Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Mario Martone racconta il suo Cilento al Padiglione Zero

19 set

Martone dettaglio

Oggi, 19 settembre, il Padiglione Zero ha ospitato l’incontro tra il regista dei film “Il giovane favoloso” e “Noi credevamo”, Mario Martone, il Sindaco di Pollica, il comune del Cilento emblema della dieta mediterranea riconosciuta patrimonio Unesco nel 2010, Stefano Pisani, e il Commissario unico per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala. All’evento erano presenti l’architetto Angelo Micheli, dello Studio De Lucchi, premiato per il valore didattico ed educativo dei loro progetti, e i due giovanissimi protagonisti del film “Pastorale cilentana”: Mattia Oricchio e Aurora Marrocco.

Dopo la visione del film “Pastorale cilentana”, proiettato ogni giorno all’interno del Padiglione Zero, i partecipanti hanno celebrato la bellezza del territorio e della cultura del Cilento. Il Commissario Sala ha ricordato “il tributo del Padiglione Zero, progettato dalla Studio di Architettura di Michele De Lucchi, al tema dell’alimentazione e alla voglia di fare in modo collaborativo degli italiani.” Un sentimento quello espresso da Sala che vorrebbe “potesse rimanere come eredità dell’Esposizione di Milano.”

Un cortometraggio per raccontare una storia

“Pastorale cilentana racchiude gli aspetti costitutivi della storia del Cilento” ha ricordato Mario Martone “e la capacità di questo splendido territorio di alimentare l’uomo attraverso i frutti della natura.” Il cortometraggio del regista campano racconta i gesti della cultura italiana attraverso un linguaggio “che ha lo stesso valore della pittura e della scultura nel nostro Paese.” In 20 minuti di proiezione Mario Martone ha aperto una breccia nel passato, più precisamente nel medioevo, alle origini della dieta mediterranea celebrandone le radici e l’identità tutta italiana.
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015