Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

La Repubblica del Congo festeggia il suo National Day

30 mag

È al ritmo dei tradizionali tamburi “tam tam” che, questa mattina in Expo Milano 2015, la Repubblica del Congo ha dato il via ai festeggiamenti per il suo National Day.
 
La Giornata Nazionale del Paese si è aperta con la consueta cerimonia dell’alzabandiera, sulle note degli inni nazionali italiano e congolese. All’appuntamento, che si è svolto davanti al Media Centre, hanno partecipato il Ministro dello Sviluppo industriale e della Promozione del settore privato del Congo Isidore Mvouba e il Commissario Generale di Expo 2015 Bruno Antonio Pasquino.
“Quella che lega i nostri Paesi è un’amicizia di lunga data. L’Italia – ha spiegato Pasquino - è tra i principali partner commerciali del Congo, il primo a livello europeo. Siamo certi che il supporto che darete allo sviluppo del tema dell’Esposizione Universale – ha affermato, rivolgendosi al ministro Mvouba – sarà fondamentale per l’intera manifestazione”.
 
All’interno del suo padiglione, nel Cluster dedicato ai Cereali e Tuberi, il Congo-Brazzaville racconterà come scienza e tecnologia possano mettersi al servizio della sicurezza e della qualità alimentare.
“La lotta alla povertà è una sfida che ci vede impegnati da vicino – ha dichiarato il ministro Mvouba -. Per questo motivo, come Paese, stiamo portando avanti un articolato piano di modernizzazione e industrializzazione. Siamo felici di poter contribuire con la nostra esperienza al dialogo e al dibattito sullo sviluppo sostenibile proprio qui, a Expo Milano 2015”.
 
Al termine della cerimonia, il ministro Mvouba ha fatto visita a Palazzo Italia, dove ha incontrato il Commissario Generale di Sezione del Padiglione Diana Bracco e ha firmato la Carta di Milano.
Le celebrazioni hanno coinvolto anche lo spazio comune del Cluster dei Cereali e Tuberi, dove nel pomeriggio si sono tenute degustazioni e concerti.
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015