Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Il programma settimanale del Padiglione Slow Food da lunedì 05 a domenica 11 ottobre

5 ott
11 ott

5 ottobre 10:00 - 11 ottobre 20:00

programma settimanale slow food dettaglio
Ecco il programma culturale del Padiglione Slow Food a Expo Milano 2015 di questa settimana da lunedì 05 a domenica 11 ottobre. Oltre agli appuntamenti fissi, dai laboratori per bambini e ragazzi Slow Food for Kids alle degustazioni di vini, formaggi e Presidi Slow Food alla musica di Suoni di Terra Madre, anche nei prossimi giorni lo spazio offre alcuni momenti particolarmente significativi.
 
Terra Madre Giovani – We Feed the Planet

Martedì 6 ottobre dalle 11 alle 20 l’ultima giornata di Terra Madre Giovani – We Feed the Planet si svolge a Expo Milano 2015. Dalle 11.30 alle 12.30 la conferenza di chiusura, moderata da Maham Rizvi, è stat organizzata all’Auditorium del Sito Espositivo. Il relatore sarà Paolo Gentiloni, Ministro degli Esteri italiano. Dalle 12.30 alle 14 è prevista la marcia verso il padiglione Slow Food e la chiusura ufficiale dell’evento. Dalle 16 alle 17 è prevista la conferenza “Investimenti in agricoltura per produttori di piccola scala”, a cura di Oxfam, mentre dale 18 alle 20.30 è previsto un aperitivo al Padiglione Slow Food.

Una task force contro lo spreco alimentare

Mercoledì 7 ottobre dalle 16.30-17.15 è stato organizzata Una task force contro il Food Waste. L’entità degli avanzi (cibo sprecato e gettato, anche se potenzialmente ancora consumabile) e degli scarti (cibo che viene gettato perché non consumato o consumato solo parzialmente) nella ristorazione collettiva resta uno dei grandi nodi solo parzialmente risolti a livello nazionale e internazionale. La ristorazione ospedaliera per i suoi ritmi è uno degli esempi di ristorazione che comporta più sprechi. A raccontarci il problema e il progetto per ridurlo la Rete piemontese di nutrizione clinica che ha attivato una vera task force di medici e dietisti. Tra i relatori presenti Fulvio Moirano, direttore regionale della Sanità Regione Piemonte, Maria Luisa Amerio, direttore Soc Dietetica e nutrizione clinica ospedale Cardinal Massaia, Asl At e coordinatore del progetto Scarti ospedalieri e Andrea Pezzana, coordinatore della Rete piemontese di Dietetica e nutrizione clinica.

Cibo e dignità

Giovedì 8 ottobre dalle 18.00 alle 18.45 è previsto l’evento Cibo e dignità dove verrà presentata l'esperienza di due progetti Slow: uno in un piccolo carcere italiano, l'altro in sei carceri europei che hanno sperimentato il pianeta cibo come mezzo di rieducazione e inclusione sociale. Intervengono Diego Accardo, responsabile cultura ed educazione, curatore blog e comunicazione, Fausto Costagli, responsabile dei progetti Gusto è libertà e Taste of Freedom, Roberto Giomi e Antonella Giusti, realizzatori del video "Taste of Freedom".

Venerdì 9 ottobre dalle 10.30 alle 12.30 è previsto Apis Land – Educazione innovativa al fascino e al gusto della biodiversità: rassegna dei mieli e dell’apicoltura italiana.

In occasione del Bee and Honey day a Expo, Apis Land propone un laboratorio che ha l’obiettivo di far conoscere, sostenere e promuovere i mieli tipici di un patrimonio unico al mondo, salvare le api per la salvaguardia della biodiversita à e dell’ecosistema.

Sabato 10 ottobre dalle 14.30 alle 16.30 è stato organizzato La terra che abbiamo in comune - Storie di migrazione e sviluppo sostenibile sul tema della migrazione e dell’agricoltura biologica. Dalla voce dei protagonisti storie, idee e progetti di agricoltura sostenibile promossi in Burkina Faso e in Italia da due associazioni di migranti burkinabè insieme a Fondazioni for Africa Burkina Faso. L’evento è organizzato da Fondazioni for Africa Burkina Faso. Intervengono Abdou Yabré, associazione Abreer progetto Dall’orto in città di Reggio Emilia al Burkina Faso, Flora Tognoli, associazione Watinoma progetto BioxTutti a Koubri, Marzia Sica, Fondazioni for Africa Burkina Faso, Abderrahmane Amajou, Responsabile migranti Slow Food. Modera Sara Zambotti, conduttrice e autrice Caterpillar Radio2.

Il Padiglione Slow Food

Realizzato interamente in legno e con la nota chiocciolina rossa riconoscibile dall’esterno, il Padiglione Slow Food accoglie i visitatori dell’Esposizione Universale in prossimità dell’ingresso Est - Roserio, all’altra estremità del Decumano rispetto alla stazione ferroviaria e della metropolitana di Rho Fiera Milano Expo. Lo spazio è costituito da tre accoglienti tettoie, sotto le quali trovano posto un teatro per incontri ed eventi culturali, un’area espositiva tutta incentrata sulla Biodiversità e una zona dedicata alle degustazioni, in particolare dei prodotti agricoli e dei piatti tutelati dalla rete dei Presidi Slow Food. Al centro del Padiglione si apre la Piazza della Biodiversità, un’oasi di pace in cui riposarsi avvolti dal profumo di varietà rare di ortaggi.

Ecco il programma settimanale del Padiglione Slow Food da lunedì 5 ottobre a domenica 11 ottobre

Lunedì 5 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 14.00-14.45

Gli aromi del vino nelle differenti varietà

L’interesse per le proprietà aromatiche dei vini rappresenta un fenomeno in crescita costante, che si sviluppa di pari passo con l’incremento della richiesta, con la “riscoperta” del vino da parte di un pubblico sempre più ampio e attento. Negli ultimi anni, si è notata una certa tendenza nel privilegiare l’analisi olfattiva dei vini. Durante l'incontro saranno classificate le principali varietà di uva italiane ed estere, sulla base dei profumi percepiti alla degustazione. Che cosa è un profumo? Quali sono le strategie viticolo-enologiche che portano all’esaltazione o al contrario all’eliminazione di un segnale odoroso?

Interviene Paolo Peira, docente Fisar

Ore 15.00-15.45

Puzzone di Moena Dop – DoloMitico!

È in pascoli mitici anzi... DoloMitici! che, in estate, pascolano i capi bovini dal cui prezioso latte d’alpeggio si ricava il Puzzone di Moena Dop malga (Presidio Slow Food), prodotto in poche forme all’anno riconoscibili per la “M” sullo scalzo. Da giugno a settembre, infatti, con il latte proveniente dalle malghe dislocate nelle valli di Fiemme, Fassa e Primiero, si produce un formaggio che per metodo di lavorazione e stagionatura non si differenzia dal Puzzone di Moena DOP tradizionale, ma il cui gusto risulta notevolmente diverso… Morbido e avvolgente, racchiude il gusto di tutte le erbe ed i fiori che si possono trovare in pascoli che si arrampicano fino oltre i 2000 metri d’altitudine…     
  

Intervengono: il casaro, il presidente del consorzio di tutela Puzzone di Moena/Spretz Tzaorì Dop e il presidente del consorzio Trentingrana Gruppo Formaggi del trentino.

Ore 16.30-17.15

Impresa sociale al femminile e percorsi educativi per la valorizzazione delle filiere agricole locali

Mani Tese descrive i risultati e i progressi delle azioni realizzate in Benin, per riflettere insieme sull’importanza della valorizzazione delle filiere agricole locali e sull’imprenditoria sociale femminile con particolare attenzione al ciclo produttivo della manioca, della soia e dell’arachide. Inoltre, si presenteranno le attività formative pratiche che si svolgono in Italia e in Benin allo scopo di rafforzare la consapevolezza delle giovani generazione sul valore del cibo e della sua produzione.

Intervengono:
Giovanni Sartor, responsabile cooperazione Mani Tese
Achille Tepa, Rappresentante Paese Benin, Mani Tese

Ore 18.00-18.45

Slow Food incontra il Carso-Kras

Il Carso, ovvero Kras, è un territorio che si configura per una continuità inscindibile, non solo dal punto di vista naturalistico-ambientale ma anche agricolo ed antropico, tra il versante più interno e quello rivierasco. Agricoltori e vignaioli intrecciano senza soluzione di continuità storie di vita, di vigne e di vini. Una formidabile rappresentazione dell'unicità carsica vedrà una delegazione di giovani vigneron presentare una batteria di vini di grande suggestione, meravigliosi  ambasciatori di un grande territorio.

Ore 18.00-21.00

Aperitivo slow

Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!

Martedì 6 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

11,30-20,00

Terra Madre Giovani – We Feed the Planet

L’ultima giornata di Terra Madre Giovani - We Feed the Planet si svolgerà a Expo!

11.30-12.30

conferenza di chiusura in Auditorium

Relatore, Paolo Gentiloni, Ministro degli esteri italiano

Moderatore, Maham Rizvi

12.30-14.00

marcia al padiglione Slow Food e chiusura ufficiale

16.00-17.00

conferenza “Investimenti in agricoltura per produttori di piccola scala”, a cura di Oxfam

18.00-20.30

aperitivo al padiglione Slow Food

Ore 18.00-21.00

Aperitivo slow

Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!

Mercoledì 7 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 15.00-15.45

Il gusto della differenza

Zolla14 Organic Farm Project è situata nella Marca trevigiana in un’area protetta dal Ministero dei beni ambientali a ridosso di due risorgive che la costeggiano quasi integralmente. Questo territorio è coltivato a "brolo" con tutte le varietà autoctone di frutta, grazie ad agricoltori lungimiranti che le hanno conservate e tramandate. Zolla14 basa il suo lavoro sui princìpi della biodiversità. Nel 2005 inizia il recupero di oltre 5000 alberi da frutto di cui 3000 meli di otto varietà differenti. In questo contesto, dove la pratica di mantenimento è condotta con il metodo biodinamico, le mele hanno notevoli qualità organolettiche emerse con evidenza quando nel 2007 si è avviata la trasformazione in succo limpido monocultivar e nel 2009 anche in blend. I succhi sono lasciati affinare in vetro dai due ai 6 anni diventando “Riserve Speciali” alla stregua dei vini pregiati.

Ore 16.30-17.15

Una task force contro il Food Waste

L’entità degli avanzi (cibo sprecato e gettato, anche se potenzialmente ancora consumabile) e degli scarti (cibo che viene gettato perché non consumato o consumato solo parzialmente) nella ristorazione collettiva resta uno dei grandi nodi solo parzialmente risolti a livello nazionale e internazionale. La ristorazione ospedaliera per i suoi ritmi è uno degli esempi di ristorazione che comporta più sprechi. A raccontarci il problema e il progetto per ridurlo la Rete piemontese di nutrizione clinica che ha attivato una vera task force di medici e dietisti.
 
Relatori: Fulvio Moirano, direttore regionale della Sanità Regione Piemonte Maria Luisa Amerio, direttore Soc Dietetica e nutrizione clinica ospedale Cardinal Massaia, Asl At e coordinatore del progetto Scarti ospedalieri Andrea Pezzana, coordinatore della Rete piemontese di Dietetica e nutrizione clinica.

Ore 18.00-18.45

Dalle valli della Bormida due progetti in difesa della biodiversità

Due progetti sono stati rispettivamente avviati nel 2005 e nel 2012 per tutelare la biodiversità nelle valli della Bormida. Il primo riguarda la zucca di Rocchetta, cucurbita Cucurbita autoctona recuperata dall’estinzione da un gruppo di produttori, comunità del cibo di Terra Madre, e passeggero dell’Arca del Gusto. I prodotti della trasformazione consistono in confetture, canditi per alta pasticceria e, ultimamente, nella zucca essiccata. Il secondo riguarda invece il moco, un legume presente sul territorio fin dall’età del bronzo. Grazie alla disponibilità di alcuni appassionati che avevano negli anni proseguito nella coltivazione sono stati reperiti i semi per avviare un progetto di produzione sufficiente per riportare nelle campagne , nelle cucine e sulle tavole questo legume con l’obiettivo di portare avanti una concreta difesa della biodiversità
I due progetti saranno presentati da una delegazione composta dal fiduciario della condotta, il presidente dell’Associazione produttori la zucca di Rocchetta, da membri della comunità del cibo e dal Sindaco di Cengio.

Ore 18.00-21.00

Aperitivo slow

Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!

Giovedì 8 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 14.00-14.45

Gli agrumi del Lago Maggiore

Cinque secoli di delizie nel Verbano. Storia e storie, colori e sapori. Il passato, il presente e il futuro dei "giardini mediterranei" più settentrionali d'Europa. Arance e limoni, cedri e pompelmi, mandarini e clementine hanno trovato casa sulle rive del lago e costituiscono un patrimonio di frutti che alimentano il corpo con la loro bontà e lo spirito con la loro bellezza. Protagonista dell'incontro sarà il "paesaggio che nutre": una risorsa davvero importante per il territorio.

Intervengono: Elisabetta Minoli, vicesindaco del comune di Cannero Riviera Fiorangela Minoletti, collezionista e coltivatrice di agrumi Maria Cristina Pasquali, condotta Slow Food Lago Maggiore e Verbano

Ore 15.00-15.45

Puzzone di Moena Dop – DoloMitico!

È in pascoli mitici anzi... DoloMitici! che, in estate, pascolano i capi bovini dal cui prezioso latte d’alpeggio si ricava il Puzzone di Moena Dop malga (Presidio Slow Food), prodotto in poche forme all’anno riconoscibili per la “M” sullo scalzo. Da giugno a settembre, infatti, con il latte proveniente dalle malghe dislocate nelle valli di Fiemme, Fassa e Primiero, si produce un formaggio che per metodo di lavorazione e stagionatura non si differenzia dal Puzzone di Moena DOP tradizionale, ma il cui gusto risulta notevolmente diverso… Morbido e avvolgente, racchiude il gusto di tutte le erbe ed i fiori che si possono trovare in pascoli che si arrampicano fino oltre i 2000 metri d’altitudine…     
   

Intervengono: il casaro, il presidente del consorzio di tutela Puzzone di Moena/Spretz Tzaorì Dop e il presidente del consorzio Trentingrana Gruppo Formaggi del trentino.

Ore 16.30-17.15

Le vigne riscoperte di Venezia – Appuntamento a cura della Fisar

Un viaggio alla riscoperta di antichi vitigni che, importati dai Greci e dall'Oriente, e recentemente reimpiantati nelle vigne della laguna veneta, hanno dato vita a nuovi vini che profumano di passato.

Interviene: Nicola Sabbatini, docente Fisar

Ore 18.00-18.45

Cibo e dignità

L'esperienza di due progetti Slow: uno in un piccolo carcere italiano, l'altro in sei carceri europei che hanno sperimentato il pianeta cibo come mezzo di rieducazione e inclusione sociale.
 
Intervengono: Diego Accardo, responsabile cultura ed educazione, curatore blog e comunicazione
Fausto Costagli,: responsabile dei progetti Gusto è libertà e Taste of Freedom Roberto Giomi e Antonella Giusti, realizzatori del video "Taste of Freedom"

Ore 18.00-21.00

Aperitivo slow

Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!

Venerdì 9 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 10.30-12.30

Apis Land – Educazione innovativa al fascino e al gusto della biodiversità: rassegna dei mieli e dell’apicoltura italiana

In occasione del Bee and Honey day a Expo, Apis Land propone un laboratorio che ha l’obiettivo di far conoscere, sostenere e promuovere i mieli tipici di un patrimonio unico al mondo, salvare le api per la salvaguardia della biodiversita à e dell’ecosistema.L’incontro si articola in più momenti: una live contest tra due scolaresche, la premiazione della classe vincente con tanto miele quanto il peso di uno tra gli alunni vincitori, una dimostrazione di smielatura dal vivo, una degustazione di mieli italiani e di ricette preparate col miele, un flashmob di apicoltori…  L’evento è aperto a tutti.

Ore 18.00-18.45

L’alterità che ci abita – Donne migranti e percorsi di cambiamento (Edizioni Seb27)

Ore 18.00-21.00

Aperitivo slow

Tutte le sere, dalle 18 alle 21, è possibile fruire di un prezzo speciale per la degustazione della chiocciola. Ti proponiamo 4 formaggi a latte crudo e 2 calici di vini italiani a 10 euro.
Vieni a trovarci al padiglione Slow Food, all'estremità est del Decumano. Rilassati a bordo del nostro orto rigoglioso, ascolta i Suoni di Terra Madre, preparati a una degustazione di qualità… Ti aspettiamo!

Sabato 10 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 14.30-16.30

La terra che abbiamo in comune - Storie di migrazione e sviluppo sostenibile

Migrazione e agricoltura biologica. Dalla voce dei protagonisti storie, idee e progetti di agricoltura sostenibile promossi in Burkina Faso e in Italia da due associazioni di migranti burkinabè insieme a Fondazioni for Africa Burkina Faso.
L’evento è organizzato da Fondazioni for Africa Burkina Faso.

Intervengono: Abdou Yabré, associazione Abreer progetto Dall’orto in città di Reggio Emilia al Burkina Faso Flora Tognoli, associazione Watinoma progetto BioxTutti a Koubri, Marzia Sica, Fondazioni for Africa Burkina Faso, Abderrahmane Amajou, Responsabile migranti Slow Food
Modera: Sara Zambotti, conduttrice e autrice Caterpillar Radio2

Ore 20.00-20.20

Il Pianeta che ci ospita di Ermanno Olmi

«Il Pianeta che ci ospita è il titolo del film cortometraggio – Expo 2015 Nutrire il Pianeta.
Lo scopo di questo evento universale è innanzitutto l’impegno dei popoli ricchi nel garantire cibo, acqua e dignità a ogni essere umano, secondo un principio di giustizia che regola la convivenza fra le genti della Terra.
Allo stesso modo, e al pari del cibo, i popoli che hanno conquistato attraverso il sacrificio dei loro martiri il privilegio della libertà siano esempio di democrazia e convivenza civile». 
Ermanno Olmi

Domenica 11 ottobre

Ore 10.00-21.00

Slow Cheese

Taleggio a latte crudo, Robiola di Roccaverano, Valcasotto, Jacetania. Ecco i protagonisti dell’area Slow Cheese, in degustazione dal 5 all’11 ottobre.

Ore 11.00-11.45

Slow Food for Kids: imparare giocando!

Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 13.00-13.45

Passione Isole slow: Isola del Giglio

Dove ancora resiste un rapporto antico tra uomo, terra e mare, territorio difficile, ma generoso, presidio di giovani che continuano esperienze antiche con spirito moderno.

Intervengono: Bossini Claudio, Giovanni Andolfi, Irene Andolfi, Enrico Centurioni
 
 
 
 
Programma 2 maggio sommario 31 ott

Il programma degli appuntamenti. Ti aspettiamo a Expo Milano 2015!

Ecco cosa accade sabato 31 ottobre ad Expo Milano 2015.

National Day Gibuti 8 ott evento 8 ott

Le zone aride in festa per il National Day di Gibuti che si celebra a Expo Milano 2015 giovedì 8 ottobre

Per festeggiare il National Day, Gibuti ha organizzato eventi e incontri che si susseguono lungo tutto il corso della giornata. La cerimonia d’apertura è prevista per le 10.30.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015