Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Cluster

Riso - Abbondanza e sicurezza

Riso

CLUSTER

icona riso

Riso

L’atmosfera della campagna, con i colori e i profumi provenienti dal mondo agreste, accoglie il visitatore all’interno del Cluster del Riso con un paesaggio che ricorda una immensa risaia. Come l’acqua nelle risaie nasconde e al contempo svela e dà vita, anche il Cluster nasconde dati e curiosità che si svelano, passo dopo passo, al visitatore. Versatile e nutriente, il riso è stato uno dei primi cereali coltivati dall’uomo oltre diecimila anni fa, partendo da una specie spontanea cinese. Dalle valli della Cina il riso si è diffuso in tutto il mondo: conoscerne il passato e la miriade di varietà è fondamentale per apprezzarne il contributo all’arricchimento della biodiversità. All’interno di un percorso tematico, quindi, il visitatore può attraversare le tappe della storia del riso intrecciando i racconti provenienti dai diversi Paesi e approfondendo le innovazioni introdotte nel corso del tempo.
 
 
Paesaggi di riso: Gianni Berengo Gardin 
 
"Nutro una profonda ammirazione per la civiltà contadina. Il paesaggio agricolo, il lavoro dei campi, la vita quotidiana nelle campagne e nei paesi sono temi che mi hanno appassionato da sempre e che hanno accompagnato la mia ricerca fotografica sino dagli inizi. Il primo incontro con il riso e le risaie è avvenuto molto tempo fa, in Piemonte, dove vidi un gruppo di mondine lavorare chine in mezzo all’acqua sotto un sole cocente. Un lavoro massacrante. Questa immagine mi si è fissata nella memoria ed è stata all’origine di un ampio progetto fotografico portato avanti negli anni. Raccontare le diverse 'storie' legate alla coltivazione del riso: l’ambiente e l’uomo, gli spazi d’acqua, la natura e il cambiare delle stagioni, la lavorazione dei campi, le cascine, i vecchi attrezzi e le nuove macchine, i gesti antichi e le odierne tecniche automatizzate. Un mondo ricco di suggestioni, in cui i fili della tradizione e quelli della modernità sono ancora fortemente intrecciati."
 
 
Gianni Berengo Gardin
 

Gianni Berengo Gardin

Apri e scopri di più Chiudi
Biografia
 
Nato a Santa Margherita Ligure nel 1930, Gianni Berengo Gardin inizia a fotografare nel 1954. Dopo aver vissuto a Roma, Venezia, Lugano e Parigi, nel 1965 si stabilisce a Milano e inizia la sua carriera professionale. Ha collaborato con le principali testate della stampa italiana ed estera ma si è principalmente dedicato alla realizzazione di libri. Dal 1954 al 1965 collabora con "Il Mondo" di Pannunzio. Ha lavorato spesso con l’industria realizzando reportage e monografie aziendali. Ha ricevuto numerosi premi, tra i quali il World Press Photo nel 1963 e nel 1995 il Leica Oskar Barnack Award con il volume "La disperata allegria, vivere da zingari a Firenze". Nel 2008 riceve il prestigioso Lucie Awards alla carriera. Ha tenuto circa 200 mostre personali in Italia e all’estero e le sue immagini fanno parte delle collezioni di numerosi musei. Nel 2014 esce il volume "Gianni Berengo Gardin. Il libro dei libri", che raccoglie tutti i libri pubblicati dal fotografo ligure durante la sua lunga carriera.
 
 
 
 
SCHEDA CLUSTER
 
SVILUPPO DEI CONTENUTI: Università degli Studi di Milano Bicocca
RESPONSABILE SCIENTIFICO E COORDINATORE DI RICERCA: Marialuisa Lavitrano
CONCEPT E LAYOUT: Agnese Rebaglio, Davide Crippa, Barbara Di Prete e Francesco Tosi
AREA TOTALE: 3.546 mq
AREA ESPOSITIVA: 1.000 mq
AREA COMUNE: 2.420 mq
AREA EVENTI: 738 mq
 
 
 
La struttura del Cluster
 
Grazie a un gioco scenografico di specchi d’acqua i padiglioni sono inseriti in un paesaggio agricolo: entrando nel Cluster ci si trova immediatamente immersi in una risaia “in miniatura”, una mostra a carattere botanico di aree coltivate con diverse tipologie di riso. Nello spazio comune sono presenti dei chioschi per la distribuzione del riso. Leggende, miti, storie, informazioni collegate al mondo risicolo fanno capolino coinvolgendo il visitatore in un avvincente gioco informativo. 
 
Un alimento adattabile
 
Il riso è l’alimento base per quasi tre miliardi di persone, circa la metà della popolazione mondiale. Essiccato, può essere conservato a lungo ed è una sicurezza perché protegge in caso di carestie. Nelle culture orientali è sinonimo di ricchezza al pari del denaro e dell’oro ed è indispensabile per centinaia di milioni di asiatici, africani e latini americani che vivono nelle aree tropicali e subtropicali. Per la popolazione mondiale, in continua crescita, il riso rappresenta dunque la fonte primaria di nutrimento. In più, grazie alla sua adattabilità, può essere in grado di crescere praticamente ovunque e può essere portato in diverse parti del mondo.
 
PAESI APPARTENENTI AL CLUSTER
 
 
 
 
 
 
 
Padiglione Basmati
 
 
La presenza ONU nel Cluster del Riso
 
Prodotto in tutti i continenti del mondo, eccetto che in Antartide, e alimento principale per oltre metà della popolazione mondiale, il riso è al centro di molti progetti delle Nazioni Unite a sostegno dei piccoli produttori nei paesi in via di sviluppo. Una delle 18 installazioni dell’Itinerario ONU non poteva per questo mancare nel Cluster del Riso. Questo Spazio ONU illustra il lavoro delle agenzie del sistema delle Nazioni Unite per sostenere la produzione di riso, come fonte primaria di sostentamento per più di un miliardo di persone.
L'ONU è presente con 18 installazioni multimediali caratterizzate da un grande cucchiaio blu. Questi Spazi ONU si trovano in varie aree di Expo e danno vita all'itinerario dedicato al tema "Sfida Fame Zero • Uniti per un mondo sostenibile"
 
 
 
Scopri gli aggiornamenti sul tema riso sul Magazine di Expo Milano 2015
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Riso Scotti Official Sponsor

Riso Scotti / Official Sponsor

Fra storia e innovazione tecnologica nel segno della "Qualità"

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015