Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Continua

Benedizione del cibo e Carta di Milano. Martedì 1° settembre le religioni si incontrano ancora intorno al grande tavolo di Expo Milano 2015

1 set

1 settembre

cibo dello spirito evento 1 set dettaglio
 
Martedì 1° settembre alle 12 i rappresentanti della maggiori religioni si incontrano sul palco dell’Expo Centre per confrontarsi sul tema della produzione e del consumo di cibo nel Pianeta. L’evento culminerà nel momento della firma della Carta di Milano e nella benedizione nel cibo, ognuno secondo la propria formula e tradizione. Si tratta di un evento di grande richiamo, grazie all’unicità del contesto e all’evidente attualità della questione della convivenza, della tolleranza, del dialogo tra religioni.
 
Un messaggio di pace internazionale che coinvolge il Pianeta
 
L’incontro, organizzato in concomitanza con la 10° Giornata per la Custodia del Creato da ExpoNet, il Magazine ufficiale di Expo Milano 2015, vede undici esponenti del tavolo interreligioso, in rappresentanza delle principali religioni di Milano, protagonisti di un momento di alto profilo culturale e simbolico per Expo Milano 2015. Si tratta di un grandissimo evento di pace, e anche di una prima mondiale: è la prima volta infatti che un così alto numero di rappresentanti delle maggiori religioni si incontrano in una Esposizione Universale per pronunciare ciascuno la propria benedizione sul cibo e la prima volta che viene benedetto cibo portato da tutto il mondo, generosamente offerto dai Paesi Partecipanti all’Esposizione Universale.
 
Undici esponenti delle religioni insieme per il Pianeta
 
L’evento sarà aperto dai saluti di benvenuto di Maurizio Martina (Ministro dell’Agricoltura, delle politiche agricole e forestali) e di Giuseppe Sala (Commissario Unico Delegato dal Governo). Moderati da Simone Molteni (Direttore Editoriale di ExpoNet e Direttore Scientifico di LifeGate), i rappresentanti religiosi che partecipano sono: Svamini Hamsananda Ghiri (Vice Presidente dell’Unione Induista Italiana Sanatana Dharma), Elia Richetti (Rabbino nella Comunità Ebraica di Milano), Carlo Tetsugen Serra (Abate del Monastero Zen “Il cerchio”), Paljin Tulku Rinpoche (Lama del Centro Studi Tibetani “Mandala”), Dorothée Mack, (Pastora della Chiesa Evangelica Metodista), Luca Bressan (Vicario Episcopale della Diocesi di Milano - Chiesa Cattolica), Traian Valdman (Archimandrita della Chiesa Ortodossa Romena), Giuseppe Platone (Pastore della Chiesa Evangelica Valdese), Piergiorgio Acquaviva (Presidente del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano), Yahya Pallavicini (Vice Presidente della Coreis - Comunità Religiosa Islamica) e Mahmoud Asfa (Presidente della Casa della Cultura Musulmana di Milano). All’importante iniziativa, saranno presenti anche i Paesi di Expo Milano 2015 e i partecipanti della Società Civile che contribuiranno portando un loro piatto tipico. Lo Chef Ambassador Pietro Leeman cucinerà un piatto con ingredienti vegetariani kosher e halal in rispetto delle religioni presenti.
 
Religione e senso del sacro, senza dimenticare la visione laica della vita
 
L’evento, che inizierà con l’invito ai rappresentanti dei Paesi di portare il loro cibo sul tavolo, prevede gli interventi delle autorità religiose, la proiezione del video ufficiale relativo alla Carta di Milano e la firma della Carta di Milano da parte di ogni rappresentante religioso. Intorno alle 13, ogni rappresentante procederà a benedire il cibo secondo la propria tradizione religiosa. È prevista anche una preghiera pensata per i laici, approvata dalle associazioni di Cascina Triulza e da LabE Fondazione Feltrinelli, che mette in luce tutti gli aspetti cari al Tema dell’Esposizione Universale di Milano (sostenibilità, tecnologie, spreco alimentare e rispetto per tutti gli esseri viventi). La riflessione laica sarà letta da alcuni bambini. Al termine del rito, intorno alle 13.30, tutti i visitatori potranno gustare il cibo benedetto.
 
Il menù della felicità e l’incontro al Teatro della Terra. I due precedenti alla Carta di Milano
 
Non è la prima volta che Expo Milano 2015 riunisce i rappresentanti delle maggiori religioni per confrontarsi sui temi della sostenibilità, della produzione di cibo e del rispetto per l’ambiente. Il 21 maggio scorso, per celebrare il 13° anniversario della Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo, anche l’incontro interreligioso tenutosi al Biodiversity Park si è concluso con una toccante benedizione del cibo. I due importanti eventi organizzati sul Sito Espositivo sono nati dalla precedente iniziativa svoltasi nell’aprile scorso all’Archivio Diocesano di Milano. L’evocativo titolo della tavola rotonda “Il menù della felicità” a cui parteciparono molti dei rappresentanti presenti il 1° settembre, era finalizzato ad indagare quali fossero gli ingredienti, chiaramente metaforici, che contribuiscono al raggiungimento della felicità per ogni specifico credo.
 
 
Venezuela sommario 30 ago

Venezuela in festa. Domenica 30 agosto l’affascinante Paese affacciato sui Caraibi celebra il suo National Day

Venezuela in festa. Domenica 30 agosto l’affascinante Paese affacciato sui Caraibi celebra il suo National Day.

Gusto e artigianato evento 24 ago sommario 3 set

Gusto e artigianato. Paolo Massobrio e i protagonisti dell’artigianato italiano giovedì 3 settembre a Palazzo Italia

Giovedì 3 settembre alle ore 18.30 nell’Auditorium di Palazzo Italia 15 personaggi raccontano le eccellenze dal Made in Italy accompagnati dal giornalista Paolo Massobrio, ideatore di Golosaria.

I nostri soci

Official Global Partners

Le iniziative a supporto di Expo Milano 2015