Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Joe Bastianich

Joe Bastianich

Nasce nel Queens, in una famiglia di ristoratori e fin da piccolo si nutre di gastronomia apprendendo i primi rudimenti del settore sotto la guida del padre. Dopo il college capisce di volersi impegnare in una vita consacrata al cibo e al vino; compra un biglietto di sola andata per l'Italia e la gira a bordo di una Fiat Croma per tutto l'anno seguente, lavorando in ristoranti, vigneti e attingendo a piene mani dalla sua ricca eredità culturale. Rientrato a New York diventa prima socio della madre, la chef Lidia Bastianich, con cui apre il ristorante Becco, poi con Mario Batali, diventa partner di alcuni tra i migliori ristoranti di New York, tra cui i leggendari Babbo Ristorante ed Enoteca e il celebrato Del Posto. Dal 2010 al 2014 è stato volto dell’edizione americana di Masterchef, al fianco di Gordon Ramsey, per approdare poi nel 2011 anche sugli schermi nazionali in quella italiana insieme a Carlo Cracco e Bruno Barbieri. Recentemente, insieme alla CNBC assume il ruolo di produttore esecutivo nonché di conduttore nel nuovo show di successo Restaurant Start Up. Nel 2011 in collaborazione con il pioniere Oscar Farinetti porta a New York, e recentemente anche a Chicago, Eataly: il più imponente mercato enogastronomico italiano al mondo. Nel 2013 la famiglia Bastianich arriva per la prima volta in Europa con l’apertura di Orsone – Ristorante e Bed& Breakfast - affacciato sui vigneti della Cantina di famiglia nel cuore dei Colli Orientali del Friuli. Per raccontare il suo legame con l’Italia nel Novembre 2014 pubblica insieme alla giornalista Sara Porro: Giuseppino, da New York all’Italia, storia del mio ritorno a casa – edito da UTET. Joe Bastianich è uno dei volti di Ambassador per Expo Milano 2015.
 
 
 
"Ovviamente mangiamo da sempre, ma “cosa” e “come” lo facciamo diventa sempre più importante. Certamente cosa mangerà il mondo è la domanda fondamentale da porsi in questo periodo./ Credo che a Expo Milano 2015 non si troveranno tanto le soluzioni quanto le idee, una via d’azione che tutte le persone che saranno state a visitare l’Esposizione Universale potranno esportare nel proprio Paese e utilizzare come una strategia a livello globale per affrontare il più grande problema che abbiamo, che è quello di garantire un’alimentazione sana in tutto il mondo, poiché questo è un diritto, non un privilegio."
 
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015