Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Le celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale per la Lotta alla Desertificazione a Expo Milano 2015

17 giu

Giornata Desertificazione news

Il 17 giugno si sono tenute a Expo Milano 2015 le celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale per la Lotta alla Desertificazione. La giornata è organizzata dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la Desertificazione (UNCCD), l’accordo adottato da 196 Paesi e aperto alle firme il 17 giugno del 1994.
 
Il degrado del suolo è fonte di conflitti
 
Le celebrazioni si sono tenute al Conference Centre e hanno visto gli interventi della Segretaria Esecutiva dell’UNCCD Monique Barbut, del Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri Giampaolo Cantini, della Vice Direttore Generale della FAO Maria Helena Semedo, della Direttore Generale per l’Ambiente della Commissione Europea Pia Bucella, dell’economista ambientale della Banca Mondiale Raffaello Cervigni. Inoltre hanno portato la loro testimonianza per la lotta alla desertificazione e al degrado del suolo anche il geologo e giornalista Mario Tozzi.
“Quando il degrado del suolo raggiunge un livello tale da minacciare seriamente i mezzi di sostentamento delle persone, si trasforma in una questione di sicurezza. I dati dal 2007 mostrano che l’80 per cento dei principali conflitti armati che colpisce la società si verifica in ecosistemi aridi e vulnerabili” ha detto Barbut.
“I cambiamenti ambientali minacciano le nostre possibilità di svilupparci in modo equo e ordinato, condizioni che stanno alla base della pace e della stabilità” ha aggiunto Cantini.
 
La desertificazione si combatte anche con la cultura
 
La giornata si è conclusa con un concerto di Titi e la Baribagass Band, un gruppo proveniente dal Senegal che ha animato le celebrazioni attraverso brani in grado di mischiare elementi blues e rock con sonorità tipiche della musica tradizionale senegalese.
Le Nazioni Unite sono presenti all’Esposizione Universale anche con 18 installazioni permanenti riconoscibili dalla presenza di un grande cucchiaio blu, simbolo del percorso tematico “Sfida Fame Zero. Uniti per un mondo sostenibile”. Uno di questi si trova proprio all’interno del Cluster Zone Aride dove è possibile conoscere il problema della desertificazione e scoprire le soluzioni proposte attraverso immagini, video e infografiche.
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015