Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

WAME & Expo2015

Wame
Wame
WAME & Expo2015 (World Access to Modern Energy)* è l’iniziativa che ad Expo Milano 2015 vuole far conoscere al pubblico il problema dell’esclusione dall’accesso all’energia di una larga parte della popolazione mondiale e soprattutto valorizzare le moltissime esperienze che, nel mondo, affrontano questo problema. Oggi quasi 1,3 miliardi di persone, circa il 20% della popolazione mondiale, non hanno accesso all’elettricità ma molti di più, circa 2,6 miliardi di persone, il 38% della popolazione mondiale, non hanno accesso a sistemi per cucinare a ridotto impatto ambientale (clean cooking solutions). Questa è la mancanza di accesso all’”energia moderna” che significa vedere pregiudicata la propria salute e non avere a disposizione servizi sanitari adeguati, non vedere assicurate un’educazione di base e la parità di genere, compromettere lo sviluppo di attività produttive tra cui quelle agricole. Un maggiore accesso all’energia moderna aumenterebbe enormemente l’accesso alle risorse idriche e alimentari riducendo la povertà estrema e migliorando il benessere delle persone.
 
 
Un problema, molte soluzioni: un esempio dai progetti

L’accesso universale all’energia è una grande sfida. Alcune soluzioni a questo problema sono visibili sul campo, nei tanti progetti che nel mondo realizzano piccoli e grandi interventi per portare l’elettricità dove manca e, con essa, un’opportunità per avere servizi come l’acqua potabile o per avviare attività agricole. WAME ha raccolto moltissimi progetti che testimoniano gli sforzi per fornire servizi energetici a famiglie, comunità e imprese locali principalmente in Africa, Asia e America Latina. Tre progetti sono stati premiati nell’ambito del bando per “Case Studies sull’Accesso all’Energia” perché hanno esteso l’accesso all’elettricità, diffuso soluzioni per cucinare in modo pulito e salutare e migliorato la condizione sociale delle donne. ONG, aziende, istituzioni possono contribuire all’arricchimento del sito WAME pubblicando progetti e condividendo le proprie esperienze perché diventino patrimonio comune e punto di partenza per nuove soluzioni.
 
Occasioni per conoscere

In Expo, presso Cascina Triulza, si può visitare l’Energy Corner WAME: una mostra-installazione che aiuta a capire come la vita delle comunità migliori con l’accesso all’energia, partendo anche da alcuni progetti realizzati da ONG internazionali nei diversi continenti e che evidenziano la globalità del problema e dell’impegno per affrontarlo. Informazioni, animazioni e video raccontano con dati, immagini e testimonianze come la qualità della vita cresca e sia possibile un futuro diverso grazie alla disponibilità di energia moderna. WAME propone anche una serie di incontri per approfondire il tema in vari suoi aspetti tra cui lo stato dell’accesso all’energia in alcune aree del mondo come l’Africa, il ruolo delle energie rinnovabili e dell’innovazione nell’offrire soluzioni, l’importanza della diffusione di sistemi puliti per cucinare. Studiosi, ONG, imprese e istituzioni si confrontano su idee e strumenti per vincere la sfida dell’accesso universale all’energia. Per conoscere i prossimi appuntamenti si possono consultare il sito e le pagine dei social network.
 
 
* WAME&Expo2015 è un’associazione di importanti società europee del settore energetico - A2A, Edison, Enel, Eni, E.ON, GDF SUEZ, Gas Natural e Tenaris - e Expo Milano 2015
 
Per saperne di più:
 
Facebook
 
 
You Tube
 
 
 
Scopri gli aggiornamenti sul tema innovazione sul Magazine di Expo Milano 2015
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015