Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Expo Milano 2015 al Padiglione Italia della 14. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia

6 giu

Expo Milano 2015 partecipa con un progetto espositivo al Padiglione Italia in occasione della mostra “Innesti/Grafting” a cura di Cino Zucchi per la 14. Mostra Architettura Internazionale della Biennale di Venezia per rinnovare la sua attenzione al panorama mondiale dell’architettura con una presenza significativa a Venezia nell’ambito dell’appuntamento più importante del settore diretto da Rem Koolhaas con il tema “Fundamentals” (7 giugno – 23 novembre 2014).

“L’Esposizione Universale del 2015 sarà l’occasione per dare forma architettonica a tutto ciò che ruota intorno al concetto di alimentazione espresso dal tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” - afferma Giuseppe Sala, Commissario Unico del Governo per Expo Milano 2015 -. Nel grande sito espositivo le Aree Tematiche affiancheranno gli oltre 140 Partecipanti, i Paesi presentati sia dai Padiglioni self built che dalla novità dei Cluster, le Organizzazioni internazionali, della Società civile e delle Aziende: Expo Milano 2015 diventerà un laboratorio progettuale planetario per gli architetti, gli urbanisti e i designer di ogni parte del globo.”

All’interno della mostra del Padiglione Italia la città di Milano, esempio di “laboratorio del moderno”, ha una particolare evidenza, nel quale la storia architettonica e urbanistica dal secolo scorso ai giorni nostri testimonia con evidenza la dinamica di trasformazione territoriale delle strutture preesistenti impressa da grandi progetti così come avverrà ancora oggi in relazione all’Esposizione Universale.
 
La prima sala delle Tese delle Vergini all’Arsenale ospita l’allestimento dedicato all’esposizione Universale ideato da MoDus Architects con la supervisione di Matteo Gatto, direttore Thematic Areas di Expo Milano 2015, e la curatela di Luisa Collina, docente del Politecnico di Milano.
Il concept espositivo è basato sulla corrispondenza tra i due temi - Expo Milano 2015 e Padiglione Italia – e i due assi strutturali del masterplan – il decumano lungo il quale sono posizionati gli oltre 140 Partecipanti ufficiali e il cardo che ospita il Padiglione Italia e le altre istituzioni prevalentemente nazionali –: due grandi lastre sospese – una orizzontale per “mettere in scena” i Padiglioni internazionali e una verticale per il Padiglione Italia – ospitano come grandi schermi l’installazione visiva multimediale, a cura di Studio Azzurro, che narra Expo Milano 2015 attraverso le immagini degli itinerari che sviluppano il tema centrale “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.
 
Rendering e modelli documentano le Aree Tematiche, i Padiglioni, i Cluster - innovativi spazi espositivi che, per la prima volta nella storia delle Esposizioni Universali, radunano sotto lo stesso progetto architettonico e tematico oltre 77 Paesi accomunati dalla produzione di un prodotto alimentare specifico o interessati a sviluppare un tema condiviso e rappresentativo - e il progetto di paesaggio del sito. Un contributo video con l’intervista a Jacques Herzog, tra gli architetti ideatori del masterplan, presenta la visione diffusa di quello che diventerà un appuntamento planetario mentre cinque scenari urbani del sito espositivo alla conclusione dell’Esposizione Universale, elaborati da altrettanti giovani studi di architettura italiani - Studio Albori, Ma0, Openfabric, Barozzi Veiga, Yellow Office -, costituiscono il Laboratorio del Futuro creato dalla consultazione “2040 EXPOST. Tracciare futuri possibili”.
 
Un focus di questa sezione è dedicato alla presenza dell’Italia all’interno di Expo Milano 2015 come occasione di promozione del “vivaio” di talenti giovani e innovatori, veri propri innesti di qualità capaci di intervenire per trasformare il paesaggio imprenditoriale, architettonico e culturale del nostro Paese. Tale rappresentazione avviene, come per il resto della mostra, attraverso una serie di video, che raccontano le forme del Padiglione Italia all’Esposizione Universale realizzate da Nemesi & Partner e lo sviluppo creativo curato dalla direzione artistica di Marco Balich. Nel corso dei sei mesi di Esposizione il Padiglione Italia di Expo Milano 2015 attiverà una serie di incontri tematici con il mondo della scuola e dell’Università, approfittando del grande palcoscenico della Biennale di architettura. “In una Biennale che ruota intorno all’Italia come quella curata da Rem Koolhas, non potevano mancare proposte innovative che il nostro Padiglione Italia Expo 2015 offrirà ai visitatori dell’Esposizione Universale del prossimo anno. Venezia – dice Diana Bracco, Commissario generale di Padiglione Italia Expo 2015 – sarà un’anteprima coinvolgente per il pubblico professionale molto interessato ai temi che svilupperemo dal primo maggio al 31 ottobre del 2015”.
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015