Cluster Cereali e Tuberi

Vecchie e nuove colture

icoCereali

cereaietuberi_cover
Il Cluster dei Cereali e dei Tuberi, era collocato sul Decumano tra l’Iran e il Marocco, e avvicinandosi si poteva percepire un appetitoso profumo di pane appena sfornato. Erano le prelibatezze appena sfornate da Varvello, sponsor del Cluster.

Ologrammi per le foto di gruppo e teche colme di tuberi e mais
I Paesi che hanno partecipato al Padiglione erano BoliviaCongoHaitiMozambicoTogoVenezuela e Zimbabwe, ognuno con un caratteristico e suggestivo spazio in cui erano esposti gli alimenti caratteristici del loro territorio, ma non solo.  All’interno dell’area dedicata al Venezuela era presente un ologramma gigante ricco di scenari interattivi caratteristici del Paese sudamericano e ideale come sfondo per le foto di gruppo dei visitatori, mentre all’interno dello spazio boliviano, dalle pareti coloratissime si distinguevano contenitori trasparenti colmi di tuberi e cereali locali. Nello spazio dedicato al Togo era possibile osservare nelle teche gli alimenti tipici del Paese come la manioca, la tapioca, il mais e il sorgo, mentre in quello di Haiti ceste coloratissime mostravano al pubblico i cereali e i tuberi locali.

Salute e benessere grazie alle numerose varietà di cereali e tuberi presenti in natura
I visitatori potevano scegliere come esplorare l’interno degli spazi, entrando nei Padiglioni dei Paesi o osservando l’orto esterno ricco di cereali e tuberi coltivati, dove erano posizionati dei pannelli che ne elencavano le proprietà nutrizionali. L’interno della grande area a forma di camino, oltre ad ospitare eventi e degustazioni, consentiva di avere una panoramica sulle varietà di cereali e tuberi presenti nel Pianeta, molti dei quali sconosciuti ai più: oltre a orzo, avena, miglio, e grano khorasan, esistono il teff, il boabab, il fonio e il sorgo. Dopo l’interessante carrellata dei frutti della terra, un occhio alla salute: si potevano leggere gli effetti benefici dell’assunzione di cereali e tuberi sull’organismo e quelli nocivi legati alle raffinazione delle farine.

Scopri i Paesi appartenenti al Cluster Cereali e Tuberi nell’archivio di Expo Milano 2015

Bolivia: “Quinoa, un futuro seminato migliaia di anni fa”
Congo:
“La scienza e la tecnologia al servizio della sicurezza e della qualità alimentare”
Haiti:  “Dalla Terra al piatto, condividiamo e arricchiamo l’eredità”
Mozambico:
“Dalla tradizione all’innovazione: nutrire le vite, coltivare i sogni”
Togo: “Il contributo di cereali e tuberi alla sicurezza alimentare e nutrizionale del popolo del Togo”
Venezuela:  “Il Venezuela nutre la coscienza del suo popolo”
Zimbabwe: “Sicurezza alimentare e sviluppo sostenibile: uno Zimbabwe sano”