Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Repubblica Centrafricana. La musica di un Paese nel cuore dell’Africa

Cultura / -

Al centro del continente africano, la Repubblica Centrafricana, preserva attraverso l’arte e la musica le proprie tradizioni e la meravigliosa natura che contraddistingue questo Paese.

La Repubblica Centro Africana è un Paese in cui si intrecciano le credenze delle antiche popolazioni che abitano queste terre e la religione dei coloni francesi. La presenza delle etnie locali è ancora molto viva nell’arte, nella musica e nella danza che ancora nella lingua sango richiamano le tradizioni più antiche. Il rapporto con la natura è l’elemento predominante durante i rituali, come nella vita quotidiana delle persone che abitano in città. Il paesaggio della Repubblica Centrafricana è costellato di foreste tropicali e fiumi, da una biodiversità ricchissima che viene rievocata in tutte le forme artistiche, soprattutto nella musica che ricopre un ruolo molto importante nella cultura tradizionale. Le cascate, le riserve di animali e la savana che si estende fino ai piedi dell’altopiano di Bouar fanno da sfondo ai villaggi tradizionali che, ubicati lungo le rive dei fiumi, preservano la cultura più antica di questo Paese nel cuore dell’Africa.
 
La gastronomia, l’espressione della tradizione
Tra i piatti tipici della Repubblica Centrafricana il più diffuso è il jollof rice, un piatto a base di riso accompagnato da vari tipi di verdure. La gastronomia è molto legata al gusto tradizionale, per questo i piatti che si possono gustare in questo Paese sono per lo più a base di cereali, verdure e carne, per lo più di pollo o antilope. Il pesce viene consumato fresco, accompagnato da salse piccanti e banane, o essiccato, quasi sempre gustato insieme ai numerosi frutti tropicali, tra cui la papaia o il mango.
 
L’artigianato per raccontare la storia di una Nazione
Il Padiglione della Repubblica Centrafricana è ospitato all’interno del Cluster Zone Aride. A Expo Milano 2015 il Paese ha scelto di esprimere la propria cultura attraverso l’artigianato e le forme artistiche, attraverso le quale i visitatori possono apprendere gli stili di vita e gli usi di questa popolazione. Gli oggetti di usi domestico in ebano e i cestini di vimini rappresentano gli aspetti più tipici della quotidianità come, per esempio, la conservazione e la preparazione del cibo.
 

Il pili pili dello Zambia: la salsa piccante che accende il palato

Gusto / -

28 ago piatto zambia img rif

Per chi ama i gusti decisi, ecco una salsa a base di peperoncini tritati, buccia di limone, cipolla, aglio, pepe, sale, succo di limone, paprika, pimento, origano, basilico e alloro. Si usa per insaporire le zuppe e le minestre di verdure, oppure il pesce e le carni.

Lo Zambia è un Paese che basa il consumo interno sulla produzione di mais, sorgo, riso, miglio e manioca, mentre la canna da zucchero, le arachidi e il caffè sono dedicate all’esportazione. La cucina unisce pesce, carne (principalmente di pollo) e le verdure. Tra i piatti principali c’è il porridge, chiamato nshima, preparato con sorgo o granturco. Il pasto è un importante momento di socializzazione: si mangia da un piatto comune, prendendo il cibo con la mano destra.
 
Dalle zuppe alla carne: il gusto piccante è servito
Il peperoncino pili pili che è il frutto della pianta Capsicum frutescens. È un peperoncino particolare, molto piccante, che diventa il protagonista di una salsa con lo stesso nome che unisce peperoncini tritati, buccia di limone, cipolla, aglio, pepe, sale, succo di limone, paprika, pimento, origano, basilico e alloro. Viene usata per profumare gli oli vegetali, da mettere sulle patate o su tuberi vari, oppure per insaporire le carni o il pesce arrosto. È ottima anche per dare un gusto deciso alle minestre e alle zuppe di verdure. Tra i piatti più gustosi c’è il pollo piri piri, una ricetta veloce e molto saporita, che unisce la delicatezza delle carni bianche con l’aroma particolare delle spezie.
 
Chikanda: una torta sostanziosa
Richiede una lunga preparazione, ma ne vale la pena: la chikanda, è un piatto sostanzioso e saporito, una sorta di torta composta da arachidi tritate, acqua, sale e chikanda, una radice africana tipica dell’Africa, simile a una patata.
 
 
Si possono scoprire le specialità dello Zambia nel Cluster Frutta e Legumi a Expo Milano 2015
 

Il Bangladesh, il Paese del riso nel cuore dell’Asia

Cultura / -

 
1 di 1
 
© Orjan F. Ellingvag_Dagens Naringsliv_Corbis
© Zakir Hossain Chowdhury_ZUMA Press_Corbis
© zakir hossain chowdhury_Demotix_Corbis
© Zakir Hossain Chowdhury_ZUMA Press_Corbis
© Monirul Alam_ZUMA Press_Corbis
© auniket_Demotix_Corbis

Il Bangladesh, una terra stretta tra l’India e il Golfo del Bengala che conserva ancora vive le più antiche tradizioni della cultura e della gastronomia bengalese. Un Paese percorso da una lunga instabilità politica ma che ha trovato nel progresso della ricerca in campo agricolo una vocazione e uno stimolo verso lo sviluppo dell’intera Nazione.

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa