Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Cristina Bowerman

Glass Hostaria, Roma

Chef Ambassador Cristina Bowerman dett

Cristina Bowerman, chef italiana consacrata nel 2010 con una stella Michelin, è nata in provincia di Foggia. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza, nel 1992, è partita per San Francisco dove si è affermata come grafica per una catena di ristorazione. Successivamente, la sua passione per la cucina l’ha portata a conseguire la laurea in Culinary Arts alla Texas Culinary Academy di Austin e a intraprendere la carriera di cuoca. Nel 2005 è tornata in Italia, a Roma, dove ha lavorato al Convivio dei fratelli Troiani e successivamente alla Glass Hostaria di Fabio Spada e Silvia Sacerdoti. La sua è una cucina decisamente originale che sa far dialogare in un mix entusiasmante contemporaneità e tradizione. Nel 2012, sempre con Fabio Spada e Silvia Sacerdoti, dà vita anche a Romeo Chef&Baker, locale multifunzionale che è insieme ristorante, forno e gastronomia. Si è dedicata anche allo street food, sia in chiave gourmet che on the road. Nel 2014 ha pubblicato il suo primo libro per Mondadori: Da Cerignola a San Francisco e ritorno – La mia vita di chef controcorrente. Cristina Bowerman è una degli Chef Ambassador per Expo Milano 2015.
 
 
 
 
"Il miele è l'ingrediente che ho scelto. Perché il miele? Negli ultimi mesi mi sono interessata alle api e ho fatto una piccola ricerca: si dice che le api garantiscano la sopravvivenza dell'essere umano. Ma, soprattutto, garantiscono la biodiversità grazie alla loro funzione cruciale nell’impollinazione. Ed è proprio grazie all’impollinazione che in Italia abbiamo tanti prodotti così particolari, una ricchezza di cui il nostro Paese è particolarmente ricco”.
"Mi piacerebbe che Expo focalizzasse le proprie attenzioni sui pericoli dell’inquinamento, anche di quello che avviene nei processi di produzione del cibo nell'ambito della ristorazione. Ci sono tanti piccoli aspetti che possono essere migliorati per evitare un eccesso di inquinamento del cibo da parte degli stessi ristoranti e vorrei che venissero studiati”.
 
 
 
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015