Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Il valore dell’agricoltura e degli orti sociali emerso in un incontro tenutosi mercoledì 29 luglio al Padiglione di Coldiretti

29 lug

Coldiretti Calabria dettaglio

Si è tenuta mercoledì 29 luglio a Expo Milano 2015, durante la settimana dedicata alla Regione Calabria presso il Padiglione di Coldiretti, l’interessante incontro sul valore dell’agricoltura e degli orti sociali a cui hanno partecipato Pietro Molinaro (Presidente di Coldiretti Calabria), Francesco Santopolo (esperto di agricoltura biologica e biodiversità) e Monsignor Vincenzo Bertolone (arcivescovo di Catanzaro e Squillace).
 
Agricoltura sociale. Coltivare l’orto per riscoprire il rapporto con la terra e con gli altri
 
Durante l’incontro sono stati presentati alcuni interessanti progetti di agricoltura sociale, tra cui la possibilità data ad alcune famiglie calabresi poco abbienti di coltivare la terra e di usufruire dei suoi frutti: “L’agricoltura ha un enorme valore sociale: in termini di sostegno alle categorie svantaggiate, di reinserimento, di inclusione, di formazione rispetto ai più giovani, di supporto al sistema scolastico, di assistenza alla fascia più anziana della popolazione”. Lo ha affermato Pietro Molinaro che ha aggiunto “La crisi economica che stiamo vivendo con conseguenze anche devastanti sul piano sociale ci sta facendo riscoprire il peso eminentemente sociale dell’agricoltura, a partire dalla famiglia e dal sano equilibrio che occorre stabilire fra generazioni diverse, fra giovani e anziani, entrambe risorse fondamentali per il nostro futuro”.
 
“Solo formando le nuove generazioni, possiamo avere un futuro”

Lo ha affermato nel suo intervento Francesco Santopolo che ha presentato le iniziative avviate in alcune scuole elementari per valorizzare e incentivare il rapporto con la terra e con i suoi frutti senza veleni, ma utilizzando al contrario, sapientemente, gli insetti. Proprio sul valore educativo dell’agricoltura si è soffermato lungamente il docente: “Abbiamo attivato tanti progetti educativi per sensibilizzare i bambini alla natura e ai suoi ritmi: orto in condotta, orto amico, le fattorie sociali e allevatori per un giorno.  Per esempio, i bambini imparano già alle elementari che non si devono mangiare i frutti fuori stagione oppure sanno tutto sugli insetti utili in agricoltura come le coccinelle e i ditteri”.

Orto Cella. Presentato il Protocollo di intesa tra Coldiretti e il carcere di Catanzaro

Nel corso della mattinata è stato anche presentato il Protocollo d'Intesa e adesione dell'Orto Cella della Casa Circondariale di Catanzaro agli orti di Campagna Amica, Fondazione ​​promossa da Coldiretti per realizzare iniziative volte ad esprimere pienamente il valore e la dignità dell’agricoltura italiana, anche in qualità di strumento di riscatto sociale e di motore per l’aggregazione: “Questo Protocollo di Intesa permetterà ai detenuti della Casa Circondariale di Catanzaro di coltivare dei prodotti della terra in una serra del carcere e poi di venderli ai cittadini. I carcerati potranno gestire l’orto riavvicinandosi così al mondo del lavoro” ha spiegato Pietro Molinaro.
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015