Argentina

Un’immersione a 360 gradi nelle risorse agricole del Paese che… ti alimenta.

50_H_0005_ARGENTINA.png;filename_=UTF-8''50_H_0005_ARGENTINA

Il percorso espositivo, che si sviluppava principalmente al primo piano, si caratterizzava per proiezioni – grandi quanto le pareti – dei paesaggi e della storia del Paese, con un effetto di ‘viaggio immaginario’. Terra di grandi spazi legata storicamente all’Italia da un lungo passato di immigrazione, l’Argentina si è presentata a Expo Milano 2015 con un Padiglione composto da una serie di silos interconnessi, che ricordava anche un sistema di ingranaggi metallici. Il significato di questa forma è che l’Argentina non è semplicemente una riserva molto ricca di risorse agricole, ma un Paese moderno in grado di trasformarle in prodotti ad alto valore aggiunto.

Si cominciava dall’area ristoro
Il tema della partecipazione “L’Argentina ti nutre” richiamava alla grande ricchezza naturale del Paese, testimoniata fin dall’inizio del percorso di visita da un lungo nastro trasportatore che pendeva dal soffitto sul quale scorrevano le proiezioni di diversi generi alimentari. Al piano terra, il percorso si apriva subito sui due punti di ristoro: il primo più focalizzato su vino e olio, il secondo dedicato alla specialità più nota del Paese: la carne. Le aree vocate alla produzione vitivinicola dell’Argentina erano illustrate da tre schermi interattivi. Oltrepassati i tavolini, un piccolo spazio aperto ospitava performance musicali o di danza e, successivamente, ci si poteva godere il refrigerio di una fontana all’aperto.

Proiezioni al piano superiore
La parte espositiva si sviluppava al piano superiore – raggiungibile con le scale, suddivise in una corsia in ingresso e una in uscita – dove il visitatore veniva avvolto da immagini relative alla storia e alle produzioni agricole tipiche del Paese. Proiezioni lungo tutte le pareti della sala, che si caratterizzava per un perimetro ondulato, permettevano di immergersi nelle distese argentine, di sentire le onde del mare, di partecipare alla raccolta delle olive, eccetera. Lo spazio era completato da installazioni poste al centro della sala, con sagome in legno che rappresentavano alcune figure chiave della storia dell’Argentina e rulli di fotografie storiche. Le proiezioni, molto suggestive, si susseguivano per circa dieci minuti, accompagnate da musiche di sottofondo.

Scopri il Padiglione Argentina nell’archivio di Expo Milano 2015