesco, critico del pensiero religioso, polemico contro il dualismo di anima e corpo, ispiratore di Engels e Marx, è oggi celebre per la frase “L’uomo è ciò che mangia”

5 luglio 1794: Sylvester Graham. Predicazione, vegetarianismo, l’invenzione dei crackers e dei corn flakes

Cultura / Edgar H. Meyer
EHM Sylvester Graham 5 Luglio articolo img rif

Oratore e scrittore prolifico dell’igienismo e del vegetarianesimo, si opponeva rigorosamente alle "cattive abitudini" del corpo e della mente. Saremmo tutti un po’ meno salutisti e meno attenti a ciò che mangiamo se non fosse stato per il bizzarro reverendo Graham.

12 maggio 1803. Liebig, il dado e la legge del minimo

Cultura / Edgar H. Meyer
© Heritage Images_Corbis

Chimico tedesco, è stato un controverso ma straordinario figlio dell'Ottocento. Considerato uno dei padri dell’agricoltura chimica moderna, vanno sottolineate le sue idee riguardanti l’importanza della materia organica nel terreno, da conservare con l’aggiunta di concimi organici e non solo con gli artificiali.

15 aprile 1452. Leonardo da Vinci, precursore pure in cucina

Cultura / Edgar H. Meyer
Leonardo da Vinci img rif e cover

Primo uomo moderno della storia, il genio di da Vinci si espresse anche nel settore dell’alimentazione.

1 aprile 1755. Anthelme Brillat-Savarin, la cucina diventa scienza della felicità

Cultura / Edgar H. Meyer
Brillat Savarin

Anticipatore della moderna gastronomia, autore della Fisiologia del gusto, è uno dei primi esempi di intellettuale che affronta la sfida di ragionare di uomo, cibo e società.

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa