Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Nuovo appuntamento con Belvedere in Città, i Padiglioni dei Cluster e dei Paesi Partecipanti

1 dic

1 dicembre

IMM DETT evento Belvedere in città 1 dicembre ITA
Il volo di oggi inizia con le immagini del Padiglione Kuwait, il cui scheletro metallico si erge sulla sinistra del Decumano. Subito dietro vediamo la struttura essenziale del Padiglione Usa, anch’essa in metallo. Si nota poi un lungo edificio a due piani interamente in legno, una delle 11 aree di servizio.
 
Sullo sfondo vediamo il Padiglione Giappone, che vedrà i suoi 4170 metri quadri  dedicati al concetto di “diversità armoniosa”. Si intuisce già la struttura che riproduce le tradizionali “Case di Kyoto”.
Con uno stacco passiamo all’asse pedonale del Decumano, lungo 1,5 chilometri e caratterizzato dalla copertura con tende bianche, la cui installazione è ormai completata.
 

A destra si erge la costruzione in legno del Cile, caratterizzato da assi incrociate che costituiranno l’involucro del Padiglione. Nell’area di fronte si possono vedere le fondamenta del Padiglione austriaco. Sulla destra invece sono visibili i lavori per il palco e lo scavo della platea dell’Open Air Theater, il teatro all’aperto che ospiterà spettacoli e concerti raccogliendo fino a 11.000 spettatori.
 
Immediatamente dietro il Padiglione cileno, si possono vedere le caratteristiche costruzioni del Cluster Cereali e Tuberi, su una superficie di 3200 mq. Sulla parte destra notiamo la carpenteria metallica che assumerà le forme di un “camino” e ricoprirà la piazza destinata a ospitare gli eventi del Cluster.

Un nuovo stacco ci porta sul Padiglione del Kazakhstan, il cui cantiere è uno dei più avanzati. L’edificio di forma cubica sulla sinistra è destinato a ospitare l’Auditorium dell’Esposizione Universale.
Il drone si dirige quindi sul Padiglione Corporate Banca Intesa, uno spazio multifunzionale di 1000 mq, progettato dallo Studio De Lucchi e realizzato con moduli a scandole e materiali ecologici e riciclabili.
 

Si passa poi al Padiglione Francia, che presenta due strutture metalliche rosse e un arco in legno lamellare. Progettato dallo studio X–TU, il Padiglione sarà costituito principalmente in legno lamellare e riprodurrà il tipico mercato coperto molto diffuso nelle cittadine francesi.

Sulla destra si nota l’avanzamento del Padiglione Israele, dove è stato completata la struttura metallica che sosterrà il giardino verticale, simbolo del progetto. All’interno sorgeranno invece sale dedicate alla proiezione di audiovisivi. Sullo sfondo si vede la sagoma imponente del Padiglione Italia, mentre sulla destra si scorgono le tende bianche del Cardo, il grande asse pedonale che interseca il Decumano in corrispondenza di Piazza Italia

Il drone conclude il suo volo sul Padiglione Italia: possiamo osservare che all’ultimo piano sono state fissate le strutture metalliche che sosterranno il tetto in vetro che ricoprirà il padiglione, compresa la piazza interna destinata a ospitare eventi. Oltre ad essere la costruzione più alta di tutto il sito, Palazzo Italia è uno dei pochi edifici che rimarrà anche dopo l’Esposizione Universale.
Dopo un’altra panoramica sul Cardo, si distinguono le forme del Padiglione Corporate Vanke, i Padiglioni del  Cluster Bio-Mediterraneo e la Lake Arena.

Tornato sulla sommità di Palazzo Italia, il drone inquadra la futura terrazza e i locali che ospiteranno il ristorante all’ultimo piano, circa 1000 metri quadri di superficie ricoperti da una vetrata da cui godere di un magnifico paesaggio.
 
 
 
IMM SOMM evento Belvedere in citta 24 novembre ITA 25 nov 30 nov

Decimo appuntamento con Belvedere in Città, in volo sui Padiglioni Corporate e dei Paesi Partecipanti

Decimo appuntamento con “Belvedere in città”, il progetto realizzato da Expo Milano 2015 e Telecom Italia che consente di seguire, attraverso l’utilizzo di droni, l’avanzamento dei lavori nel cantiere.

IMM SOMM Belvedere in Citta 17 novembre 18 nov

Nuovo volo del drone: guarda l'avanzamento dei Padiglioni dei Paesi e dei Cluster

Ottavo appuntamento con “Belvedere in città”, il progetto realizzato da Expo Milano 2015 e Telecom Italia che consente di seguire, attraverso l’utilizzo di droni, l’avanzamento dei lavori nel cantiere.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015