Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

L’arte di Michele Lamassa bussa alle porte di CasaCorriere

9 ago

CasaCorriere dettaglio

photogallery © Arminio Sciolli
 
Ancora per oggi CasaCorriere, il Padiglione de Il Corriere della Sera a Expo Milano 2015, ospita l’esibizione Ultramarine dell’artista svizzero Michele Lamassa, il quale ha realizzato una delle sue opere davanti a una nutrita platea di visitatori.
 

Un’opera contemporanea che rivendica il passato

A Expo Milano 2015, Lamassa ha creato un progetto elaborato e senza dubbio coinvolgente per commemorare il settantesimo anniversario dell’esplosione della prima bomba atomica sulla città giapponese di Hiroshima. In concomitanza della pubblicazione, l’8 agosto 1945, dell’articolo che su Il Corriere della Sera ha riportato l’accaduto, il curatore e direttore de Il Rivellino Arminio Sciolli e il giornalista Carlo Baroni hanno deciso di invitare Michele Lamassa all’interno del programma culturale settimanale di CasaCorriere permettendo così ai visitatori di poter apprezzare una tecnica artistica solo in apparenza caduta in disuso. L’artista di origine italiane è famoso sul panorama artistico internazionale per le sue realizzazioni ispirate alla tecnica pittorica dell’affresco e dello strappo, con le quali Michele Lamassa ha dato vita a un’opera vibrante e comunicativa che verrà esposta al pubblico per tutta la settimana. Il linguaggio di Michele Lamassa è un’espressione introspettiva della percezione artistica dello spazio, un’arte elaborata e complessa, lenta nella sua realizzazione che lascia dialogare la componente materica della calce, i cromatismi dei pigmenti naturali e le sensazioni umane. 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015