Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Il programma settimanale del Padiglione Slow Food da lunedì 19 a domenica 25 ottobre

19 ott
25 ott

19 ottobre 10:00 - 25 ottobre 20:00

programma settimanale slow food dettaglio
Ecco il programma culturale del Padiglione Slow Food a Expo Milano 2015 di questa settimana da lunedì 19 a domenica 25 ottobre. Oltre agli appuntamenti fissi, dai laboratori per bambini e ragazzi Slow Food for Kids alle degustazioni di vini, formaggi e Presidi Slow Food alla musica di Suoni di Terra Madre, anche nei prossimi giorni lo spazio offre alcuni momenti particolarmente significativi.
 
Consulta nazionale del vino italiano
Lunedì 19 ottobre alle 11.30 si terrà la conferenza stampa di presentazione del Co.N.V.I – Consulta nazionale del vino italiano, voluta dalle maggiori associazioni del comparto vitivinicolo nazionale per affrontare concretamente i problemi del settore a 360° e diventare un punto di riferimento, sia per le istituzioni sia per il consumatore nel promuovere la conoscenza del mondo enologico e l’educazione al consumo.
 
Il Pisco, distillato bandiera del Perù
Sempre lunedì 19 ottobre, alle 16:30, ci sarà un incontro con le donne peruviane attive nel mondo del Pisco, distillato tipico peruviane, che negli ultimi 30 anni hanno occupato ruoli tradizionalmente maschili.
 
 
Rapporto col consumatore e innovazione
Martedì 20 ottobre alle 15.00 verrà descritta l’esperienza della cascina Zipo nel Parco Agricolo Sud, che accoglie visitatori con prati coltivati in modo naturale e una stalla dove le mucche sono felici.
 
Le tre agricolture: contadina, industriale, ecologica
Mercoledì 21 ottobre alle 18.00 verrà presentato il libro Le tre agricolture: contadina, industriale, ecologica, a cura di Pier Paolo Poggio e con una prefazione di Carlo Petrini, che raccoglie contributi sulla rinnovata centralità dell’agricoltura e di un rapporto degli esseri umani con la terra, sia in Italia che in tutto il mondo.
 
Il cibo a teatro
Il fine settimana al Padiglione Slow Food sarà all’insegna del teatro, sabato 24 ottobre alle 18.00 ci sarà lo spettacolo: FoodEmotionSystem: quando il cibo prende forma e domenica 25 ottobre alle 15 Cerchiamo Terra!
 
La cultura del cibo come eredità di Expo Milano 2015
Sempre domenica 25 ottobre, alle 16.30 si terrà l’importante incontro Learning from Expo?, dedicato alla cultura del cibo dopo Expo Milano 2015. Nel corso dell’incontro saranno presentate le pubblicazioni Utet Grandi Opere Expo 1851-2015 e Cultura del cibo edite in occasione di Expo Milano 2015.
 
Il Padiglione Slow Food
Realizzato interamente in legno e con la nota chiocciolina rossa riconoscibile dall’esterno, il Padiglione Slow Food accoglie i visitatori dell’Esposizione Universale in prossimità dell’ingresso Est - Roserio, all’altra estremità del Decumano rispetto alla stazione ferroviaria e della metropolitana di Rho Fiera Milano Expo. Lo spazio è costituito da tre accoglienti tettoie, sotto le quali trovano posto un teatro per incontri ed eventi culturali, un’area espositiva tutta incentrata sulla Biodiversità e una zona dedicata alle degustazioni, in particolare dei prodotti agricoli e dei piatti tutelati dalla rete dei Presidi Slow Food. Al centro del Padiglione si apre la Piazza della Biodiversità, un’oasi di pace in cui riposarsi avvolti dal profumo di varietà rare di ortaggi.
 
 
Ecco il programma settimanale del Padiglione Slow Food da lunedì 19 a domenica 25 ottobre.
 
Lunedì 19 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle balze volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 19 al 25 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 11.30-12.30
Conferenza stampa di presentazione del Co.N.V.I – Consulta nazionale del vino italiano
Presentarsi uniti per rilanciare i valori e la cultura enologica del nostro paese. È questa l’idea da cui nasce la Consulta nazionale del vino italiano grazie all’impegno delle maggiori associazioni del comparto vitivinicolo nazionale. La Consulta affronterà concretamente i problemi del settore a 360° con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento, sia per le istituzioni sia per il consumatore nel promuovere la conoscenza del mondo enologico e l’educazione al consumo.
Hanno aderito al progetto molte associazioni, tra cui: Agivi, Ais, Aspi, Associazione nazionale le Donne del Vino, Conaf, Fisar, Fivi, Movimento Turismo del Vino, Onav, Sive, Slow Food Italia, Vinarius.
 
Intervengono:
Lorenzo Berlendis, vice presidente Slow Food Italia
Vito Intini, coordinatore Co.N.V.I.
 
Ore 14.00-14.45
Slow Cheese – Presentazione formaggi della settimana
Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle balze volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Francesco Nota, fiduciario della condotta Slow Food Marchesato di Saluzzo, presenta i quattro protagonisti dell’area Slow Cheese in degustazione dal 19 al 25 di ottobre.
 
Ore 15.00-15.45
Decliniamo la biodiversità a scuola
Tre progetti da raccontare realizzati con alcune classi delle scuole superiori della bassa pianura bergamasca, da Treviglio a Caravaggio, sul tema della biodiversità in ambito agroalimentare.
 
Ore 16:30-17:15
Il Pisco, distillato bandiera del Perù
Le donne peruviane negli ultimi 30 anni hanno fatto una piccola rivoluzione nel mondo del Pisco e la loro presenza oggi è diventata fondamentale al punto di ricoprire dei ruoli importanti storicamente di gestione maschile.
 
Intervengono:
Gladys Torres Urday, Presidente dell’Associazione Las Damas del Pisco del Perù, docente Fisar e capo redattore della rivista Il Sommelier.
Parteciperà e porterà i saluti ufficiali S.E. Eda Adriana Rivas Franchini, Ambasciatrice del Perù in Italia.
 
Ore 18.00-18.45
Città dell’educazione – Educazione, persona, passato e futuro
La proposta di un nuovo modello educativo per la creazione di una rinnovata cittadinanza terrestre, ancorata alla migliore tradizione pedagogica italiana, aperta al pensiero contemporaneo e proiettata nel terzo millennio per la promozione di un’educazione del cuore e della mente.
 
Introduzione:
Enrica Agosti, presidente Slow Food Lombardia
Donatella Maldina, ideatrice e direttrice pedagogica del progetto educativo per Expo 2015
Roberta Morelli, assessore alla scuola del comune di Brescia
Ispettore Mario Maviglia, dirigente Ust
Giovanni Quaresmini, professore e ex dirigente scolastico
 
Intervengono:
Alessandro Belli, presidente Ave Spa e presidente dell’associazione Brescia Città Grande
Elisabetta Selmi, dell’Università degli Studi di Padova e presidente della fondazione Eulo
Giorgio Becilli, preside Istituto Comprensivo Franchi
Mariuccia Mascadri, preside Istituto Comprensivo Vestone, con alcuni alunni
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Martedì 20 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle balze volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 19 al 25 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15:45
Filiera diretta e innovazione: l’azienda agricola del futuro
Nel cuore del Parco Agricolo Sud di Milano, a Zibido San Giacomo, esiste un’antica cascina ricca di storia, che offre ai suoi visitatori prati coltivati con metodi attenti alla natura e una stalla dove le mucche sono felici. A raccontarci la storia dell'azienda agricola Zipo e di come molte altre realtà si siano evolute nel corso degli anni con l'introduzione della multifunzionalità e della vendita diretta, Elisa Pozzi e Lorenzo Berlendis.
 
Ore 18.00-18:45
Firma del protocollo di intesa tra Slow Food Lazio e Compagnia dei Lepini
Un atto formale che Slow Food Lazio firmerà insieme alla Compagnia dei Lepini. Si tratta del compimento di un’importante sinergia che consentirà l'avvio di progetti e iniziative di valore nel territorio legato alla dorsale dei monti Lepini, con particolare riferimento alle produzioni agroalimentari e alla tradizione enogastronomica locale, all'uso quotidiano del cibo nella socialità diffusa e nelle strutture organizzate.
 
Intervengono:
Stefano Asaro, presidente Slow Food Lazio
Quirino Briganti, presidente Compagnia dei Lepini
Lorenzo Berlendis, vicepresidente Slow Food Italia
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Mercoledì 21 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle Balze Volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 19 all’25 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
A Sardenaira
La sardenara (sardenaira in dialetto) di Sanremo appartiene alla famiglia delle pizzate e deriva dalla provenzale pissaladière. Nel Ponente ligure ha preso varie denominazioni: pisciarà, pasta cu a pumata, machetusa, pisciadella o piscialandrea (pizzalandrea)… Quest’ultimo termine deriva dal nome dell'ammiraglio Andrea Doria, che però non può essere l'inventore della pietanza, visto che a quei tempi il pomodoro non era ancora arrivato in Liguria.
 
Ore 16.30-17.15
Bagna cauda day
La kermesse organizzata dall'associazione Astigiani, in programma il 20, 21 e 22 novembre, vedrà impegnati oltre 100 tra ristoranti, vinerie, cantine storiche di Asti, del Piemonte, nazionali e internazionali. Il Bagna cauda day vuole far riscoprire il piatto tipico della tradizione piemontese declinato in diverse versioni, da quella classica a quelle più leggere, eretiche o atee. In tutti i locali la bagna cauda sarà proposta al prezzo di 25 euro a persona e il vino a 8 euro. Il Bagna Cauda Day partecipa anche al progetto 10.000 orti in Africa.
 
Ore 18.00-18:45
La nuova centralità dell’agricoltura – Presentazione del libro “Le tre agricolture: contadina, industriale, ecologica”
Si sta discutendo del “lascito” di Expo. I molteplici contributi raccolti in questo volume (a cura di Pier Paolo Poggio e con una prefazione di Carlo Petrini) danno una risposta che sarebbe saggio tenere ben presente: in termini incalzanti, da più punti di vista, dimostrano la rinnovata centralità dell’agricoltura, del concreto rapporto degli esseri umani con la terra. E ciò non solo dove tutti i giorni si lotta per la sopravvivenza, ma dappertutto, in Italia e nel mondo.
 
Intervengono:
Lorenzo Berlendis, Alberto Berton, Stefano Bocchi, Pier Paolo Poggio
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Giovedì 22 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle Balze Volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 19 all’25 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15:45
120 anni di Lavazza
Il mondo del caffè visto dal lato dell’etica, del cuore e della passione di una grande azienda storica italiana. Ne parliamo con Roberto Messineo e Marcello Arcangeli, direttore del training center Lavazza.
 
Ore 16.30
Slow Food Verona e la pecora degli Scaligeri in Lessinia
La pecora brogna è un ovino autoctono della Lessinia Veronese. Dalle origini antiche, si contraddistingue per testa e arti di color fulvo. Animale prolifico e resistente, si è adattato al rigido clima montano della Lessinia veronese. Molto rinomata per la sua lana di qualità, da cui si ricava un filato esportato nei mercati d’Europa. Oggi è allevata da pochi pastori in Lessinia veronese, che con caparbia determinazione e orgoglio hanno evitato la sua estinzione.
 
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Venerdì 23 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle Balze Volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 14.00
Grappa Invitti: storia di una grande passione
La distilleria Invitti si racconta e propone un’imperdibile degustazione a base di grappa valtellinese, dagli inconfondibili aromi delle vinacce chiavennasche, abbinata al cioccolato Vanini, marchio di pregio di Icam: un sodalizio che esalta profumi e sapori di grappe uniche e molto apprezzate. Egidio Invitti, quarta generazione dell’omonima distilleria, racconterà la storia dell'azienda e del distillato per eccellenza, la grappa. Una degustazione speciale delizierà gli ospiti.

Ore 15.00-15.45
Il Mercato della Terra e le comunità del cibo sul percorso della via Francigena in terra di Lunigiana
Da qui passa la via Francigena, che sul territorio di Sarzana e dintorni ha lasciato un bagaglio culturale non indifferente. Qui si sono intrecciate storie, culture, prodotti e sapori che hanno influenzato la gastronomia del territorio. A raccontarci le tradizioni gastronomiche locali e il ricco Mercato della Terra di Sarzana, emblema di questi scambi commerciali, la condotta Slow Food locale. Non perdetevelo!
 
Ore 16.30-17.15
Il trattamento dell’obesità e del sovrappeso in età pediatrica
Il trattamento dell’obesità e del sovrappeso in età pediatrica può essere fatto mediante un approccio dietoterapico integrato dalla promozione teorico‐pratica di corretti stili alimentari. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con i reparti di Nutrizione Clinica e Pediatria dell’ospedale di Arzignano.
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Sabato 24 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle Balze Volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 19 al 25 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15:45
La mela rosa dei Sibillini
Le mele rosa dei Sibillini, Presidio Slow Food, rappresentano il prodotto del territorio che maggiormente è riuscito ad identificarsi con esso. Si tratta di un'antica popolazione frutticola coltivata tra i 450 e i 900 metri sul livello del mare; piccolina, irregolare, leggermente schiacciata e con un peduncolo cortissimo. Il colore è verdognolo con sfumature che vanno dal rosa al rosso violaceo e all’arancio. La polpa è acidula e zuccherina, il profumo intenso e aromatico. Insomma è buona e pur essendo poco appariscente riesce a competere benissimo con le mele moderne grandi, regolari e dai colori brillanti, presenti sul mercato locale. Sulla base di questo importante lavoro, nel 2000 è nato il Presidio Slow Food, sostenuto oltre che dalla Comunità montana anche dall'Assessorato all'agricoltura della Regione Marche.
 
Ore 16.30-17:15
Storie di birra
Alla scoperta delle tradizioni birrarie tedesche. Un viaggio fra gli ingredienti e i processi che rendono queste birre prodotti unici.
A raccontarcelo Roberto Parodi, Radeberger. 
 
Ore 18.00-18.45
FoodEmotionSystem: quando il cibo prende forma
Spettacolo teatrale
 
Ore 18.00-21.00
Aperitivo slow
Dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!
 
Ore 20.00-20.20
Il Pianeta che ci ospita di Ermanno Olmi
«Il Pianeta che ci ospita è il titolo del film cortometraggio – Expo 2015 Nutrire il Pianeta.
Lo scopo di questo evento universale è innanzitutto l’impegno dei popoli ricchi nel garantire cibo, acqua e dignità a ogni essere umano, secondo un principio di giustizia che regola la convivenza fra le genti della Terra.
Allo stesso modo, e al pari del cibo, i popoli che hanno conquistato attraverso il sacrificio dei loro martiri il privilegio della libertà siano esempio di democrazia e convivenza civile». 
Ermanno Olmi
 
Domenica 25 ottobre
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese
Slow Cheese: Asiago d’allevo Dop, Pecorino delle Balze Volterrane, Zipotta Milano, Bleu d’Auvergne Aoc. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 19 all’25 ottobre.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
Cerchiamo Terra!
Siamo quello che mangiamo… ma cosa mangiamo? Esiste un “ingrediente” oggi forse dato per scontato o forse dimenticato. Eppure si tratta di qualcosa di fondamentale che unisce consumatori e produttori riavvicinandoli a un mondo rurale che spesso ci appare lontano nel tempo e nello spazio. Cerchiamo Terra! conduce gli spettatori alla riscoperta di questo “ingrediente”.
A cura di Deafal Ong. Scritto e diretto da Sara Parziani, con Mimosa Benetti, Valentina de Salvatore, Sara Parziani
 
Ore 16.30-17.15
Learning from Expo?
La cultura del cibo dopo Milano 2015. Nel corso dell’incontro saranno presentate le pubblicazioni Utet Grandi Opere Expo 1851-2015 e Cultura del cibo edite in occasione di Expo Milano 2015.
 
Intervengono:
Cinzia Scaffidi, vicepresidente di Slow Food Italia e docente presso l’Università di Scienze Gastronomiche a Pollenzo
Alberto Abruzzese, direttore scientifico dell’opera Expo 1851-2015
Luca Massidda, curatore dell’opera Expo 1851-2015
Gianfranco Marrone, docente di semiotica e direttore del master sulla cultura e la comunicazione del gusto presso l’Università di Palermo
Tito Vagni, docente di sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università degli studi di Macerata
Enrico Cravetto, direttore editoriale Utet Grandi Opere
 
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015