Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Dalla Slovacchia la macchina volante: la versatilità di un sogno diventato realtà. Il prototipo AeroMobil a Expo Milano 2015 fino al 17 ottobre

15 ott

AeroMobil presentazione news

Giovedì 15 ottobre si è svolta la presentazione di un’innovazione dirompente che rimarrà nella memoria di questa Esposizione Universale: la macchina volante AeroMobil. Il prototipo 3.0 dell’auto in grado di trasformarsi in areo e volare è stato sviluppato da un’azienda slovacca, e fino al 17 ottobre sarà esposto al pubblico di Expo Milano 2015 nello spazio tra il Padiglione del Kazakistan e quello degli Emirati Arabi. I visitatori hanno potuto ammirare la trasformazione senza eguali da auto ad aeroplano, grazie alle ali retrattili e regolabili. Hanno partecipato all’evento moderato da Guido Romeo, giornalista di Wired, Juraj Vaculík, Co-Founder e Ceo di AeroMobil, Štefan Klein, Co-Founder e designer ideatore del prototipo, e Peter Kažimír, Ministro delle Finanza della Repubblica di Slovacchia.
 


Tecnologie di progettazione e ingegneria alla base dell'impresa pionieristica

Il concept è stato originariamente realizzato nel 1989 dal progettista Klein. Dopo anni di mock-up e modelli prova, il sogno ventennale si è realizzato e alla fine nel 2010 si è realizzata la una partnership tra lui e l’imprenditore Juraj Vaculí. "Credo che AeroMobil – spiega il Ceo dell'azienda – ispirerà nuovi modi di pensare al viaggio personale, come un nuovo modello di trasporto. Expo Milano 2015 è il luogo giusto per mostrare al mondo questa innovazione. La versatilità è la nuova qualità, e noi abbiamo pensato a un’invenzione che non richiede investimenti in nuove infrastrutture”. Il prototipo 3.0, che è ancora in fase di ricerca e sviluppo, permette di decollare in uno spazio di 200m e atterrare in 50m. Klein ha evidenziato come “la legislazione debba seguire l’innovazione, e non è assurdo pensare a nuove forme di patenti e attestati di volo. Svilupperemo un centro di formazione e appena possibile introdurremo impianti a energia elettrica”.

La libertà di decollare dalle superfici erbose invece di dipendere dalle piste di atterraggio

Attualmente, la configurazione del motore prototipo consente di raggiungere la velocità massima di 160 km/h su strada e 200 km/h in volo. Una delle caratteristiche uniche è la sua capacità di decollare a una velocità di 100 km/h. Questo elemento distintivo concede agli automobilisti la libertà di decollare dalle superfici erbose invece di dipendere dalle piste di atterraggio. La facilità di decollo e atterraggio fanno parte dell'iniziativa di AeroMobil, volta a mutare il modo del trasporto personale.
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015