Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Venerdì 19 dicembre il cantiere di Aquae Venezia 2015 apre le porte ai visitatori

19 dic

Venezia - Via Galileo Ferraris Cantiere Aquae Venezia 2015 Marghera / 19 dicembre

IMM DETT EVENTO Aquae Venezia 19 dicembre
“Coltivar el mar e lassar star la tera” su questa scelta Venezia fondò la sua storia e la sua cultura, letteralmente edificate sull’acqua. Da tempo saldamente ancorata al suo entroterra produttivo, nel 2015 la città della Laguna si occuperà sia di acque che di terre: racconterà al mondo il rapporto tra l’uomo e le risorse idriche e lo farà dando nuova vita ai terreni di un’area industriale dismessa dal petrolchimico di Marghera. Stiamo parlando di Aquae Venezia 2015, evento internazionale collaterale a Expo Milano 2015, che si svolgerà a Venezia in parallelo all’Esposizione Universale, da maggio a ottobre 2015. La parte di divulgazione scientifica sarà curata da Fondazione Umberto Veronesi, mentre lo UN - World Water Assessment Programme vi discuterà il suo “Rapporto sullo Sviluppo delle Risorse Idriche Mondiali” 2015. Per ospitare l’esposizione, la società Expo Venice SpA ha commissionato un Padiglione completamente nuovo, che Condotte SpA sta realizzando in una zona limitrofa al Parco Scientifico Tecnologico VEGA. Venerdì 19 dicembre, alle 11.30, il cantiere apre le porte ai visitatori.
 
Un Padiglione per riqualificare Marghera

Edificata su un terreno in precedenza utilizzato dalle raffinerie di Marghera, la struttura espositiva di Aquae Venezia 2015 rimarrà alla città anche al termine dell’evento internazionale, per ospitare esposizioni, fiere, convegni, eventi sportivi e culturali, consolidando così il processo di riqualificazione delle aree industriali dismesse dal polo petrolchimico. Per il progetto sono stati stanziati 40 milioni di euro, la realizzazione è a buon punto e venerdì 19 sarà possibile visitare direttamente il cantiere, alle 11.30 in via Ferraris a Marghera-Venezia, accanto al Parco Scientifico Tecnologico VEGA.
 
In cantiere insieme ad autorità e curatori del progetto

Il legame di Aquae Venezia 2015 con Expo Milano 2015 è evidente fin dalle fasi progettuali, poiché la squadra tecnica e artistica che ha curato l’evento veneziano è la stessa che ha sviluppato il Padiglione Zero dell’Esposizione Universale: nello specifico i progetti portano la firma dell’archistar Michele De Lucchi, mentre a curare gli allestimenti e la direzione artistica di entrambi è Davide Rampello. Per quanto riguarda il Padiglione veneziano, parliamo di una costruzione di 20 metri d’altezza su 14.000 metri quadrati di superficie, interamente ricoperta di alluminio bianco. Come segno dell’importanza che la nuova struttura avrà per tutta la città, la presentazione di venerdì 19 dicembre sarà aperta al pubblico e vi prenderanno parte Cesare De Michelis, Presidente di Expo Venice S.p.a., e Isabella Bruno Tolomei Frigerio, Presidentessa di Condotte Immobiliare S.p.a. La visita al cantiere sarà un’ottima occasione per ricevere informazioni direttamente dallo staff tecnico, dal momento che a illustrare il progetto sarà Davide Rampello in persona.
 
Un’esperienza per i sensi e per la mente

Aquae Venezia 2015 coinvolgerà il pubblico in un’esperienza totale, densa sia di informazioni che di emozioni. Pesca, agricoltura, allevamento, trasporti, industria, ma anche scienza, cultura, arte e cucina, ogni aspetto del rapporto tra l’acqua e la vita dell’uomo sulla Terra sarà portato ai sensi del visitatore. “Grazie alle nuove tecnologie digitali come il video mapping – spiega Davide Rampello – chi entrerà nel Padiglione verrà avvolto in un flusso di immagini tridimensionali che riprodurranno cascate, fiumi, grotte sotterranee e un vero oceano in movimento, solcato da banchi di pesci, squali e balene”. Ci saranno inoltre spazi dedicati a convegni e dibattiti, animati da esperti internazionali. Particolare rilevanza verrà data all’Oriente e alle rotte delle spezie, nucleo fondante della storia veneziana. Appagati gli occhi e la mente, il visitatore potrà soddisfare anche il gusto, grazie a un’offerta gastronomica ampia e diversificata. Crudo, cottura al vapore, al forno e alla brace, fritture e zuppe: cuochi da tutto il mondo saranno a disposizione dei visitatori per cucinare al momento ingredienti selezionati, in primo luogo quelli originati dalle acque e cioè pesci, crostacei e frutti di mare.
 
 
IMM SOMM ITA Belvedere in citta 15 dicembre 15 dic

Tredicesima puntata di Belvedere in Città: il Padiglione Zero in una bella giornata di sole

Tredicesimo appuntamento con “Belvedere in Città”, il progetto realizzato da Expo Milano 2015 e Telecom Italia che consente di seguire, attraverso l’utilizzo di droni, l’avanzamento dei lavori nel cantiere.

expoexpress firenze 500 21 nov

ExpoExpress. Il 21 novembre è in arrivo a Firenze

ExpoExpress, il treno mostra che viaggia attraverso l’Italia per promuovere la prossima Esposizione Universale, venerdì 21 novembre farà tappa a Firenze. 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015