Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Il diritto al cibo. I dati della Caritas e le strategie per il futuro

17 ott

Diritto al cibo Caritas dettaglio

Il convegno “Diritto al cibo. Interventi di prossimità e azioni di advocacy”, tenuto al Conference Centre di Expo Milano 2015, ha voluto incentrare il contributo dei relatori sul tema della povertà alimentare in Italia e nel mondo, presentendo contemporaneamente i dati raccolti nell’ultimo Rapporto Caritas. Insieme a Monsignore Giuseppe Merisi, il Ministro per l’istruzione, l’università e la ricerca, Stefania Giannini, e il Ministro delle Politiche agricole, ambientali e forestali, Maurizio Martina, hanno partecipato all’evento Walter Nanni, di Caritas Italia, Silvia Sinibaldi, Caritas Europa, Paolo Beccegato, Vicedirettore di International Dept. Caritas Italiana, Jorge Nuno Mayer, Segretario generale di Caritas Europa, Luciano Gualzetti, Vicedirettore Caritas Ambrosiana, Michel Roy, Segretario generale Caritas Internationalis.

Lo stato di fatto alimentare, il caso italiano

Durante il convegno promosso dalla Caritas è stato approfondito il tema del diritto al cibo nei diversi contesti nazionali, evidenziando le proposte avanzate dall’organizzazione per contrastare il fenomeno dell’insicurezza alimentare e della mancanza di strategie politiche condivise per combattere questo fenomeno. Per presentare il Rapporto povertà di Caritas Italiana e Caritas Ambrosiana, Walter Nanni ha introdotto le caratteristiche socio anagrafiche della popolazione italiana ed europea tratteggiando uno stato di fatto allarmante: “più di 53 milioni di persone nell’Unione Europea non riescono a soddisfare in modo stabile l’esigenza di un pasto adeguato, solo in Italia il 14,2% della popolazione non si può permettere una dieta giornaliera sufficiente.” Un dato confermato dagli oltre 6,2 milioni pasti erogati nel 2014 dalle mense diocesane.

I progetti della Caritas e le politiche alimentari

Il Rapporto riporta non solo l’aumento del numero di persone indigenti, ma anche l’incremento e la diversificazione delle cause e delle modalità con cui le famiglie arrivano alla povertà. Per questo, durante il convegno Silvia Sinibaldi ha incentrato il suo intervento sulle best practices e gli interventi della Caritas in Europa, illustrando anche le statistiche relative ai progetti sostenuti dalle Caritas diocesane per potenziare le politiche sociali orientate volte al miglioramento della qualità della vita. Sinibaldi ha inoltre dimostrato che è anche attraverso il coinvolgimento delle comunità locali che possono essere raggiunti gli obiettivi alimentari, di cui l’esempio più concreto sono i pacchi viveri distribuiti negli Empori della Solidarietà e i progetti di agricoltura sociale. In occasione dell’evento sul diretto al cibo sono state premiate, per mano del Ministro Giannini, le scuole vincitrici del concorso fotografico “Cibo per tutti: è compito nostro”, promosso dalla Caritas e dal Miur.
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015