Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

A Expo Milano 2015 il Save the Children Day: rilancio della campagna Every One per salvare le vite dei bambini

13 ott

69 milioni di bambini rischiano di morire entro il 2030 se non si agisce subito. La malnutrizione è la concausa per la maggior parte di queste morti. In occasione del Save the Children Day viene lanciato l’appello e rilanciata la campagna Every One contro la mortalità  infantile: in 5 anni sono stati raggiunti 39 milioni di bambini con programmi di nutrizione e 95 milioni di mamme e bambini con interventi di salute. Fino al 1° novembre è attivo l’sms solidale 45505 per raccogliere fondi.
 

Una parata lungo il Decumano e un abbraccio per non mollare

Ad aprire la giornata, lungo il Decumano allestito con palloncini rossi issati anche da alcuni dei 17 padiglioni “amici” dell’iniziativa (Eataly, USA, UE, Belgio, Uruguay, Lindt, Brasile, Azerbaijan, Austria, Angola, UK, Turchia, Spagna, Svizzera, Germania, Algida, Fratelli Beretta) e con i ritratti fotografici dei testimonial di Save the Children realizzati da Riccardo Ghilardi, una vivace parata di bambini, famiglie, volontari, artisti della Scuola di Arti Circensi e Teatrali e i PIC-Pronto Intervento Clown, con “arrivo” al Villaggio Save the Children, dove compiere tutti insieme il gesto dell’abbraccio per simboleggiare la volontà di non “mollare” milioni di bambini a rischio di sopravvivenza nel mondo. Tra i partecipanti il Commissario Unico di Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino e alcuni parlmentari. Presenti anche gli attori Anna Valle, Irene Ferri, Daniele Liotti, testimonial dell’Organizzazione, i PlanetFunk che hanno deciso di devolvere alla campagna il ricavato del nuovo singolo “We-People”; alcuni importanti partner della campagna il Gruppo Elica con Deborah Care Brand Communication Manager; Massimiliano Montefusco Direttore Marketing e Comunicazione di RDS.

Il rilancio della campagna Every One: palloncini rossi e raccolta fondi

Quello di oggi è stato un momento forte e l’occasione per riconfermare l’impegno dell’organizzazione nel contrasto alle morti infantili prevenibili e alla malnutrizione, rilanciando oggi, per il settimo anno, la campagna Every One, contro la mortalità e la malnutrizione infantile, con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
“È facile darle un compleanno in più” è lo slogan che riassume il concetto creativo ideato dall’Agenzia Grey United per la campagna Every One 2015 e che si riferisce alle semplici soluzioni salvavita adottate da Save the Children per fermare la mortalità infantile. Simbolo dell’iniziativa, anche quest’anno, il palloncino rosso che ricorda la vita di un bambino che non si vuole lasciare andare e che quindi motiva ognuno (operatori, sostenitori, volontari, aziende, istituzioni) a non mollare (#iononmollo). La campagna Every One prosegue fino al 1° novembre con attività di sensibilizzazione, mobilitazione e raccolta fondi.

“Con la campagna Every One abbiamo rafforzato i nostri interventi di salute e nutrizione, permettendo a milioni di bambini di 40 paesi tra i più colpiti, di sopravvivere. Li abbiamo come tenuti per mano, per non lasciarli andare, raggiungendo in 5 anni 39 milioni di bambini con programmi di nutrizione e 95 milioni di mamme e bambini con interventi di salute. Inoltre abbiamo formato quasi mezzo milione di operatori sanitari, per portare cure e assistenza anche nelle comunità più lontane e marginali”, spiega Claudio Tesauro. Ma nonostante gli  importanti progressi che si registrano in molti dei Paesi dove il problema è più acuto, il quarto Obiettivo di Sviluppo del Millennio, che fissava al 2015 la riduzione di 2/3 della mortalità infantile, non è stato raggiunto. “Lavoreremo finché non vedremo azzerato questo numero di morti inaccettabili”, ha ribadito Valerio Neri, Direttore Generale Save the Children Italia. “La nostra presenza a Expo Milano 2015 con il Villaggio Save the Children risponde alla precisa volontà di mobilitare persone e risorse per proseguire e rafforzare i nostri interventi di contrasto alla mortalità e malnutrizione infantile”, ha spiegato. “Il nuovo traguardo che non possiamo mancare è al 2030, data entro la quale i leader del mondo si sono impegnati con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) sottoscritti nei giorni scorsi a New York, a sconfiggere povertà, disuguaglianze e a cancellare la mortalità infantile e la fame”, ha proseguito, rivolgendosi ai presenti, fra i quali Elena Gamba, che ha partecipato all’Assemblea delle Nazioni Unite con una delegazione di adolescenti a rappresentanza di Save the Children.

L’sms per sostenere Every One

Dal 12 ottobre al 1° novembre è attivo il numero unico solidale 45505. È possibile donare 2 euro inviando un sms dai cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali o chiamando lo stesso numero da rete fissa Vodafone e TWT. La donazione sarà di 2 o 5 euro chiamando il 45505 da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali. I fondi raccolti in Italia saranno destinati alla realizzazione di progetti in Egitto, Etiopia, Malawi, Mozambico e Nepal.
 
Scarica il rapporto “#IoNonMollo”
 
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015