Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Lavoro, Expo Milano 2015 inaugura un nuovo modello di collaborazione tra pubblico e privato

31 dic

LAVORO, EXPO MILANO 2015 INAUGURA
UN NUOVO MODELLO DI COLLABORAZIONE PUBBLICO-PRIVATO
Un modello aperto di collaborazione pubblico-privato. È questo il nuovo paradigma sul fronte occupazionale introdotto dalla collaborazione tra Expo 2015 S.p.A. e la Direzione Territoriale del Lavoro di Milano. Per sperimentare le opportunità di sviluppo e crescita di questo straordinario evento, la D.T.L. ha avviato la costruzione di un sistema di supporto che permetta alla manifestazione di evolversi in un contesto monitorato, programmato e curato, che rispetta le indicazioni previste dal Protocollo d’Intesa siglato a marzo 2014.
Il documento, che fa particolare riferimento alla corretta applicazione delle norme, intende assicurare il pieno rispetto dei principi di legalità e sicurezza nella gestione di tutte le attività connesse alla realizzazione della manifestazione. Diversi i piani di collaborazione tra DTL ed Expo 2015 S.p.A.:
attraverso un team inter funzionale dedicato, la D.T.L. ha analizzato gli accordi sindacali siglati in favore dell’evento. Principali focus sono stati l’accordo del 23 luglio 2013, che riguarda la flessibilità e i percorsi formativi-professionali all’interno della società Expo 2015, e gli accordi del 25 luglio 2014 indirizzati ai Paesi Partecipanti e ai loro Appaltatori per la costruzione di un quadro certo del diritto del lavoro per gli investitori stranieri. Quest’ultimo accordo è stato identificato da Expo 2015 S.p.A. e dalla Direzione Territoriale del Lavoro come una piattaforma di tutela per lavoratori e per datori di lavoro, condividendo l’incentivo alla legalità che lo stesso rappresenta;
la collaborazione ha prodotto un “Vademecum” della Sicurezza sul Lavoro che illustra in modo semplice e immediato gli adempimenti richiesti dalla normativa italiana a tutti i Partecipanti italiani e soprattutto internazionali ad Expo Milano 2015, fornendo un eccezionale strumento di informazione e formazione;
in questi giorni si sta lavorando per attivare un presidio della Direzione Territoriale del Lavoro presso il Sito Espositivo durante il semestre, al fine di contrastare con efficacia eventuali irregolarità e al contempo suggerire strade alternative ai soggetti che facessero richiesta di supporto all’Organizzatore.
La collaborazione di Expo 2015 S.p.A. con la Direzione Territoriale del Lavoro di Milano si muove inoltre sui campi del confronto preventivo, dell’orientamento e dell’informazione. L’obiettivo è, infatti, quello di rendere ancora più proficua l’azione istituzionale e quella di controllo, in modo da dare il via a un modello efficace, da poter replicare in futuro.
Milano, 29 dicembre 2014
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015