Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Anteprima in Expo Gate di Terraforma, il nuovo festival tra musica e sostenibilità

31 mag

Milano - Via Beltrami Expo Gate / 31 maggio

Terraforma
Terraforma, il primo festival di musica e sostenibilità, che si terrà dal 6 all'8 giugno nel bosco di Villa Arconati, viene presentato in anteprima al pubblico di Expo Gate. Sabato 31 maggio alle ore 16.00 avrà luogo il workshop meditativo "yoga della risata" condotto da Laraaji, artista statunitense scoperto da Brian Eno (20 posti disponibili, le prenotazioni vanno inviate a  info@basemental.it ); a seguire, alle 18.30 ci sarà la performance sonora "Play Zone" dello stesso Laraaji con Sun Araw.
 
Terraforma (nome che deriva da “Terraformare”, quel processo teorico attraverso il quale si rende possibile la vita su un pianeta a partire dalla creazione di un’atmosfera) è organizzato secondo un modello in grado di rendere l’evento sostenibile, integrando diversi aspetti, dalla produzione al consumo di risorse. Una struttura in cui l’aspetto musicale è integrato con allestimenti e installazioni realizzati da artisti ed artigiani, mentre incontri e workshops saranno occasioni di riflessione per coinvolgere attivamente il pubblico. L’intreccio della dimensione musicale, artistica ed ecologica, definirà un’atmosfera capace di stimolare nell’ascoltatore una sensibilità riflessiva sul presente e proiettata al futuro.
 
“E' la prima volta che un festival integra tutte queste idee”, spiega Ruggero Pietromarchi, uno degli organizzatori di Terraforma, aggiungendo che “sarà un punto di svolta per Milano e per la cultura giovanile”. Chi vorrà potrà partecipare all'evento in maniera totale, campeggiando all'interno del bosco, partecipando ai workshop e ascoltando musica. Come una complessa scultura sonora la musica di Terraforma si snoderà in un percorso che attinge dalla techno al jazz, dal folk all’ambient, con un comune interesse per la sperimentazione. “Quando si parla di musica sperimentale si intende un’azione il cui risultato sia imprevedibile, sia essa determinata da un impulso elettrico oppure acustico”, spiega Pietromarchi. “Le pre vendite stanno andando bene, con il 70% sul totale costituito da stranieri. Dobbiamo farci conoscere a Milano e ai milanesi”, conclude Pietromarchi.
 
Il festival sarà anche sostenibile e per questo misurerà i flussi in entrata e in uscita dell’ecosistema Terraforma, garantendone i risultati tramite indicatori certificati sulla sostenibilità ambientale.
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015