Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Aree Tematiche

Biodiversity Park

Parco Biodiversità
Il concept
 
Il Biodiversity Park, nasce dalla partnership tra BolognaFiere e Expo 2015 S.p.A. con la collaborazione del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e di FederBio; si estende su una superficie di 8.500 metri quadri ed è l’Area Tematica di Expo Milano 2015 dedicata alla biodiversità, al suo interno il parco, comprende un teatro e due Padiglioni, quello del biologico e quello dedicato alla Mostra delle Biodiversità. Lo scopo del Biodiversity Park è valorizzare le eccellenze italiane ambientali, agricole e agroalimentari attraverso un percorso che racconta l’evoluzione e la salvaguardia della biodiversità agraria, anche grazie a un palinsesto di eventi, incontri, e esperienze multimediali. Il termine agro-biodiversità si riferisce all’insieme delle specie vegetali coltivate e degli animali allevati in agricoltura, degli agroecosistemi e dei paesaggi agrari, alle risorse genetiche di piante e animali, piante commestibili e colture agrarie, varietà tradizionali e antiche ricette, animali da allevamento, pesci, microrganismi del terreno, acque irrigue e terre coltivate, sementi, tipologie di aziende agrarie.
 
 
Parlare di alimentazione e di futuro del Pianeta, sfide globali per assicurare nutrimento e sviluppo sostenibile, significa fare un chiaro riferimento alla biodiversità agraria, alla sua evoluzione e alla sua salvaguardia, anche grazie a un metodo agricolo, quello biologico, che per sua vocazione svolge un compito molto importante nella conservazione e nella implementazione della biodiversità. L'obiettivo di BolognaFiere nella realizzazione del Parco e nella Partnership con Expo, grazie anche all’esperienza nell’organizzazione di Sana, il Salone Internazionale del Biologico e Naturale, è quello di valorizzare le eccellenze italiane, dell’agricoltura, dell’impresa e dell’associazionismo legato al rispetto della natura permettendo a queste realtà di essere protagonisti di un’Area Tematica fondamentale dell’Esposizione Universale. Il Biodiversity Park è quindi un viaggio all’interno delle tante opportunità che la biodiversità e l'agricoltura biologica offrono per Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.
 
 
 
 
IL PROGETTO: PARCO DELLA BIODIVERSITA’ E PADIGLIONE DEL BIOLOGICO
 
Nel cuore dell’EXPO, da Palazzo Italia e dall’ Albero della Vita, il Parco della Biodiversità  si apre come  una grande area verde di 8.500 metri quadrati, che arriva fino alla Porta Est di EXPO, nella quale si può passeggiare tra alberi piante e campi che mostrano i diversi esempi di coltivazione nella “agrobiodiversità” italiana: attraversare il parco è come visitare e vedere tutta insieme  la “fattoria biologica italiana”, le terre naturali e le colture  delle  grandi eco-zone del paesaggio italiano, dalla montagna alpina alla grande Pianura Padana, dall’area appenninica fino alle pianure e alle coste mediterranee, trecento specie di piante, tutte realizzate con i canoni della coltivazione biologica.

L’esperienza del Parco vuole mostrare e insegnare  concretamente il primo fondamento di una nuova agricoltura di cui le esperienze della agricoltura biologica italiana possono essere  esempio e modello nel mondo: la ricchezza della biodiversità serve alle nuove modalità di una agricoltura biologica e l'agricoltura innovativa, sostenibile, biologica serve a preservare e rigenerare le biodiversità, la fertilità dei suoli, la sicurezza idrogeologica e le risorse idriche dei terreni, la bellezza dei paesaggi, la qualità del clima e dell’ambiente, dei territori.

La Mostra dell’Agrobiodiversità, il Padiglione del biologico, il Teatro della Terra 
 
Nel Parco, in questa Fattoria Biologica di EXPO, si trovano poi come attorno ad un’aia tre padiglioni.
 
Il Padiglione della Mostra della Biodiversità, realizzata dal Comitato scientifico costituito con la Facoltà di Agraria dell’Università di Milano con la collaborazione delle facoltà dell’Università di Padova e Bologna; che ospita anche le aree di presenza  del Ministero dell’Ambiente e dell’Agricoltura e vuole rappresentare anche l’impegno della ricerca per le nuove pratiche e tecniche per l’agricoltura e la produzione  biologica e innovativa, che sarà testimoniato da  tante presenze e iniziative: del Coordinamento delle Università italiane per EXPO, dell’Osservatorio del Biologico dell’Università Bocconi, del Centro mondiale per il biologico IFOAM e altre ancora; da qui prendono il via le visite guidate e gli incontri con esperti e protagonisti che faranno “Lezioni di Biologico “ a grandi e piccoli, anche per il programma delle visite delle scuole a EXPO.
 
Il Padiglione del biologico italiano dove hanno voluto essere presenti e si incontreranno tantissime realtà, le più significative del mondo del biologico per l’alimentazione e della produzione al naturale per salute e benessere; e dove i visitatori potranno trovare, provare e vivere il biologico nel BIOMARKET e in CUCINA E PIZZA BIOLOGICA che permetterà una sosta di ristoro tutto e solo biologico accanto agli orti urbani e al verde della agricoltura di città, con il quale la fattoria biologica del parco della biodiversità finisce o comincia alla Porta Est di EXPO.
 
Il Teatro della terra, un Centro Convegni di 200 posti che ospiterà la presentazione dei tantissimi e veri “custodi della terra” italiani, gli agricoltori, le Associazioni e le imprese impegnati nell'agricoltura innovativa, nella produzione biologica e nelle tecnologie appropriate di cui hanno bisogno; ma assieme a questo si sta preparando per il Teatro della terra un Palinsesto dedicato a grandi eventi come gli incontri con grandi testimoni e protagonisti della cultura e della lotta per “I DIRITTI DELLA TERRA E I DIRITTI ALLA TERRA”; alle giornate e agli incontri internazionali e istituzionali che Associazioni e Ministeri dedicheranno ai grandi temi della salvaguardia della biodiversità e della sostenibilità.
 
Al termine (o all’ingresso) del Parco-fattoria i visitatori incontrano il verde degli esempi di coltivazione degli orti e dell’agricoltura urbana che saranno animati e insegnati dalle tante esperienze di città italiane a cominciare da Milano e Bologna.
 

PADIGLIONE DEL BIOLOGICO E DEL NATURALE

Apri e scopri di più Chiudi
Official Partner EXPO Milano 2015: Bologna Fiere
 
Partner che hanno finora aderito
 
Partner  di Bologna Fiere: FederBio, Associazione per l'Agricoltura Biodinamica, Confederazione Italiana Agricoltori, Cosmetica Italia, FederUnacoma, Bologna City of food
 
Partner Tecnici di BolognaFiere: AlceNeroCosmoprofCosmofarma.
 
 
 

COLOPHON

Apri e scopri di più Chiudi
IL PARCO DELLA BIODIVERSITA’
 
Official Partner: Bologna Fiere
 
Steering Comitee:      
Duccio Campagnoli, Presidente Bologna Fiere;
Piero Galli, Direttore Generale Divisione Gestione Eventi Expo Milano 2015;
Paolo Carnemolla, Presidente FederBio ;
Ministero dell’Agricoltura;
Ministero dell’Ambiente.
 
Comitato scientifico:   
Dott. Emilio Genovesi Coordinatore
Prof. Stefano Bocchi, Dip. di Scienze Agrarie e Ambientali. Università di Milano
Prof.Telmo Pievani, Dipartimento di Biologia, Università di Padova
Prof. Andrea Segrè, Dip.Scienze e Tecnologie Agro-alimentari, Università di Bologna
                                                                                              
Progetto architettonico e paesaggistico: architetto Fabio Fornasari

Mostra della Biodiversità:
Curatore e coordinatore scientifico: Prof. Stefano Bocchi, Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, Università degli Studi di Milano.
Collaboratori docenti: Proff. Gabriella Consonni, Marcello Duranti, Gustavo Gandini, Antonio Ferrante, Ella Pagliarini, Carlo Soave, Ilda Vagge.
Collaboratori di laboratorio: Marco Gibin, Marco Negri,  Andrea Porro, Simone Sala. 
 
 
La presenza ONU nel Biodiversity Park
 
Parlare di agrobiodiversità significa fare riferimento anche all’uso sostenibile delle risorse naturali. Per questo il Parco della Biodiversità delle 18 installazioni dell’Itinerario ONU ospita quella dedicata al terzo elemento della Sfida Fame Zero: Tutti i sistemi alimentari sostenibili. Visitando questo Spazio ONU si scopre che ogni aspetto dei sistemi alimentari ha degli effetti sulla disponibilità e sull’accessibilità a del cibo diversificato e nutriente. Con delle ripercussioni, quindi, sulla possibilità di seguire delle diete sane. L'ONU è presente con 18 installazioni multimediali caratterizzate da un grande cucchiaio blu. Questi Spazi ONU si trovano in varie aree di Expo e danno vita all'itinerario dedicato al tema "Sfida Fame Zero. Uniti per un mondo sostenibile".
 
Scopri gli aggiornamenti sul tema biodiversità sul Magazine di Expo Milano 2015
 

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015