Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

I sapori che nutrono la salute. Il programma culturale del Padiglione Slow Food da lunedì 29 giugno a domenica 5 luglio

29 giu
5 lug

29 giugno 10:00 - 5 luglio 22:00

programma settimanale slow food dettaglio
Mangiare non vuol dire solo alimentarsi, ma partecipare a una cultura e a uno stile di vita. Il programma del Padiglione Slow Food di questa settimana da lunedì 29 giugno a domenica 5 luglio celebrerà alcuni ingredienti principi della Dieta Mediterranea, ma soprattutto il suo messaggio generale, che vede nel mangiare sano uno stile di vita. Una cucina figlia del mondo mediterraneo è quella italiana e ad essa è dedicato il Meeting generale dell’Italian Cuisine in the World Forum, che si svolgerà lunedì 29 in contemporanea all’Esposizione Universale e a Bergamo e Firenze. Una sorta di stati generali del buon mangiare italiano che coinvolgerà oltre di 150 cuochi, ristoratori e distributori di prodotti all’enogastronomia italiana, provenienti da oltre 70 paesi.
 
Sapori e salute

Recuperare un’alimentazione più sana genera benefici sia per la salute che per il gusto, un esempio è dato proprio dall’uso del sale in cucina. Da più parti si evidenzia che ne usiamo troppo, un’abitudine che oltre ad avere effetti negativi sulla salute, ci fa perdere la capacità di percepire i sapori originali degli ingredienti. Al corretto uso del sale è dedicato l’incontro Con meno sale la salute sale, in programma martedì 30 dalle 16.30-17.15, a cui interverranno Intervengono: Roberto Boero (S.C. Nefrologia e Dialisi ASLTO1), Marcello Caputo (S.C. Direzione integrata della prevenzione  ASL CN1) e Deborah Carrera (Dietista Ospedale Maggiore della Carità di Novara). E sempre in tema di sapori e salute, domenica 5 dalle 15.00 Piazza della Biodiversità ospiterà la presentazione del Presìdio nazionale dell'olio extravergine italiano, a cui interverrà Angelo Lo Conte, referente del progetto per la Campania e la Basilicata
 
Il Padiglione Slow Food

Realizzato interamente in legno e con la nota chiocciolina rossa riconoscibile dall’esterno, il Padiglione Slow Food accoglie i visitatori dell’Esposizione Universale in prossimità dell’ingresso Est - Roserio, all’altra estremità del Decumano rispetto alla stazione ferroviaria e della metropolitana di Rho Fiera Milano Expo. Lo spazio è costituito da tre accoglienti tettoie, sotto le quali trovano posto un teatro per incontri ed eventi culturali, un’area espositiva tutta incentrata sulla Biodiversità e una zona dedicata alle degustazioni, in particolare dei prodotti agricoli e dei piatti tutelati dalla rete dei Presidi Slow Food. Al centro del Padiglione si apre la Piazza della Biodiversità, un’oasi di pace in cui riposarsi avvolti dal profumo di varietà rare di ortaggi.
 
Ecco il programma completo del Padiglione Slow Food per la settimana da lunedì 29 giugno a domenica 5 luglio.
 
Lunedì 29 giugno
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux
 
Ore 11.00–12.30
150 cuochi a Expo – Meeting generale dell’Italian Cuisine in the World Forum
Dal 28 giugno al 1 luglio si terranno gli Stati Generali della ristorazione italiana nel mondo, in occasione della quinta edizione dell’Italian Cuisine in the World Forum (iniziativa promossa da itchefs-GVCI). L’evento si terrà a Bergamo, Expo Milano e Firenze e avrà come protagonisti più di 150 cuochi, ristoratori e distributori di prodotti dell’enogastronomia italiana, provenienti da oltre 70 paesi. L’evento comincerà con un meeting generale a Milano Expo 2015, nello spazio di Slow Food: un omaggio all’universalità della cucina italiana nel mondo.
 
Ore 14.00-14.45
Benessere di Vino – Slow Wine – Appuntamento a cura della Fisar
I concetti di Mindful Eating e Mindful Drinking nel benessere di ogni giorno e l’impegno del sommelier nell’associare cibo, vino e benessere. Interviene Stefania Turato, giornalista e docente Fisar.
 
Ore 15.00-15.45
La Vacca Podolica del Gargano
Tra le razze bovine, le più conosciute sono quelle del Nord Italia come la chianina, la piemontese o la romagnola, predilette per la loro carne di qualità. Al sud invece, la carne passa in secondo piano e si conservano ancora oggi razze dalla spiccata attitudine al lavoro. Nel Gargano, la podolica costituisce una risorsa importante come forza lavoro, grazie alle sue caratteristiche di rusticità, frugalità e resistenza. Interviene Michele Sabatino, Referente dei Produttori del Presidio.
 
Ore 18.00-18,45
Cibo e coesione sociale dalle corti urbane alla comunità del cibo
Il progetto, che vede Slow Food Milano come capofila, rientra nel bando Exponiamoci della Fondazione Nord Milano teso alla valorizzazione del territorio milanese. Durante l’incontro si metteranno “le mani in pasta” per scoprire i segreti della produzione artigianale di pasta fresca.
 
Martedì 30 giugno
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 16.30-17.15
Con meno sale la salute sale
Secondo numerosi studi, il consumo medio di sale giornaliero nella popolazione italiana si attesta intorno agli 11 grammi negli uomini ed 8 nelle donne, valori ben superiori ai 5 grammi al giorno raccomandati dall’Oms. Tuttavia di questi 8/11 grammi, solo il 5% è naturalmente presente negli alimenti, il 15% viene aggiunto dalle persone a tavola o nella preparazione degli alimenti mentre il mentre il restante 80% è presente negli alimenti già pronti. Un incontro per riflettere sul tema ma soprattutto per sensibilizzare il pubblico a mangiarne meno, per vivere meglio!
Intervengono: Roberto Boero (S.C. Nefrologia e Dialisi ASLTO1)
Marcello Caputo (S.C. Direzione integrata della prevenzione  ASL CN1
Deborah Carrera (Dietista Ospedale Maggiore della Carità di Novara).
 
Mercoledì 1 luglio
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
Alla scoperta del mais spinato di Gandino
Quello di Gandino e della sua Valle è un territorio tutto da gustare. Tra i diversi prodotti che popolano quest’area, il mais spinato rappresenta un’autentica eccellenza. Non per niente Gandino vanta fra gli altri un particolare primato: è il primo luogo in Lombardia dove fu coltivato il mais e dove, di conseguenza, fu preparata la prima polenta gialla. Venite a scoprirne tutte le curiosità!
 
Ore 16.30-17.15
La sostenibilità nei Presìdi Slow Food: l'etichetta narrante si arricchisce di un racconto ambientale
Conferenza organizzata da Indaco, intervengono Elena Neri e Riccardo Pulselli
 
Giovedì 2 luglio
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!

Ore 16.30-17.15
A tutta birra!
Alla scoperta della birra e le sue tecniche di preparazione con i Mastri Birrai di Poretti.
 
Venerdì 3 luglio
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux
 
Ore 11.00
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi…giocando!
 
Ore 15.00-19.00
Giornata delle Dolomiti – I mestieri delle Dolomiti
Un viaggio alla scoperta del territorio e dei produttori che lo animano. Miele, erbe spontanee, pane, salmerino e tanti altri prodotti delle Dolomiti si incontreranno a Expo per raccontarsi. Non perdetevelo!
 
Sabato 4 luglio
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
L’acqua che profuma d’arancio
La Vallebona, una delle più piccole e strette delle valli liguri è famosa per il suo clima particolarmente favorevole alla fioritura dell’arancio amaro. L’economia di questa valle si è basata per anni proprio sulla coltivazione e raccolta dei fiori di arancio da distillare. Un’acqua molto pregiata per le sue numerose proprietà, che era usata anche per bagnare le bugìe, un dolce che non si fa solo a carnevale come in altre zone d’Italia, ma che è tipico qui di tutte le feste dell’anno. Oppure veniva bevuta per il suo effetto curativo: si dava infatti ai bambini che soffrivano di mal di pancia. Venite a scoprirne il profumo e gli usi in cucina!
Interviene Pietro Guglielmi, referente dei produttori del Presidio.
 
Ore 16.30-17.15
Il linguaggio universale del gusto e i cibi tradizionali: un confronto tra Italia e Corea
Durante la nostra lunga storia, attraverso prove ed errori, abbiamo identificato le soluzioni che meglio si adattavano all’ambiente in cui vivevamo. Questo ha generato conoscenze locali e pratiche, agricole e di consumo, che hanno definito le diete tradizionali. E per millenni, il mezzo principale per identificare cosa includere nella dieta o meno sono stati il gusto, oltre che l’osservazione degli effetti dell’ingerimento degli alimenti stessi. Oggi sappiamo che i sensori del gusto sono presenti anche in zone diverse dalla cavità orale, attribuendo ai composti che hanno sapore una rilevanza che va oltre quella sensoriale. Pertanto, anche nel mondo globalizzato di oggi, le diete tradizionali e i loro specifici sapori sono il modo migliore per alimentare le popolazioni che le hanno messe a punto. In questo seminario alcuni alimenti tradizionali dell’Italia e della Repubblica di Corea verranno analizzati e presentati in questa ottica.
 
Domenica 5 luglio
 
Ore 10.00-21.00
Slow Cheese – Degustazione – Mozzarella di bufala campana Dop, Agrì di Valtorta, Pecorino delle balze volterrane Dop, Brie de Meaux.
 
Ore 11.00-11.45
Slow Food for Kids: imparare giocando!
Acqua, spreco, api, biodiversità e tanto altro saranno i temi su cui ogni mattina grandi e piccini potranno confrontarsi… giocando!
 
Ore 15.00-15.45
Il Presìdio nazionale dell'olio extravergine italiano
L’olivicoltura italiana vive un momento di estrema sofferenza a causa, in particolare, del processo di industrializzazione che ha reso gli oli di eccellenza non competitivi. Per questo Slow Food ha creato un Presidio nazionale che promuove il valore ambientale, paesaggistico, salutistico ed economico dell’olio extravergine italiano. Un progetto di carattere nazionale perché i produttori di extravergine affrontano le medesime criticità in tutta Italia, nelle diverse aree di produzione. Angelo Lo Conte, referente del progetto per la Campania e la Basilicata, presenterà il caso dell'olio extravergine campano attraverso le testimonianze di alcuni olivicoltori e un laboratorio di assaggio.
 
Ore 16.30-17.15
Cibo per la vita
Il progettto di Intermed onlus, organizzazione per la cooperazione sanitaria nei paesi emergenti, si propone di coniugare l'aspetto alimentare delle popolazioni subsahariane con l'aspetto sociale e sanitario in condizioni di emergenza alimentare. La lotta alla malnutrizione parte dall’attenzione alla biodiverstà e alle colture locali che, supportate da mezzi adeguati, possono sopperire al fabbisogno dei bambini affetti da deficit alimentare.
 
 
Cuochi da tutto il mondo 29 giu

Cuochi da tutto il mondo a Expo Milano 2015. Un albero degli Spaghetti virtuale per raccontare la Cucina Italiana nel Mondo

Lunedì 29 giugno 2015 il pubblico dei visitatori in coda all'ingresso Triulza avrà una sorpresa. Una foltissima delegazione di cuochi in giacca e berretta bianca d'ordinanza si radunerà per entrare in Expo. 

cascina triulza evento dall 11 al 17 maggio somm 29 giu 5 lug

Cascina Triulza è sostenibile. Scopri le attività previste da lunedì 29 a domenica 5 luglio

Cascina Triulza è sostenibile. Scopri le attività previste da lunedì 29 a domenica 5 luglio.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015