Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

L’acqua risorsa chiave per la sicurezza alimentare, ipotesi di collaborazione tra il Kuwait Fund e le aziende della Camera di Commercio di Milano

10 ago

imm kuwait dettaglio

La sicurezza alimentare dipende da molti fattori, ma uno assolutamente indispensabile: l’acqua. E’ solo grazie ad essa che le piante possono crescere e dare raccolto. Al valore imprescindibile delle risorse idriche è stata dedicata la conferenza Water and Food security, organizzata lunedì 10 agosto dal Padiglione del Kuwait a Expo Milano 2015 all’interno del Conference Centre del Sito Espositivo, con la preziosa collaborazione del Kuwait Fund For Arab Economic Development, importante realtà finanziaria kuwaitiana che sostiene progetti di sviluppo nei Paesi arabi e in tutto il mondo. Moderato da Mazen Ali Ansari (Direttore del Padiglione del Kuwait), l’incontro ha visto l’intervento di Abulkareem Sadeq (Kuwait Fund) e di Raffaello Benetti (Promos – Camera di Commercio della Provincia di Milano).
 
Kuwait Fund, 53 anni di cooperazione internazionale

Kuwait Fund For Arab Economic Development è stato fondato nel 1961 per sostenere progetti di sviluppo nei Paesi arabi, ma dal 1974 ha ampliato il suo raggio d’azione a tutto il mondo, in particolare ai Paesi in Via di Sviluppo. I singoli governi nazionali avanzano le proposte, mentre il Kuwait Fund ne valuta fattibilità e sostenibilità economica. Gli interventi riguardano i nodi classici dello sviluppo e cioè infrastrutture, trasporti, energia, educazione e naturalmente l’agroindustriale. Abulkareem Sadeq ha sottolineato come la più grande sfida che le politiche di sviluppo dovranno affrontare nei prossimi decenni sarà garantire la sicurezza alimentare a tutti gli abitanti del pianeta. Un obiettivo che può essere raggiunto con un efficace sostegno allo sviluppo agricolo, dove l’uso sostenibile delle risorse idriche sarà un elemento fondamentale.
 
L’esperienza kuwatiana nella gestione delle risorse idriche

Il Kuwait stesso ha sviluppato importanti competenze nella gestione razionale dell’acqua. Dovendo far fronte a un clima arido e ad una bassissima disponibilità di risorse idriche, il Paese ha realizzato impianti di desalinizzazione a tecnologia avanzata e spinto il più possibile la depurazione e il riutilizzo delle acque reflue. Se tali interventi assicurano l’approvvigionamento a centri urbani e industrie, l’agricoltura kuwaitiana si deve invece affidare alle riserve idriche sotterranee. Ma queste sono risorse non rinnovabili e che quindi vanno utilizzate preservandone la biocapacità di rigenerazione, ha spiegato Abulkareem Sadeq.
 
Kuwait Fund e aziende lombarde, ipotesi di collaborazione

Una grande competenza nell’uso dell’acqua è anche quella di due storiche aziende lombarde, Metropolitane Milanesi e Cap Gestione, tanto che sono loro ad aver realizzato le 32 case dell’acqua presenti ad Expo Milano 2015. Nel suo intervento, Raffaello Benetti si è focalizzato sulle loro consolidate esperienze nella gestione del ciclo idrico integrato a Milano e Provincia. Esperto di business internazionale a Promos, Azienda Speciale per le attività internazionali della Camera di Commercio di Milano, Benetti ha espresso grande interesse per le attività del Kuwait Fund For Arab Economic Development a sostegno dei progetti di sviluppo agricolo e gestione idrica in tutto il mondo, dichiarando la propria volontà di divulgarla presso le aziende lombarde rappresentate da Promos, con l’obiettivo di aprire nuove possibilità di collaborazione e investimento.
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015