Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

EXPO MILANO 2015 CELEBRA IL NATIONAL DAY DI VANUATU

1 ott

“A livello internazionale le nostre isole sono riconosciute come ‘il posto più felice del mondo’”. Con queste parole il Segretario particolare del vice Primo Ministro di Vanuatu Stephen Derek French ha aperto il National Day del Paese a Expo Milano 2015. Il messaggio è risuonato nei canti del gruppo locale Monument Singers che, con voci ricche e potenti, ha intonato l’inno nazionale durante la cerimonia alzabandiera, cui ha preso parte il Commissario Generale di Expo 2015 Bruno Antonio Pasquino.
 
Allegria e felicità sono state, infatti, le note dominanti della performance culturale del gruppo folkloristico dei Futuna Fatuana che, questa mattina, ha accolto la delegazione ufficiale con la danza “Haka” davanti all’Expo Centre.
 
“Come dice il tema che abbiamo scelto, ‘La scelta del biologico per una vita migliore – Vanuatu’, l’uso di sostanze chimiche nell’industria del nostro Paese è minimo – ha spiegato Stephen Derek French –. Il tema di Expo Milano 2015 significa molto per Vanuatu ed è fondamentale per tutta l’umanità. Noi siamo una piccola nazione dell’Oceano Pacifico e dobbiamo affrontare soprattutto la sfida del cambiamento climatico che ci sta influenzando tantissimo”.
 
“La vostra partecipazione a Expo Milano 2015 – ha osservato il Commissario Generale Bruno Pasquino – mostra la volontà della popolazione di Vanuatu di riprendersi dopo il ciclone tropicale che a marzo ha distrutto tantissime case e ha ucciso molte persone. In questo contesto – ha aggiunto – l’Italia è molto impegnata a fornire aiuti umanitari nel segno della solidarietà alla popolazione di Vanuatu”.
 
In seguito alla cerimonia ufficiale, la delegazione ha preso parte a una parata lungo il Decumano, per visitare poi il Padiglione di Vanuatu all’interno del Cluster delle Spezie. Al termine, Stephen Derek French ha fatto visita al Palazzo Italia, dove ha sottoscritto la Carta di Milano.
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015