Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Yemen. Il profumo della Moka arriva dall’arabica, la penisola

Cultura / -

Yemen

Lo Yemen festeggia il suo National Day il 14 ottobre cercando di far conoscere ai suoi visitatori cosa lo lega al caffè, e quali sono le ambizioni del Paese mediorientale per il futuro.

Lo Yemen è un Paese della penisola arabica che per secoli, per millenni è stato crocevia di culture e popoli, un luogo ideale per lo sviluppo del commercio e dell’agricoltura. La popolarità è dovuta al fatto che lo Yemen è il punto d’intersezione tra l’Africa, il Medio Oriente e l’Asia, rappresenta il passaggio obbligato e fondamentale di quella che una volta era la rotta delle spezie. La nascita della Repubblica dello Yemen come noi la conosciamo comincia nel 1990, ma la sua storia, specie quella agricola, risale a migliaia di anni fa. Il caffè è l’elemento principale di questa terra di confine, il più prezioso, quello di maggiore qualità grazie a un clima caldo, a prevalenza tropicale.

Le parole chiave del caffè nascono in Yemen
In passato, la maggior parte del caffè yemenita della pregiata qualità arabica, veniva esportato nel resto del mondo attraverso il porto di Al Makha (Mokha). Ecco da dove deriva il nome della famosa qualità Moka, termine che viene comunemente usato anche per definire la caffettiera che si può trovare nelle case di milioni di famiglie in tutto il mondo. Un altro prodotto simbolo è il miele ricavato esclusivamente dal polline dell’albero di Sidr, una delle piante più antiche della regione, famoso per il sapore che lo contraddistingue da tutte le altre tipologie e per le sue proprietà medicinali.

Lo Yemen a Expo Milano 2015, il dono del caffè e del miele come gratitudine
Lo Yemen è presente all’Expo all’interno del Cluster del Caffè e festeggia il suo National Day il 14 ottobre. Una scelta per sottolineare il legame storico del Paese con la specie arabica e con la derivazione del termine Moka, anche attraverso il tema “Il caffè Moka e il miele Sidr, i doni dello Yemen al mondo”. Il Padiglione cerca di ricreare l’ambiente tipico, sia culturale che sociale, attraverso la presenza di strumenti tradizionali e di materiale informativo in grado di far scoprire al visitatore una realtà antichissima che ha cambiato anche il corso della storia di molti altri Paesi del mondo.

Scopri il Padiglione dello Yemen a Expo Milano 2015
 

Perché siamo sospettosi verso ciò che mangiamo: Roland Poms e il cibo buono

Innovazione / -

© Charles GullungCorbis
© Charles GullungCorbis

L'ebook Il cibo buono di Roland Poms, Segretario Generale dell'ICC – International Association for Cereal Science and Technology, affronta i nodi della sicurezza alimentare. È pubblicato da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e disponibile online gratuitamente.

C’è stato un tempo in cui il cibo era buono. Che servisse a deliziare il palato o a riempire la pancia, rimaneva una cosa di cui fidarsi. Da qualche tempo invece siamo sospettosi verso ciò che mangiamo, perché sappiamo che può contenere tossine, residui velenosi, allergeni, muffe, batteri. A farci perdere l’innocenza alimentare non è stato tanto un avvelenamento di massa, ma il miglioramento delle tecniche di analisi. L’aumento delle conoscenze ha prodotto a sua volta specifiche normative in campo alimentare, sia internazionali che nazionali. L’ebook Il cibo buono di Roland Poms, edito da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli sintetizza la storia dell’idea di sicurezza alimentare e lo proietta nel futuro, alla luce delle nuove problematiche legate ai cambiamenti climatici e all’aumento dei consumi.
 
L’autore
Roland Poms è Segretario Generale della ICC – International Association for Cereal Science and Technology, organizzazione internazionale dedicata allo studio della filiera produttiva dei cereali e dei loro derivati e cioè farine, pane, pasta. Grazie al suo staff scientifico composto da esperti internazionali, uno dei compiti della ICC è l’elaborazione di metodi e standard di produzione che assicurano qualità e sicurezza dei derivati dai cereali.
 
Nuove sfide per la sicurezza alimentare
“La globalizzazione e le esigenze dei consumatori richiedono dunque nuove strategie di trasformazione e distribuzione del cibo, strategie che portano nuovi rischi e sfide per la sicurezza alimentare e dei mangimi. Il cambiamento climatico e le catastrofi naturali si sono aggiunte a queste sfide per la fornitura di cibo sicuro e sufficiente.”
 
“L'individuazione e la quantificazione dei contaminanti biologici e chimici la più rapida e affidabile possibile è estremamente importante nella gestione della sicurezza degli alimenti e dei mangimi”
 
L'ebook Il cibo buono di Roland Poms è offerto in lettura e download gratuito nell'ambito di Laboratorio Expo, il progetto di Expo Milano 2015 e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli curato da Salvatore Veca, che promuove la ricerca scientifica sul Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Su Laboratorio Expo è possibile trovare, oltre a tutti i titoli della collana, anche appuntamenti, convegni, iniziative di alto profilo culturale sui temi della sostenibilità ambientale ed etica, sulla cultura del cibo, lo sviluppo sostenibile e sul rapporto città-cittadini. Un progetto che anima e fa dialogare aspetti culturali, scientifici, antropologici, economici e sociali.
 
 

Repubblica Ceca. Terra di storie: di ieri, di oggi, di domani

Cultura / -

Repubblica Ceca national day img rif e cover

Storia, cultura, tradizioni e sguardi al futuro. La Repubblica Ceca è formata storicamente da tre grandi regioni: la Boemia, la Moravia e la Slesia. In questa terra che non ha sbocchi sul mare la storia è radicata nelle tradizioni che risentono dei passaggi, dei movimenti culturali, degli incontri e anche degli scontri. Anche in cucina.

Tradizioni ebraiche, tedesche e magiare hanno lasciato traccia in tutti i settori legati alla cultura, tra cui la musica, l'arte, la letteratura, il cinema e la cucina. La cucina ceca, e in particolare quella regionale boema, è strettamente collegata con quella della Germania meridionale e quella austriaca. Le montagne di cui la regione è circondata forniscono  una grande quantità di frutta, verdure, funghi e cereali, che diventano gli ingredienti dei piatti tradizionali, come le zuppe che non possono mai mancare in un pasto ceco. Il gusto si distingue da quello tedesco per la maggiore presenza di sale e di aromi come l'aglio, il cumino, la maggiorana, il pimento.

Dalle montagne della Moravia meridionale un alimento prezioso da proteggere: l'Oskeruše
Le montagne che circondano la repubblica ceca danno la vita a piccoli frutti del sorbo domestico, di colore giallo e rosso, chiamati Oskeruše. Crescono crescono principalmente in Moravia meridionale, nel villaggio di Straznice, situato nella zona sud orientale della Repubblica Ceca, al confine con la Slovacchia. Solitamente vengono fatti essiccare e quando doiventano rosso scuro o marrone sono utilizzati per preparare conserve, grappe e liquori; sono molto aromatici e favoriscono la digestione. Si tratta di un alimento molto importante per la comunità locale,tuttavia gli alberi secolari stanno morendo e sta venendo meno la conoscenza relativa alla coltivazione di nuovi alberi e all’impiego dei suoi frutti. Dal 2014 questo prezioso frutto è salito a bordo dell'Arca del Gusto di Slow Food, per essere tutelato, diffuso, protetto.
 
La Repubblica Ceca a Expo Milano 2015: un luogo di festa ispirato dall'acqua 
Quello della Repubblica Ceca è stato il primo Padiglione ad essere ultimato ed è uno dei primi che festeggia il National Day all'interno dell'Esposizione Universale, il 15 maggio. L’acqua è l’elemento principale con cui il Paese si presenta: in linea con il Tema dell’evento Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita mette in mostra la gestione delle risorse idriche e del loro uso, i risultati degli istituti di ricerca biochimica e nanotecnologici di ricerca applicata nella cura dell'ambiente, nella salute umana e animale e nella produzione di alimenti sicuri. La Repubblica Ceca ha una lunga tradizione di gestione delle proprie risorse idriche e ospita numerosi  centri benessere e piscine. Pare che la presenza di questi centri sia da collegarsi al sogno mai realizzato del Paese di avere un mare: una costante nostalgia. 
 
 

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa