Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Il Presidente François Hollande e il Premier Matteo Renzi a Expo Milano 2015 per la giornata nazionale della Francia

21 giu

“Expo Milano 2015 è straordinaria sotto ogni profilo: per la qualità, per la creatività e per aver saputo unire centinaia di Paesi del mondo”. Sono queste le parole usate dal Presidente della Repubblica Francese Francois Hollande, presente oggi all’Esposizione Universale, per celebrare il National Day del Paese. “La Francia – ha spiegato il Presidente Hollande - sta preparando progetti per le prossime Esposizioni Universali e prende ispirazione proprio da Expo Milano 2015, che è già un successo per il numero di visitatori”.
 
Ad accogliere la delegazione francese, questa mattina, sono stati il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi e il Commissario Unico Delegato del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala. Hanno preso parte alla Cerimonia dell'alzabandiera il Ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, il Commissario Generale di Expo 2015 Bruno Pasquino, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, l’Assessore regionale all’istruzione Valentina Aprea e il Prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca. La delegazione francese ha visto la partecipazione del Ministro dell'Agricoltura Stéphan Le Foll, dell'ex Ministro della Cultura Jack Lang, dell’Ambasciatrice francese in Italia Catherine Colonna e del Commissario Generale del Padiglione Francese Alain Berger. Tra i presenti anche l’attrice Carole Bouquet.
 
Al termine della cerimonia il premier Renzi e il Presidente Hollande, accompagnati dal Commissario Sala, hanno percorso a piedi il Decumano, attorniati dalla folla dei visitatori, e visitato il Padiglione Francese, prima di fermarsi a Palazzo Italia, dove il Capo di Stato francese ha firmato la Carta di Milano. A dare loro il benvenuto è stato il Commissario Generale del Padiglione Italiano Diana Bracco.
 
“Ho firmato la Carta di Milano – ha dichiarato Francois Hollande – perché la Francia, come tutti i Paesi presenti in Expo 2015, è pronta ad assumersi la responsabilità del destino del Pianeta per quanto riguarda la sicurezza alimentare, la tutela dell'ambiente e tutti i temi di questa Expo, con spirito di condivisione. Lo stesso spirito che deve continuare a esserci in Europa, che è un'identità, un modo di vivere e di progettare l'esistenza”.
 
“La Carta di Milano – ha sottolineato Matteo Renzi – è l'eredita che Expo 2015 vuole lasciare, in vista della conferenza COP 21 a Parigi, indicando proposte concrete in tema di sicurezza alimentare e di diritto al cibo. Expo Milano 2015 oggi e COP21, che si terrà a dicembre a Parigi - ha dichiarato il Premier Renzi nella conferenza stampa a seguito dell’incontro bilaterale con il Presidente francese -, sono due occasioni per fare di Italia e Francia punti di riferimenti internazionali. In questo è importante il contributo di Expo 2015 che si sta dimostrando luogo di discussione politica a livello Mondiale”.
 
Il National Day francese che, come ha sottolineato il Presidente Hollande, coincide con il giorno più lungo dell'anno – il 21 giugno è il giorno del solstizio d’estate - è dedicato alla musica. In serata, nel padiglione, sono previsti i dj set Yuksek e Jabberwocky.
Milano, 21 giugno 2015
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015