Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Mali

Mali bandiera
Mali

Tema della partecipazione: "Sicurezza alimentare nel contesto del cambiamento climatico, dell’innovazione contadina e della gestione sostenibile delle risorse naturali” 
 
zone aride
 
 
Il Concept

Il Mali partecipa a Expo Milano 2015 all’interno del Cluster Zone Aride. In un continente caratterizzato dalle forti tradizioni contadine di gran parte dei paesi dell'Africa occidentale, il Mali promuove il "TOGODA", o borgo agro-pastorale, come base collettiva avanzata per il consolidamento dell‘agricoltura, della pesca e della caccia. Può capitare che varie famiglie mettano in comune le loro attività agricole e riescano a garantire la maggior parte della loro produzione alimentare o agro-industriale, creando così un’interazione socio-economica positiva.
"TOGODA", tre sillabe suddivise in tre consonanti e tre vocali in un set audiovisivo attraente, è un termine che varia a seconda delle lingue nazionali del Mali che rende designa una residenza o un borgo temporaneo al di fuori delle aree più dense. E nel contesto del nostro progetto espositivo è il nome alternativo assegnato al Padiglione del Mali.
Il Paese vuole presentare al mondo la sua idea di innovazione contadina, con al centro l’agricoltura familiare come sistema che permette di valorizzare il territorio e favorire la gestione sostenibile delle risorse naturali. Il Mali vuole contribuire alla sfida di Expo Milano 2015 per rispondere alla domanda: E' possibile garantire a tutti un adeguato cibo di qualità, sano e sostenibile? Un percorso volto al miglioramento della sicurezza alimentare, garantendo un cibo sano e di qualità per tutti gli esseri umani, può portare alla riduzione della mortalità infantile e la malnutrizione. Il Paese punta anche a migliorare le caratteristiche nutrizionali dei prodotti alimentari promuovendo l'agricoltura sostenibile, con il riconoscimento di aziende familiari. Questo permette di garantire la sovranità alimentare e diventare il motore dell'economia nazionale con il fine del benessere per le popolazioni.
 
 

Sicurezza alimentare nel contesto del cambiamento climatico, dell’innovazione contadina e della gestione sostenibile delle risorse naturali

 
Il Padiglione

All’interno del proprio spazio, il Mali mostra tre elementi chiave nella cultura del Paese: la canoa, un pozzo e la tenda. Il primo rappresenta un mezzo fondamentale nella mobilitazione e nella distribuzione dei prodotti alimentari: oltre che venir utilizzato per attività culturali e ludiche, come le competizioni veliche o campagne di pesca. La canoa, lunga 5 metri, ha lo scopo di accogliere i visitatori per mostrare gli oggetti posizionati al suo interno, che riflettono il tema e che simboleggiano le "culture del Delta del Niger" e le loro conquiste storiche, sociali, umane ed economiche. Il pozzo rappresenta un elemento chiave per le realtà contadine, attraverso la possibilità di controllare le acque nei Paesi del Sahel, di cui il Mali fa parte. Inoltre, questa struttura rappresenta anche un punto d'incontro e di passaggio per il bestiame, pastori e viandanti; delle immagini e dei suoni accompagnano i visitatori nella rappresentazione della vita di tutti i giorni intorno al pozzo. Per finire una tenda in pelle di cammello, circondata da uno schermo di canne intrecciate accessori, è animata all’interno dagli occupanti che periodicamente indosseranno costumi tradizionali e si dedicheranno alla fabbricazione di attrezzi agricoli o elementi decorativi.
 
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015