Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Inaugurati i lavori per la costruzione del Padiglione USA a Expo Milano 2015

16 lug

“Diamo inizio ai lavori”, ha dichiarato oggi l’Ambasciatore USA in Italia John Phillips in occasione della posa della prima pietra per la costruzione del Padiglione USA a Expo Milano 2015.
Il Padiglione USA a Expo Milano 2015 agirà da catalizzatore per stimolare il dibattito e le conversazioni per affrontare le sfide globali sull’alimentazione. Il Segretario di Stato degli Stati Uniti John Kerry ha partecipato a un evento in collegamento simultaneo via satellite tra Washington e Milano per celebrare l’inizio dei lavori del Padiglione USA alla prossima esposizione universale, che si prevede porterà a Milano oltre 20 milioni di visitatori dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.
 
“L’innovazione è la linfa vitale degli Stati Uniti e, quale leader globale nel miglioramento della sicurezza alimentare, siamo orgogliosi di cogliere questa opportunità impegnandoci con grande entusiasmo ad Expo Milano 2015”, ha dichiarato il Segretario di Stato USA John Kerry nel corso dell’evento di oggi, cui hanno preso parte l’ex Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia David Thorne, il Console Generale USA in Italia Philip Reeker, partner, sponsor e sostenitori del padiglione USA.
Presenti a Milano l’Ambasciatore USA in Italia John Phillips, il Commissario Unico per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, accompagnati dai Partner del Padiglione USA. Nel corso dell’evento si è tenuta la posa della prima pietra del Padiglione USA che – con il tema “American Food 2.0: United to Feed the Planet” – presenterà il ruolo chiave degli Stati Uniti per il futuro dell’alimentazione in tutto il mondo.
 
“Gli agricoltori americani originano un quarto del cibo globale ma per soddisfare le esigenze della popolazione planetaria, in costante crescita, avremmo bisogno di aumentare la produzione alimentare mondiale del 70% entro il 2050. Per questo motivo il tema di Expo Milano 2015 ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’ è tempestivo e rilevante. E’ anche una sfida possibile. Grazie alla tecnologia, all’innovazione e allo spirito imprenditoriale, gli Stati Uniti ora generano una maggiore quantità di cibo, in modo più sicuro, soddisfacendo le esigenze di un numero sempre maggiore di persone, a prezzi sempre più accessibili che mai. Racconteremo questa nostra storia al Padiglione”, ha commentato l’Ambasciatore.
 
Il Padiglione – progettato da James Biber architetto di fama mondiale – avrà al suo interno una fattoria verticale completamente funzionante e celebrerà la storia dell’agricoltura degli Stati Uniti e il suo successo guidato dall’innovazione con numerosi programmi ed eventi, da esibizioni interattive a esperienze di tasting, da esposizioni e workshop a acceleratori di innovazione, creati con contributi di donatori privati e partner.
 
“Contiamo su una partnership pubblico-privato per la nostra partecipazione a Expo Milano 2015. Sono fiero di questo approccio. Siamo grati alle aziende che hanno già offerto generosi contributi per il successo del nostro Padiglione e mi auguro di poter accogliere presto nuovi sponsor, continuando a rafforzare questo fantastico team. Non vediamo l’ora di poter aprire le porte del Padiglione USA a voi e a milioni di visitatori dal 1 maggio 2015”, ha concluso l’Ambasciatore Phillips.
“E’ un piacere vedere il Sito di Expo vestito oggi a stelle e strisce e  il tradizionale ‘food truck’, che sarà uno degli elementi caratteristici dell'allestimento dello spazio statunitense per accogliere i visitatori dell'Esposizione Universale del 2015. Gli Stati Uniti sono pronti ad avviare ufficialmente i lavori per la costruzione di un padiglione che, in termini di contenuti e di Visitor Experience, sarà sicuramente uno dei più attrattivi e visitati”, ha detto il Commissario Unico del Governo per Expo Milano 2015 e Amministratore Delegato Expo 2015 SpA Giuseppe Sala.
 
Friends of the USA Pavilion Milano 2015, l’organizzazione privata che cura la presenza degli Stati Uniti a Expo Milano 2015, ha annunciato l’ingresso di importanti partner, tra cui GE. Le due aziende si uniscono a una lista crescente di partner che supporteranno il padiglione USA e il programma di manifestazioni ad esso associato prima e durante l’Expo. “Siamo entusiasti di collaborare con un fantastico gruppo di sponsor per affrontare insieme le problematiche dell’alimentazione su un palcoscenico internazionale. Il Padiglione USA vuole rappresentare la varietà culturale degli Stati Uniti e il nostro impegno a risolvere le sfide che accomunano noi tutti nel campo dell’alimentazione. Invitiamo anche altri a unirsi a noi”, ha commentato Jerry Giaquinta, rappresentante di “Friends of the USA Pavilion”.

L’organizzazione “Friends of the USA Pavilion” è una collaborazione tra James Beard Foundation e International Culinary Center, in associazione con la Camera di Commercio Americana in Italia. “Friends of the USA Pavilion” è impegnata nella ricerca di partner che rappresentino la diversità, l’innovazione e lo spirito imprenditoriale che hanno marcato la storia del cibo in America, sollevando allo stesso tempo una call to action globale sulle sfide per alimentare il pianeta.
Il Padiglione USA è finanziato interamente grazie alla generosità di organizzazioni, aziende, università e individui. Attualmente i partner comprendono GE, Brand USA, Uvet, DuPont, illy, 3M, McKinsey & Company e FleishmanHillard. Per ulteriori informazioni sul Padiglione USA o sulle modalità per diventare sponsor visitare: http://www.usapavilion2015.net

Friends of the USA Pavilion USA Milano 2015

Amici del Padiglione USA Milano 2015, organizzazione no-profit 501(c)(3), è una collaborazione tra la James Beard Foundation (JBF) e l'International Culinary Center (ICC), in associazione con la Camera di Commercio Americana in Italia, la cui missione è concepire, progettare, raccogliere fondi e realizzare il Padiglione USA e i relativi programmi a Expo Milano 2015 sotto gli auspici del Dipartimento di Stato americano. Attualmente i partner comprendono GE, Brand USA, Uvet, DuPont, illy, 3M, International Culinary Center, James Beard Foundation, McKinsey & Company e FleishmanHillard.

Diretta dalla Presidentessa Dorothy Hamilton (fondatrice e CEO di ICC), dal CEO Charlie Faas e dal Chief Creative Officer Mitchell Davis (EVP di JBF), e con la consulenza di un team di esperti in scienze, business, tecnologia, agricoltura, sostenibilità, design e altri campi, l'organizzazione degli Amici sovrintenderà a ogni aspetto del progetto.
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015