Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Emirati Arabi Uniti. Un deserto con grandi città

Cultura / -

 
1 di 1
 
© Sanchai Kumar _ Shutterstock.com
© Oleg Znamenskiy _ Shutterstock.com

Bagnati dal Golfo di Oman e dal Golfo Persico, gli Emirati Arabi Uniti sono un territorio quasi totalmente desertico, con due importanti oasi nel deserto di Abu Dhabi. Lungo la costa si trovano le più grandi città del Paese, dove vive la maggioranza della popolazione.

La Russia, una nazione dai mille volti ma con un’unica tradizione

Cultura / -

 
1 di 1
 
© Serguei Fomine/Global Look/Corbis
© Jon Hicks/Corbis
© Staffan Widstrand/Corbis
© Ken Scicluna/Jai/Corbis
© Sergey Kelin/Shutterstock.com
Alexander Piragis/Shutterstock.com
© Jon Hicks/Corbis

L’identità del Paese più vasto del mondo attraverso i racconti di una cultura multietnica.

Le sarmale: dalla Romania gli involtini di verza con carne, riso, peperoncini e polenta

Gusto / -

29 lug piatto romania img rif

Foglie di verza stufate con un ripieno di carne, da accompagnare con insalata fresca per un gustoso piatto unico. Chi preferisce un piatto vegetariano può provare la zacusca, un misto di verdure da spalmare sul pane.

La cucina romena è molto ricca e molto saporita. Accoglie le influenze della cultura gastronomica balcanica, ungherese e tedesca, conciliandola con le tradizioni locali. Il pasto tradizionale comprende un antipasto, che può essere caldo o freddo, a base di verdure, carne e formaggi, un primo piatto, di solito una minestra, un secondo a base di carne, pesce o pollame. Questa portata è sempre accompagnata da un contorno (granitura): una fresca insalata d’estate o da muraturi, cioè sottaceti, d'inverno.
 
Le sarmale: le foglie di verza racchiudono un prezioso ripieno
La carne è la regina della cucina romena, che sia essa suina, bovina, di pecora o pollame. Cucinata in tutti i modi: fritta, arrosto, in umido o alla brace. Tra i piatti più saporiti della cucina romena ci sono le sarmale: involtini di verza che racchiudono un ripieno di carne macinata, riso e cipolla. Il gusto dolce della verza è bilanciato dalla panna acida, che di solito viene servita in accompagnamento. C’è poi la tochitura, molto simile agli straccetti alla pizzaiola, a cui si aggiunge la polenta su cui viene messa un uovo all’occhio di bue.
Un piatto vegetariano molto saporito, invece, è la zacusca, una conserva di verdure a base di melanzane, peperoni rossi, cipolle e pomodoro. Qui la bontà è data dal sapore deciso delle melanzane, che vengono prima arrostite, regalando alla preparazione un retrogusto tostato. Il tocco amaro delle melanzane è bilanciato dalla dolcezza dei peperoni. La conserva è molto buona spalmata sul pane come antipasto o aperitivo.

Si comincia con la zuppa
In Romania il pasto inizia spesso con una portata calda: ci sono le ciorbe, minestre generalmente acide, e le supe, cioè le zuppe. Alcuni esempi di ciorbe sono la ciorba de perisoare, con polpettine di carne, la ciorba de vacuta, con carne bovina e inacidita con panna acida, la ciorba de più, con carne di pollo. Le zuppe, invece, sono generalmente senza carne ma preparate con brodo di carne, molto simili alla classica minestrina italiana, quindi con l’aggiunta di pasta.  Molto particolare è la supa cu gallaste, la zuppa con polpette di semolino. Immancabile per dare aromaticità e freschezza un tocco di prezzemolo.
In Romania, tra i dolci preferiti per una merenda golosa o un fine pasto, ci sono le mele cotte al forno o lo strudel di mele.

Si possono assaggiare le sarmale, involtini di verza con carne, riso, peperoncini e polenta, la zacusca e altre specialità romene al Padiglione della Romania Expo Milano 2015.
 

Oltre un milione di persone sono già #CiboConsapevoli. E tu?

Leggi il manifesto e partecipa