Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Cluster

Il mondo delle spezie

Spezie

CLUSTER

spezie

Spezie

Seguire le rotte delle spezie attraversando continenti, terre e mari. Sentire il loro profumo, pensarle come ingrediente in cucina, rimedio medico o prodotto di cosmesi. Tutto questo succede entrando nel Cluster delle Spezie, che dischiude al visitatore un universo sensoriale.
 
L’esperienza di visita si trasforma in un vero e proprio viaggio: secondo alcuni storici, fu proprio il redditizio commercio delle spezie a favorire le principali innovazioni nella navigazione, le esplorazioni e la scoperta di alcune nuove aree geografiche della Terra.
 
 
La Via delle Spezie: Alex Webb
 
"Le spezie non sono più motivo di conquiste e colonialismo come lo erano un tempo, ma continuano a pervadere le cucine di tutto il mondo. Le spezie hanno di gran lunga caratterizzato la ricca e complessa cucina dell’India del Sud – conosciuta per i suoi peperoncini rossi piccanti e la curcuma dal colore simile allo zafferano, che vengono prodotti nella zona – spezie che sembrano riecheggiare in tutta questa cultura fortemente stratificata. Fotografando per le strade del Kerala, mi ricordo di aver visto il giallo intenso della curcuma ondeggiare come uno scialle luccicante, e, girato l’angolo, di aver incontrato con gioia un foulard tinto di un rosso-peperoncino".
 
 
Alex Webb
 

Alex Webb

Apri e scopri di più Chiudi
Biografia
 
Conosciuto soprattutto per il suo vibrante e complesso lavoro sui colori, Alex Webb ha pubblicato 11 libri, incluso "La Sofferenza della luce", una collezione di 30 anni di sue foto a colori, e più recentemente "Memory City" (con Rebecca Norris Webb). Ha esposto le sue opere nei musei di tutto il mondo, tra gli altri, il Whitney Museum of American Art, il Museum of Fine Arts di Boston, il High Museum of Art di Atlanta e il Museum of Contemporary Art di San Diego. Il suo lavoro è nelle collezioni del Metropolitan Museum of Art e del Guggenheim Museum of Art (New York) e del Museum of Fine Arts di Houston. Alex è diventato membro a pieno titolo di Magnum Photos nel 1979. Il suo lavoro è apparso sul "National Geographic", sul "New York Times Magazine", su "Geo" ed altre riviste. Ha ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti, fra gli altri l’Hasselblad Foundation Grant nel 1998 ed il Guggenheim Fellowship nel 2007.
 
Scheda Cluster
 
SVILUPPO DEI CONTENUTI: Università IUAV di Venezia
RESPONSABILI SCIENTIFICI E COORDINATORI DI RICERCA: Benno Albrecht, Michele Brunello
CONCEPT E LAYOUT DELLA MOSTRA: Michele Brunello, Pierluigi Salvadeo, Corrado Longa, Silvia Bertolotti
AREA TOTALE: 3.702 mq
AREA ESPOSITIVA: 875 mq  
AREA COMUNE: 2.637 mq
AREA EVENTI: 436 mq
 

 
La struttura del Cluster
 
L’allestimento espone le mappe che storicamente hanno guidato gli esploratori alla scoperta del mondo e alla ricerca delle spezie, suggerendo un viaggio tra le culture innescato da una sequenza di “aree sensoriali” che includono degustazioni, installazioni ed eventi.
 
In tutto il mondo si riscontrano moltissime differenze nella coltivazione, preparazione e utilizzo delle spezie nella cucina, nella medicina, nei rituali sociali e culturali al confine con la magia. Il percorso mostra al visitatore tutte quelle usate nei Paesi che appartengono al Cluster.
 
Sulla rotta delle spezie

Le spezie richiamano alla mente i colori, i profumi, il fascino di terre esotiche, ma anche l’immagine di quelle antiche e intriganti mappe piene di segni che collegano zone del mondo lontane tra loro. Le spezie e le erbe aromatiche sono da sempre protagoniste di lunghi viaggi: imperatori, re, aristocratici e mercanti le consideravano i prodotti più pregiati delle antiche rotte commerciali.

Nell’ultimo decennio, la produzione annuale di spezie è cresciuta del 4,3%, mentre il commercio ha avuto un rialzo medio del 5,8% annuo. Consumatori più esigenti, abitudini alimentari più salutari, l’aumento dei guadagni e la globalizzazione favoriranno nei prossimi anni un nuovo incremento nel loro commercio.
 
PAESI APPARTENENTI AL CLUSTER
 
 
 
 
 
 
La presenza ONU nel Cluster delle Spezie
 
 Entrando nel Cluster del Spezie non si scopre solo un mondo di colori, sapori e profumi. Visitando lo Spazio ONU situato nella area mercato si arrivano a conoscere le grandi potenzialità che le spezie e le erbe offrono ai piccoli agricoltori nei termini di produttività, reddito e mezzi di sostentamento.  La loro produzione, per esempio, è particolarmente conveniente per le donne poiché non richiede grandi appezzamenti di terreno e possono essere quindi coltivate nei pressi della propria fattoria. Offrono quindi alle piccole agricoltrici la possibilità di avviare un’impresa commerciale e contribuire così all’economia locale.

L'ONU è presente con 18 installazioni multimediali caratterizzate da un grande cucchiaio blu. Questi Spazi ONU si trovano in varie aree di Expo e danno vita all'itinerario dedicato al tema "Sfida Fame Zero • Uniti per un mondo sostenibile"
 
 
Scopri gli aggiornamenti sui temi biodiversità e spezie sul Magazine di Expo Milano 2015
 
 
Beijing Huiyuan Food & Beverage

Beijing Huiyuan Food & Beverage / Fruits, Legumes and Spices Clusters Official Partner

Più di un milione di ettari di terreno con alta qualità di verdure, frutta, tè e riso.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015