Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

E se allagassimo Piazza Castello? Domani le suggestioni di Obr in Atelier Castello

31 lug

Milano - Via Beltrami Expo Gate / 31 luglio

Obr
“Piazza Castello come è ora è un'isola” che comprende parco Sempione e che è scollegata alla città. “Per vincere questa chiusura abbiamo pensato a dei raggi di verde che dal Castello si irradiano verso il centro e Milano”, spiega Paolo Brescia (nella foto a destra), partner con Tommaso Principi (nella foto a sinistra) di Obr Open Building Research , lo studio di architettura che domani 31 luglio sarà protagonista nella Sala Leonardo in Expo Gate dell'ultimo incontro della serie Atelier Castello.
 
“In questa proposta non escludiamo la viabilità – continua l'architetto – che secondo noi rimane essenziale per la piazza e per la città. La strada deve essere ripensata, ridisegnata per renderla compatibile con la sistemazione dei giardini. Abbiamo pensato ad una geometria radiale per questi nuovi spazi verdi che potranno essere a tema. Saranno quindi percepiti allo stesso tempo come propri da parte degli abitanti e super pubblici. Il verde che attualmente esiste dove passano i tram deve essere a sua volta collegato con il parco per rafforzare quel senso di unione, di legame, tra il parco, il Castello e la città. I raggi verdi servono proprio per vincere la chiusura di Piazza Castello da Milano”.
 
Ultimo appuntamento estivo di Atelier Castello

L'appuntamento con lo studio Obr chiude la prima fase del progetto Atelier Castello che ha visto da metà luglio passare nelle spazio di Expo Gate undici studi di architettura che hanno proposto la loro visione di come potrebbe essere una delle piazze più importanti di Milano dopo Expo Milano 2015 e hanno ascoltato e raccolto i suggerimenti arrivati dagli abitanti, dalla società civile e dai rappresentanti del territorio. Atelier Castello, promosso dal Comune di Milano e da La Triennale, tornerà a settembre con il lavoro di elaborazione progettuale vero e proprio, svolto da ogni gruppo, che dovrà portare alla presentazione e alla discussione pubblica delle proposte.
 
Le suggestioni dello studio Obr

Brescia propone alcune suggestioni che verranno presentate domani al pubblico. La prima “è una maglia immaginaria che collega i punti cardine del parco e del Castello e che individua dei punti strategici che creano un collegamento con la città, anche attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie”. In uno dei punti strategici, ad esempio, un semplice lampione con la possibilità di collegamento Wi-Fi può essere un aggregatore per i giovani e una porta di ingresso per il Castello o il parco. “Mostreremo questa grande maglia e spiegheremo come i punti strategici individuati possano attrarre la cittadinanza”. Un altro esercizio è stato quello di provare ad immaginare di allegare con pochi centimetri d'acqua l'intera Piazza. “In questo caso l'effetto è un riflesso non solo del Castello, ma dell'intera cittadinanza”, conclude Brescia.
 
 
Atelier Castello 30 lug

Ripensare Piazza Castello significa ripensare al ruolo dello spazio pubblico

Oggi pomeriggio appuntamento con lo studio di architettura Morpurgo de Curtis nell'ambito di Atelier Castello in Expo Gate.

Castello 29 lug

Oggi la "nevicata" di Guidarini & Salvadeo su Piazza Castello

In Expo Gate prosegue Atelier Castello. Nel pomeriggio appuntamento con lo studio di architettura Guidarini & Salvadeo tra passeggiate con attori teatrali e dibattiti con diversi ospiti.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015