Cluster Bio-Mediterraneo

Salute, Bellezza e Armonia

icoBioMed

Cover_Bio_Mediterraneo
Il Cluster raccontava in modo facile e immediato lo spirito della cucina mediterranea, il valore e il significato dell’incontro, della compresenza e dell’integrazione: la narrazione coincideva con la storia di Paesi e popoli ed evocava un’atmosfera fatta di colori, sapori e odori miscelati in un’esperienza culturale unica. Official Partner di Expo Milano 2015 per il Cluster Bio-Mediterraneo era la Regione Siciliana. Il progetto, ispirato all’immagine della città del Mediterraneo, si sviluppava attorno a una grande piazza semicoperta che ospitava quattro strutture dedicate alla distribuzione di prodotti tipici di quest’area geografica. La varietà cromatica del pavimento, composta da diverse tonalità di azzurro, richiamava tutte le sfumature del mare che abbraccia le nazioni ospitate nel cluster.

La struttura del Cluster
Lo spazio colorato che teneva insieme, come isole, i Padiglioni dei singoli Paesi rimandava all’immagine del mar Mediterraneo. Nella zona centrale del Cluster le cucine all’aperto della tradizione erano dei poli d’attrazione dove i visitatori trovano una selezione di alcuni prodotti tipici della cucina mediterranea: l’olio d’oliva, il pane, il vino. In questo spazio era possibile assistere alla preparazione dei cibi e a showcooking programmati. Luoghi e cibi erano il tema centrale dell’allestimento di una mostra-racconto che vedeva la sovrapposizione e l’integrazione di tre elementi interpretati come parti di un’unica storia: il racconto per immagini, il racconto letterario e il racconto cinematografico. Alcune strutture previste dal progetto architettonico erano funzionali all’allestimento della mostra.

Storie di una civiltà
Il mar Mediterraneo unisce tre continenti, Europa, Africa e Asia: è un crogiolo di popoli, una regione dove storie, società e ambienti naturali si fondono. In particolare il cibo è uno degli elementi culturali che hanno aiutato a preservare l’unicità di questa zona: si è evoluto e combinato nel tempo, creando una varietà di tradizioni culinarie basate su grano, olivi, uva. Nel bacino Mediterraneo, il pasto non è semplicemente l’atto del nutrirsi, ma rimanda a molti aspetti della vita sociale e culturale. Le caratteristiche principali della dieta mediterranea, che ha resistito alle regole della vita moderna, sono la quantità di tempo trascorsa a tavola e i tanti rituali di convivio. Ancora oggi, gli abitanti del bacino mediterraneo spendono più tempo nel preparare e nel consumare i cibi di qualsiasi altro popolo. La dieta mediterranea, infine, non offre solo benefici per la salute, ma garantisce e preserva la biodiversità agricola: le sue colture sono perfettamente in linea con i criteri di sostenibilità.

Scopri i Paesi appartenenti al Cluster Bio-Mediterraneo nell’archivio di Expo Milano 2015

Albania: “Il nostro cibo, la nostra storia, il nostro mistero…”
Algeria: “Valorizzazione del patrimonio agricolo e sviluppo tecnologico, verso l’autosufficienza alimentare”
Egitto: “Egitto, la storia infinita”
Grecia: “Cibo greco: condividere i Sapori della Salute”
Libano: “Cucina, l’arte & l’anima libanesi”
Malta: “Provenienti dal passato, custodite per il futuro, da provare a Expo Milano 2015”
Montenegro: “Salute a ogni morso!”
San Marino: “Abbastanza piccolo da essere grande”
Serbia: “Assapora il cibo, senti la vita”
Tunisia: “Tunisia, naturalmente generosa”