Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

La Grecia. La bellezza dell'arte e della natura

Cultura / -

 
1 di 1
 
© Bill Anastasiou Shutterstock.com
© Milan Gonda _ Shutterstock.com

Culla di arte, filosofia e democrazia la Grecia si schiude in tutta la sua bellezza, tra coste, acque limpide, paesaggi indimenticabili e siti archeologici che conservano ancora oggi i ricordi di un prestigioso passato.

La Polonia, scrigno di ricchezze millenarie, cultura e bellezza

Cultura / -

 
1 di 1
 
© Poland Expo Milano 2015
© Poland Expo Milano 2015
© Poland Expo Milano 2015
© Poland Expo Milano 2015
© Poland Expo Milano 2015
© Poland Expo Milano 2015

Un Paese in cui la cultura è intessuta di memorie di una grandezza passata e di sogni sul futuro, pieno di aree naturali uniche al mondo, fiumi pittoreschi, magnifici laghi. La Polonia è anche famosa per la sua succulenta arte culinaria e per la bontà delle sue materie prime.

In Kyrgyzstan si mangia il beshbarmak: la regola è usare 5 dita

Gusto / -

piatto dal Kyrgyzstan

Una cultura gastronomica che fonde la tradizione centro-asiatica e quella russa. Il piatto nazionale è il beshbarmak, carne bollita tagliata a fette e servita con noodle, prezzemolo, coriandolo e cipolle.

Il Kyrgyzstan è uno stato dell’Asia Centrale, la cui superficie è per il 94% occupata da montagne. Il 40% del territorio è posto oltre i 3000 metri sul livello del mare con molte zone coperte da nevi e ghiacci. Questa conformazione fisica influenza anche la produzione di alimenti e la cucina. L'agricoltura è il settore portante dell’economia: si coltivano cereali, patate, barbabietole, legumi e ortaggi e tabacco. Si pratica l’allevamento di capre, pecore, cavalli e yak, utilizzato sia per il trasporto sia per produrre carne e latte.
La cucina è a metà tra la tradizione centro-asiatica e quella russa. I piatti classici sono i laghman, cioè noodles conditi con peperoni, verdure e salsa all'aceto, e il plov, sostanzioso piatto di riso condito con verdure e carne, soprattutto di manzo e montone.
 
Il Beshbarmak: un piatto che si magia con una mano
Il piatto più conosciuto del Kyrgyzstan è il beshbarmak: si tratta di carne e noodle, cioè tagliatelle fatte in casa, cotti nel brodo. Il piatto si compone posizionando alla base i noodle, poi la carne tagliata a fette, le cipolle e, infine, il prezzemolo e il coriandolo tritati, che donano freschezza a un piatto molto ricco e calorico. Spesso si aggiunge anche una salsa speziata alle cipolle.
Beshbarmak significa "cinque dita" nella lingua del Kyrghyzstan, perché, secondo la tradizione, la pietanza va mangiata con una mano sola.
La degustazione del piatto segue un rituale preciso: la testa di pecora bollita nel brodo viene servita all’ospite più importante della tavola, che, solitamente, è il più anziano.
 
Kuurdak, spiedini e salsicce: la carne è servita
La carne è regina sulle tavole del Kyrgyzstan: un’altra preparazione molto antica è Kuurdak, carne stufata a lungo con patate e cipolle, ci sono poi i sujuk, saporite salsicce di cavallo, e gli shashlik, spiedini di montone che vengono lasciati marinare e poi cotti sulla griglia, spesso serviti per le strade con un contorno di cipolle come saporito street food.
 

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa