Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Martedì 20 ottobre a Expo Milano 2015 è il National Day degli Emirati Arabi Uniti. In attesa di Expo 2020 Dubai

20 ott

20 ottobre

Martedì 20 ottobre Expo Milano 2015 ospiterà il National Day degli Emirati Arabi Uniti, con una Parata in costume che condurrà al Padiglione del Paese, che dopo il 31 ottobre sarà smontato e rimontato nella smart city avveniristica di Masdar.
 
Il programma della giornata
 
La cerimonia avrà luogo alle 10.30 presso l’Expo Centre. Dopo l’alzabandiera e i discorsi ufficiali, la delegazione si recherà con una Parata in costume al Padiglione, progettato dall’archi-star britannica Norman Foster. Questo capolavoro architettonico vuole solo anticipare quanto il Paese mostrerà nella prossima Esposizione Universale, Expo 2020 Dubai, che si terrà a Dubai nel 2020 con il tema Connecting Minds, Creating the Future. Il Padiglione contiene altre anticipazioni: il sito espositivo è in costruzione a metà strada tra Abu Dhabi e Dubai, per favorirne la raggiungibilità per via aerea. Il tema toccherà tre filoni: sostenibilità, opportunità e mobilità.
 
Visita al Padiglione degli Emirati Arabi Uniti: una passeggiata tra le dune del deserto
 
Il Padiglione degli Emirati Arabi Uniti è contraddistinto da una struttura che ricorda le dune del deserto. Queste sono state fotografate e riprodotte nei minimi dettagli in un materiale in resina in grado di trattenere il fresco. E anche il pavimento della rampa verso l’auditorium è lievemente ondulato: ai visitatori sembra di attraversare le gole desertiche degli Emirati. Ma il Padiglione degli Emirati Arabi Uniti non vuole solo stupire per il suo aspetto: per il Paese, il Tema di Expo Milano 2015 è infatti fondamentale, in quanto l’85% del cibo è importato e la scarsità delle risorse idriche è una sfida costante. Il cuore del Padiglione è il video di dieci minuti “Family tree” (ovvero la palma da dattero) mostrato sulle pareti avvolgenti all’interno dell’Auditorium. In un viaggio magico e quasi onirico, la ragazzina Sara viene trasportata nel passato, dove scopre i metodi usati dalle precedenti generazioni per ricavare l’acqua e l’importanza del dattero nel garantire la sopravvivenza nel deserto.
 
Un Paese desertico, con grandi città
 
Situati nel sud-ovest dell'Asia, bagnati dal Golfo di Oman e dal Golfo Persico e incastonati tra Oman e Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti sono un territorio quasi totalmente desertico. Per questo, la maggioranza della popolazione vive lungo la costa, di 1.318 km, in particolare lungo il Golfo Persico, dove si trovano le più grandi città del Paese e le principali attività economiche. Solo nell'estremità orientale sono presenti formazioni montuose, come la Catena del Hajar, a ridosso del confine con l'Oman. La capitale Abu Dhabi è al centro dell’emirato più grande, con l’87% della superficie complessiva, e il più abitato, con il 38% della popolazione. La zona del deserto di Abu Dhabi comprende due importanti oasi con un'adeguata quantità d'acqua sotterranea per insediamenti permanenti e per la coltivazione.
 
 
 
mostra vergani evento 500 320 20 ott 31 ott

La terra che ci nutre: la mostra fotografica di Amedeo Vergani a Expo Milano 2015

Dal 20 al 31 ottobre Cascina Triulza ospita la mostra fotografica "La terra che ci nutre" di Amedeo Vergani, centrata sul tema attualissimo del nutrire noi e nutrire il pianeta.

concerto de gregori immagine 25 ott

Francesco De Gregori in concerto all'Open Air Theatre: domenica 25 ottobre si chiude la stagione musicale di Expo Milano 2015

Il concerto inizia alle 21.00 ed è gratuito fino a esaurimento posti per i possessori del biglietto d’ingresso a Expo Milano 2015.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015