Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Il programma settimanale del Padiglione Slow Food da lunedì 21 a domenica 27 settembre

21 set
27 set

21 settembre 10:00 - 27 settembre 21:00

programma settimanale slow food dettaglio
Prosegue il programma culturale del Padiglione Slow Food a Expo Milano 2015, anche questa settimana da lunedì 21 a domenica 27 settembre sarà densa di incontri ed eventi culturali. Oltre ai consueti appuntamenti, come i laboratori per bambini e ragazzi Slow Food for Kids, le degustazioni di vini, formaggi e Presidi Slow Food e la musica di Suoni di Terra Madre, lo spazio offre alcuni momenti particolarmente significativi.
 
Vigne d’Oriente
Lunedì 21 settembre alle 14.00 si terrà Le vigne riscoperte di Venezia, un viaggio alla riscoperta di antichi vitigni orientali reimpiantati nelle vigne della laguna veneta. A seguire, AN so miga FORA, un incontro e scambio culturale tra viticoltori emiliano-romagnoli e  produttori produttori georgiani di vino e anfore, detentori dei segreti dell’ancestrale metodologia di produzione di vino in anfora.
 
Il cibo narrato dalle donne
Martedì 22 settembre alle 18.00-18.45 si terrà Ricette e parole, un percorso nel cibo come nutrimento dell’anima, risorsa collettiva, identità, cultura e passaggio di esperienze e saperi al femminile, nel racconto di Leyla Khalil – vincitrice del Premio Speciale Slow Food Terra Madre del Concorso letterario nazionale Lingua Madre dedicato alle donne straniere.
 
Parmigiano, qualità naturale
Mercoledì 23 settembre alle 18.00 verrà presentato il primo progetto di filiera Parmigiano reggiano Dop a "impatto zero". Nel corso dell'incontro verrà "aperta" e degustata la prima forma di Parmigiano reggiano a "impatto zero".
 
I pascoli migranti
Giovedì 24 settembre alle 15.00 ci sarà l’incontro Cargar scargar dalla montagna, progetto del Collettivo Fotosocial che valorizza gli aspetti culturali, storici, artistici delle persone che detengono i saperi tradizionali del cibo e sono in grado di prendersi cura del territorio, come quello del pastore nomade.
 
Extravergini di Lombardia
Sabato 26 alle 18.00 si terrà un incontro tutto dedicato agli oli extravergini dei laghi lombardi presenti nella Guida agli extravergini di Slow Food, nel corso del quale si parlerà di  produzione, pregi e difetti, conservazione, di come si assaggia l’olio e della pubblicità ingannevole.
 
Api e frutteti
Domenica 27 alle 14.00 la condotta di Slow Food Faenza presenta un video documentario su Domenico Ghetti, agricoltore che a Marzeno, sulle colline faentine, ha recuperato quasi 400 varietà autoctone di alberi da frutta romagnoli. Alle 18.00 si prosegue con un laboratorio su api e miele a cura di Mielizia, per scoprire tutti i segreti di questi piccoli insetti fondamentali alla sopravvivenza dell’uomo.
 
Il Padiglione Slow Food
Realizzato interamente in legno e con la nota chiocciolina rossa riconoscibile dall’esterno, il Padiglione Slow Food accoglie i visitatori dell’Esposizione Universale in prossimità dell’ingresso Est - Roserio, all’altra estremità del Decumano rispetto alla stazione ferroviaria e della metropolitana di Rho Fiera Milano Expo. Lo spazio è costituito da tre accoglienti tettoie, sotto le quali trovano posto un teatro per incontri ed eventi culturali, un’area espositiva tutta incentrata sulla Biodiversità e una zona dedicata alle degustazioni, in particolare dei prodotti agricoli e dei piatti tutelati dalla rete dei Presidi Slow Food. Al centro del Padiglione si apre la Piazza della Biodiversità, un’oasi di pace in cui riposarsi avvolti dal profumo di varietà rare di ortaggi.
 
Ecco il programma settimanale del Padiglione Slow Food da lunedì 21 a domenica 27 settembre
 
Lunedì 21 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 14.00-14.45
Le vigne riscoperte di Venezia
Un viaggio alla riscoperta di antichi vitigni che, importati dai greci e dall'oriente, e recentemente reimpiantati nelle vigne della laguna veneta, hanno dato vita a nuovi vini che profumano di passato.
Interviene: Nicola Sabbatini, docente Fisar
 
Ore 15.00-15.45
AN so miga FORA – Territorio e produttori sperimentano le macerazioni in anfore georgiane
Una contaminazione insolita ed estremamente suggestiva, AN so miga FORA, un progetto di scambio culturale tra i produttori georgiani di vino e anfore, detentori dei segreti dell’ancestrale metodologia di produzione di vino in anfora, e i viticoltori emiliano-romagnoli. Uno dei produttori è Francesco Bordini di Villa Papiano, che spiega: «Questa “contaminazione” è nata da un istinto semplice: indagare in modo ancestrale i vitigni autoctoni della Romagna. Questa voglia di conoscere in profondità senza filtri né timori di protocollo i nostri storici vitigni ha portato un gruppo di vignaioli a misurarsi con le lunghe macerazioni sulle bucce e le fermentazioni spontanee in anfore georgiane di terracotta. Attori di questa avventura Albana, Trebbiano, Malvasia, Pignoletto, Rebola, Pagadebit, Centesimino e Sangiovese».
 
Ore 16.30-17.15
Andiamo al cinema: un volo sul Parco Agricolo Sud Milano
Un viaggio alla scoperta del Parco Agricolo Sud Milano tramite la proiezione di un video che ne illustra e racconta il territorio. Un video per mostrare i quattro pilastri che costituiscono questo angolo verde nel cuore di Milano: agricoltura, storia, natura e paesaggio.
 
Ore 18.00-18.45
Gli orti della Bassa
La condotta Bassa Bresciana racconta le proprie esperienze con gli orti, dall’Orto in Condotta ai 10.000 Orti in Africa. Un territorio sempre in movimento!
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Martedì 22 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
Potere allo sciame!
Potere allo sciame è un messaggio di sostenibilità che significa economia circolare: consumiamo meno, stabiliamo un limite, riduciamo gli input esterni, recuperiamo gli scarti, mangiamo prodotti sani, buoni ed eccezionali, facciamo qualità invece che quantità, miglioriamo la qualità della vita e del lavoro e delle relazioni tra uomo, ambiente e territori. Oggi tutti parlano di sostenibilità ma chi è veramente disposto a condividere il progetto Potere allo sciame? Potere allo sciame è un progetto della Scuola ambulante di agricoltura sostenibile per un'apicoltura sostenibile.
 
Ore 18.00-18.45
Ricette e parole – Il cibo narrato dalle donne
Cibo come nutrimento dell’anima, dei ricordi personali, dei legami e degli affetti più cari. Cibo come cura per l’altra/o, come risorsa collettiva, come affermazione identitaria e culturale. Cibo come passaggio di esperienze e saperi al femminile, custoditi e tramandati di generazione in generazione in quanto doni preziosi nella vita di una donna. Di tutto questo narra e si nutre il racconto di Leyla Khalil – vincitrice del Premio Speciale Slow Food Terra Madre del Concorso letterario nazionale Lingua Madre dedicato alle donne straniere – ospite dell’incontro insieme a Daniela Finocchi (ideatrice del Concorso Lingua Madre) per portare al pubblico una testimonianza importante di quell’humus che le donne sanno alimentare e rendere sempre più fertile nonostante i cambiamenti, le distanze, le difficoltà di vite tradotte in altre lingue e in altri luoghi.
Intervengono:
Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso letterario nazionale Lingua Madre
Leyla Khalil, Premio Speciale Slow Food/Terra Madre del X Concorso Lingua Madre
Letture dalle antologie Lingua Madre e proiezione del video Ricette e parole – Il cibo narrato dalle donne, tutorial di cucina al femminile.
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Mercoledì 23 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 14.00-14.45; 16.10-17.00; 17.00-17.45
Presentazione progetto Italia Sveglia
Slow Food Educazione incontra Claceso, Conférence latine des chefs d’établissement de la scolarité obligatoire. Un momento di approfondimento sulla storia e l'evoluzione di Slow Food dalle origini a oggi, con un focus sull'approccio educativo portato avanti dall'Ufficio educazione Slow Food. Valorizzando l'alimentazione e l’agricoltura sostenibile, Slow Food propone un’educazione alimentare che, introducendo come punto di partenza la sensorialità e il gusto, mette al centro il principio del piacere come strumento e stimolo per introdurre cambiamenti reali positivi negli stili alimentari. L’impostazione pedagogica Slow Food introduce una lettura complessa del “sistema cibo”, includendo le implicazioni economiche, sociali, ambientali, antropologiche, di produzione, trasformazione e consumo per fornire gli strumenti critici necessari ai consumatori di domani.
A seguire degustazione finale di vino e assaggi di formaggi.
Accesso riservato.
 
Ore 18.00-18.45
Parmigiano reggiano: qualità naturale e sostenibile
Il primo progetto di filiera Parmigiano reggiano Dop a "impatto zero". Nel corso dell'incontro verrà "aperta" e degustata la prima forma di Parmigiano reggiano a "impatto zero".
Intervengono:
Giuseppe Alai, Presidente Consorzio Parmigiano Reggiano
Piero Gattoni, Presidente Caseificio Caramasche
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Giovedì 24 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 14.00-14.45
Sopra la panca
Sopra la panca è un programma di gestione e controllo della filiera caprina ideato e portato avanti da Slow Food Lombardia. Al progetto, aderiscono numerosi allevatori delle province di Varese, Como, Lecco, Bergamo e Brescia. Un incontro per parlare del progetto, ma soprattutto di animali al pascolo, benessere animale, alimentazione Ogm free.
 
Ore 15.00
Cargar scargar dalla montagna – I pascoli migranti
Un progetto di slow foto a cura del Collettivo Fotosocial. L’attuale spunto economico e un consolidato fattore di moda hanno portato i concetti di “biologico” ed “ecosostenibile” nella nostra vita, ma solo raramente prendono in considerazione i fattori culturale, storico, artistico e delle persone che detengono tali saperi e sono in grado di prendersi cura del territorio. Il progetto fotografico “Pascoli migranti” ha l’ambizione di riscoprire uno dei mestieri più antichi, il pastore nomade, e pone al centro l’uomo come giusto coordinatore delle dinamiche naturali, senza ambizione di modificarle.
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Venerdì 25 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 12.00-12.45
Un risotto “consapevole”
Da sempre un rapporto diretto lega gli alimenti tradizionali della montagna e della pianura: la castagna e il riso. Un tempo era lo scambio diretto tra il montanaro e il contadino a unire i due prodotti: le castagne secche trasportate a spalla fin nella “bassa” venivano scambiate con il riso; la gente di montagna ne riempiva il cestone e scendeva fino alla pianura per risalirvi con il carico di riso appena battuto che, se acquistato in paese, sarebbe stato tre volte più caro. Oggi le passe, prodotte con metodi antichi e difficilmente reperibili, valgono almeno sei volte l’equivalente del riso che invece viene prodotto in grande quantità nelle risaie che hanno quasi raggiunto le prime colline del Mortigliengo. Infatti non hanno avuto esito le proteste che, fin dal Settecento, la gente di montagna inviava all’intendente della Provincia di Biella per contenere l’estensione delle risaie che minacciavano la sopravvivenza dei castagneti fruttiferi con la loro “cattiva aria” – quando non esistevano ancora i pesticidi! Le castagne prodotte dal grande Arbo dell’alpe Celf – un patriarca di oltre otto metri di circonferenza che cresce da oltre mezzo millennio ad un’altitudine di quasi 1000 metri – e il riso della pianura biellese si coniugano oggi in un risotto “consapevole” degli antichi rapporti, e delle problematiche attuali che occorre affrontare per garantire un cibo buono, pulito e giusto.
 
Ore 15.00-15.45
Il burro a latte crudo dell’alto Elvo, un Presidio per il paesaggio
In alta valle Elvo, la secolare produzione di burro per affioramento con il latte della pezzata rossa d’Oropa deriva dagli specifici caratteri geologici e morfologici di un territorio montano ricco di sorgenti. Promosso dall’Ecomuseo Valle Elvo e Serra, il Presidio Slow Food tutela e valorizza questo straordinario prodotto, preservando la successiva filiera della toma magra e delle ricotte tipiche del Biellese occidentale. L’iniziativa si lega al progetto Eco Slow Road, che coinvolge una ventina di ecomusei italiani in collaborazione con Slow Food per la conoscenza diretta delle caratteristiche dei territori e delle competenze degli abitanti, dalle quali derivano paesaggi e prodotti peculiari che ne sono l’autentica espressione.
Presentazione a cura di Giuseppe Pidello, coordinatore dell’Ecomuseo Valle Elvo e Serra e responsabile del Presidio
 
Ore 18.00-18.45
Raccontare i biellesi da esposizione
BiellEXPO propone un percorso di curiosità e di conoscenza piuttosto particolare: le testimonianze storiche delle partecipazioni dei biellesi del passato alle grandi manifestazioni internazionali e nazionali a partire dal primo Ottocento. Si tratta di una ricchissima ricostruzione di un'esperienza iniziata nel 1806 a Parigi con le falci dei Vineis di Mongrando, e durata fino alla Grande Guerra o poco oltre, quando si chiuse il lungo e straordinario "secolo delle esposizioni". Expo 2015 a Milano ha innescato un’attività di ricerca che ha permesso di scoprire nomi e fatti perlopiù sconosciuti che esposero ovunque, da New York a Londra, da Anversa ad Amsterdam, da Monaco di Baviera a Nizza, da Bruxelles a Melbourne, da Chicago a Quito. Per raccogliere tutte le tracce di quelle piccole grandi storie ci è voluto un telo di 22 metri, una timeline fitta di immagini, di notizie e di box di approfondimento. E questo è solo l'inizio di un viaggio che affascina e sorprende. Soprattutto induce a riflettere su una vivacità non solo artigianale e industriale, ma anche "antropologica" e sociale che il Biellese sembra aver perduto. BiellExpo, il Biellese e i biellesi da esposizione è anche un esercizio di condivisione. Il DocBi ha potuto eseguirlo grazie a numerosi collaboratori e alla disponibilità di istituti e istituzioni culturali, aziende attive, privati e appassionati di ogni tipo. La magia di kermesse come Expo 2015 nasce da alchimie antiche: gli ingredienti biellesi sono alla Fabbrica della ruota da domenica 28 fino alla metà di ottobre.
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Sabato 26 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
Dialogo con i produttori del Presidio Slow Food del chinotto di Savona
Un percorso sensoriale per spiegare le caratteristiche chimiche, nutrizionali e organolettiche del Chinotto di Savona, Presidio Slow Food.
L’incontro è a cura di:
Cinzia Morelli chef,
Anna Cricenti dietista,
Attilio Venerucci moderatore
Monica Maroglio fiduciario della Condotta Albenga Finale Alassio.
Interviene Luca Ottone, produttore e agronomo
 
Ore 16.30-17.15
Preparami una storia: tanti fogli, un'etichetta narrante e il viaggio ha inizio!
Laboratorio didattico/sensoriale sulla preparazione virtuale di una ricetta, dedicato ai più piccoli, a cura della dietista Anna Cricenti e di Monica Maroglio fiduciario della Condotta Albenga Finale Alassio.
 
Ore 18.00-18.45
In Lombardia si produce davvero un buon extravergine? – Guida agli extravergini: l’esempio lombardo
Una panoramica sugli argomenti che riguardano l’extravergine, con particolare riguardo agli oli dei laghi lombardi presenti della Guida agli extravergini di Slow Food: la produzione, i pregi e i difetti, la conservazione, come si assaggia l’olio, la pubblicità ingannevole… Al termine dell’incontro si assaggeranno tre oli dei laghi e saranno messi a confronto con un olio difettato.
Interviene:
Marco Antonucci, giornalista, assaggiatore professionista, iscritto all’Elenco nazionale dei tecnici ed esperti in oli extravergini e vergini di oliva del Ministero delle politiche agricole con qualifica di capo panel internazionale
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Ore 20.00-20.20
Il Pianeta che ci ospita di Ermanno Olmi
«Il Pianeta che ci ospita è il titolo del film cortometraggio – Expo 2015 Nutrire il Pianeta.
Lo scopo di questo evento universale è innanzitutto l’impegno dei popoli ricchi nel garantire cibo, acqua e dignità a ogni essere umano, secondo un principio di giustizia che regola la convivenza fra le genti della Terra.
 Allo stesso modo, e al pari del cibo, i popoli che hanno conquistato attraverso il sacrificio dei loro martiri il privilegio della libertà siano esempio di democrazia e convivenza civile». 
Ermanno Olmi
 
Domenica 27 settembre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Asiago di allevo Dop, Caprini Sopralapanca, Formadi frant, Madurado San Martín. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 21 al 27 settembre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 14.00-14.45
Il frutteto della memoria
La condotta di Slow Food Faenza presenta un video documentario su Domenico Ghetti, agricoltore che sulle colline faentine, a Marzeno, ha recuperato quasi 400 varietà autoctone di alberi da frutta romagnoli. Il video è stato realizzato dalla scorsa primavera a oggi, cogliendo le varie fasi della fioritura dei peri, della maturazione delle pesche, e delle molte altre varietà di frutta presenti nel suo campo multivarietale, costruito in 40 anni di passione e lavoro e raccontate da lui stesso.
 
Ore 15.00-15.45
La biodiversità dei mais
Un racconto alla scoperta della storia e delle tradizioni dei mais antichi. Un mondo di biodiversità.
 
Ore 16.30-17.15
Pane a Villa Sorra – Percorso partecipato dalla semina alla tavola
Nella splendida cornice architettonica e paesaggistica di Villa Sorra si stanno discutendo i temi dell’alimentazione tra Otto e Novecento e soprattutto del recupero delle pratiche produttive rispettose dell’ambiente, attraverso il ciclo di coltivazione del grano e le successive fasi di produzione della farina e del pane. Venite a conoscere la storia e le tradizioni di questo pane!
 
Ore 18.00-18.45
Alla ricerca dell’oro delle api… Laboratorio in tre tempi, a cura di Mielizia, per scoprire tutti i segreti di questi piccoli insetti!
Senza le api, zucchine, fragole, pesce e tante altre gustose piante scomparirebbero dai nostri orti e dalle nostre tavole… E allora partiamo per una piccola caccia al tesoro cercando di scoprire perché difendere le api significa salvare la biodiversità. Mieli, pollini, pappa reale, cera, propoli sono veri e propri tesori che le api ci donano. Smielare, vedere i fili dorati di miele che si staccano dai favi e si spargono sulle pareti dello smielatore, è sempre una magia che, da secoli, dona gioia a chi vi assiste. Un miele per ogni fiore, tanti fiori per tanti mieli che hanno colori, odori e sapori diversi. Degustarli significa fare un viaggio immaginario lungo le strade che i fiori tracciano nelle più belle terre del nostro paese.
Organizzazione attività
h. 15.00 piccola caccia al tesoro per scoprire quali piante del giardino di Slow Food non potrebbero fare a meno delle api
h. 16.00 smielatura dimostrativa
h.18.00 degustazione di 6 mieli emiliani diversi (acacia millefiori, sulla melata e castagno)
Intervengono
Elisabetta Tedeschi (Conapi Mielizia)
Giovanni Iula (Conapi Mielizia)
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
 
 
 
CS sommario 20 settembre 21 set

The Cooking Show. Dai Fratelli Damini a Gualtiero Marchesi, una nuova settimana all’insegna del gusto e della sostenibilità

Un'altra settimana entusiasmante aspetta gli ospiti di The Cooking Show, il programma che vede chef italiani e stranieri incontrarsi per condividere, piatti, ricette, cultura e racconti di cucina, e riflettere sul tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. 

ND Etiopia 22 sett 22 set

Il 22 settembre è il National Day dell’Etiopia. Musiche, danze e piatti tipici della terra del caffè

Si festeggia il 22 settembre, il National Day dell’Etiopia a Expo Milano 2015.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015